Curon, la serie Netflix ambientata nel paese che fu sommerso per produrre energia idroelettrica

in Cinema|Energia|Urbex
Curon, la serie Netflix ambientata nel paese che fu sommerso per produrre energia idroelettrica ultima modifica: 2020-07-05T08:00:05+02:00 da Francesco Rasero
da

Il paese sommerso di Curon, in Alto Adige, oggi fa da sfondo a una serie tv horror prodotta da Netflix. Ma il suo passato racconta la storia di una comunità che venne sacrificata nel nome della produzione di energia idroelettrica.

David Calloni Ascosi Lasciti campanile Curon
Curon (foto di David Calloni per Ascosi Lasciti concessa a eHabitat per la pubblicazione)

Il campanile della chiesa sommersa, che ancora oggi svetta tra le acque del lago di Resia, è l’icona del villaggio di Curon Venosta (Graun im Vinschgau in tedesco), nonché sfondo della locandina ufficiale dell’omonima serie tv italiana, che dal 10 giugno è disponibile in streaming sulla piattaforma Netflix.

Si tratta dell’unico edificio rimasto in piedi quando, nel Dopoguerra, venne ordinata l’evacuazione e la distruzione del vecchio abitato, “colpevole” di trovarsi al centro di quello che era destinato a diventare un bacino per la produzione di energia idroelettrica.

Curon serie Netflix locandina
La locandina della serie tv Curon prodotta da Netflix, in streaming sulla piattaforma dallo scorso 10 giugno

La storia di Curon Vecchia nel racconto di Ascosi Lasciti

Il sito di urbex Ascosi Lasciti, con cui eHabitat collabora nel divulgare i luoghi abbandonati d’Italia, racconta la storia di questo paese dell’alta Val Venosta, a circa 1.500 metri sul livello del mare, situato all’estremità nord-occidentale della provincia di Bolzano e che confina direttamente con Austria e Svizzera.

Un territorio ‘di frontiera’, dove i primi insediamenti ufficiali risalgono al XII secolo, con il nome latino di Curun apud lacum, e che ha dovuto fronteggiare, nei secoli, epidemie, invasioni, disastri naturali e bombardamenti.

«Ma la trama non è abbastanza ricca di colpi di scena. E, così, si giunge al finale a sorpresa», racconta David Calloni, fotografo e scrittore, nonché amministratore di Ascosi Lasciti.

DiCaprio si schiera in difesa del Vjosa, il fiume selvaggio d’Albania

Negli anni Venti del Novecento vi sono infatti i primi tentativi di costruire una diga per la centrale elettrica. Quindi, sotto il fascismo, la decisione che il lago deve diventare molto più grande, per produrre più energia. A costo di sacrificare il paese di Curon, nel nome degli interessi e del progresso.

Dopo la guerra, i lavori ripartono. «Inutili le proteste portate avanti per anni dagli abitanti. Vani anche i tentativi di fare leva sulla coscienza del Papa, il lascivo Pio XII: tutto inutile -prosegue Calloni- I cittadini vengono sfrattati e invitati ad abitare in rozzi prefabbricati e fredde baraccopoli. Via i frutti di una vita, confiscate le terre! Fuori anche le memorie, annegate nel lago! E infine buttate anche le dignità, confinate negli anni a venire in umidi stabili sostitutivi!».

Capitalocene, come il denaro modella il nostro mondo

Curon, la serie horror prodotta da Netflix

La serie prodotta da Netflix nulla ha a che vedere con questa storia, reale, di una comunità che lotta per la difesa delle proprie terre, della propria identità e di un ecosistema montano in cui si sono susseguite le vite di generazioni.

Si tratta, infatti, di una fiction horror, in sette episodi, che il colosso dello streaming fa rientrare nella categoria ‘supernatural drama‘.

Questa la sinossi ufficiale di Curon: “Diciassette anni dopo i tragici eventi che l’hanno costretta a partire, Anna ritorna con i due figli gemelli a Curon, un paesino in provincia di Bolzano. Poco dopo la donna sparisce. I due fratelli durante le ricerche scoprono che sotto la superficie del lago artificiale di Resia, che ha sommerso completamente la cittadina lasciando fuori solamente il campanile della vecchia chiesa, si nascondono segreti e leggende“.

Il paese sommerso del Sud Tirolo rappresenta quindi lo scenario in cui si svolge una trama di misteri e strani eventi.
Ma proprio di un mistero parla anche David Calloni nel finale del suo articolo su Ascosi Lasciti

Jakobsweg Sudtirol: lungo il Cammino di San Giacomo per scoprire l’Alto Adige

[Immagine tratta dal sito Ascosi Lasciti.
Per vedere tutte le foto dei luoghi abbandonati, visita la pagina Instagram di Ascosi Lasciti.
Per restare sempre aggiornato sulle notizie riguardanti Urbex ed edifici abbandonati, segui Ascosi Lasciti su Facebook
]

Curon, la serie Netflix ambientata nel paese che fu sommerso per produrre energia idroelettrica ultima modifica: 2020-07-05T08:00:05+02:00 da Francesco Rasero

Giornalista pubblicista, dal 1998 scrive su carta stampata e online. Oggi è vicedirettore di un giornale di informazione locale e gestisce Altrov*e, start-up che si occupa di copywriting e comunicazione. Ha lavorato per oltre un decennio nel settore ambientale, oltre ad aver organizzato svariati eventi culturali, in ambito artistico, cinematografico e teatrale. È appassionato di viaggi, in particolare nell’area balcanica e nell’Est Europa, dove ha seguito (e segue) alcuni progetti di volontariato. Ama conoscere, progettare, fotografare e stare a contatto con le persone. Ma ancora di più ama il rugby, i suoi gatti e la sua nuova famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Cinema

Go to Top