5 attività da realizzare con i bambini sull'inquinamento da plastica

5 attività da realizzare con i bambini sull’inquinamento da plastica

in Coronavirus|Genitori Green
5 attività da realizzare con i bambini sull’inquinamento da plastica ultima modifica: 2020-04-01T07:00:08+00:00 da eleonora anello
da

Scuole chiuse in tutto il mondo a causa della pandemia da Coronavirus Covid-19. Per molte famiglie può risultare difficile tenere occupati e impegnati i propri figli con attività divertenti per ore, soprattutto per quei genitori che stanno lavorando e da casa. L’ONU propone 5 attività da realizzare con i bambini sull’inquinamento da plastica.

Se ne rende conto anche l’ONU, che ha deciso di venire incontro ai genitori e ai bambini in quarantena suggerendo alcune divertenti attività da realizzare con i più piccoli per insegnare loro ad avere più cura del nostro pianeta e per sensibilizzarli sull’inquinamento da rifiuti di plastica.

Si tratta di idee e suggestioni che si possono realizzare comodamente e facilmente a casa, per passare un po’ di tempo in modo costruttivo.

Coronavirus: 10 parole per spiegare l’epidemia agli studenti

Idea 1: lo strumento musicale

Ogni anno 8 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica finiscono nei nostri oceani. Allora perché non fare come Shady Rabab, vincitore nel 2018 del premio Young Champion of the Earth del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP)?

Rabab, attivista e artista egiziano, ha insegnato ai più piccoli a realizzare e a suonare strumenti musicali autoprodotti con la spazzatura, in particolare riciclando bottiglie di plastica. Un’idea semplicissima dai molteplici risvolti educativi.

Denominata Garbage Conservatoire, l’iniziativa di Shay Rabab ha permesso ai ragazzi di Luxor di ripulire le strade della città, apprendendo al tempo stesso un’arte utile e formativa come quella di suonare strumenti musicali.

Shady Rabab
Attività da realizzare con i bambini sull’inquinamento da plastica, Shady Rabab, vincitore nel 2018 del premio Young Champion of the Earth dell’UNEP. Con il suo progetto Garbage Conservatoire ha insegnato ai bimbi la musica con strumenti autoprodotti

Incoraggiamo quindi i bimbi a usare la spazzatura di plastica per creare i propri strumenti. Una volta realizzati è possibile organizzare un concerto per la famiglia, magari anche da trasmettere sui social.

Idea 2: ordine e decluttering in casa

Ogni giorno utilizziamo molti prodotti in plastica senza pensare al forte impatto che hanno sul pianeta. Un’attività utile e divertente, legata a queste tematiche ambientali, può essere quella di mettere a posto casa e di fare un po’ di decluttering.

Aprite dunque gli armadi con i bimbi e chiedete loro di ordinare tutto in base al tipo di materiale (plastica, cartone, alluminio, ecc.).
Invitate poi i vostri figli a indicare gli oggetti che possono essere riciclati e mostrate loro dove sulla confezione possono  trovare e consultare i simboli per capire se si tratta di un materiale riciclabile o no e dove vanno conferiti.

Il progetto educativo Clean Seas dell’UNEP può aiutarvi ad approfondire e a mostrare ai bambini in modo più dettagliato quali tipi diversi di plastica esistono e come possono ridurne l’uso.

Bambini a casa: 10 interessanti attività per trascorrere il tempo tra le mura domestiche

Idea 3: una giornata in Spa senza plastica

Purtroppo non ci è permesso di andare in una Spa, ma ciò non significa che non possiamo realizzarcela a casa nostra.

Dalle salviettine umidificate agli scrub contenenti microplastiche inferiori a 5 mm, la plastica è nascosta in molti prodotti per la cura personale che utilizziamo frequentemente e spesso con leggerezza, senza pensare cioè alle conseguenze negative che tali oggetti possono avere sull’ambiente.

Sempre sul sito del progetto UNEP, è possibile conoscere alcune delle fonti di inquinamento di plastica che sono presenti nei nostri bagni. Un ottimo modo per combattere le materie plastiche nascoste nei prodotti di igiene quotidiana è quello di trascorrere una giornata in casa allestendo un centro di bellezza fai da te.

Potete realizzare e provare con i vostri figli ottimi scrub naturali utilizzando olio, zucchero, sale, fondi di caffè, yogurt. In alternativa si possono preparare maschere per il viso con miele, banane e altri prodotti naturali.
Dopo aver realizzato i prodotti di bellezza casalinghi, è d’obbligo scegliere una musica rilassante, mettersi comodi e aspettare che i trattamenti facciano effetto magari sorseggiando la vostra tisana preferita.

Bambini e attività fisica: come far muovere in casa bambini da 0 a 11 anni

Idea 4: costruire una barca con i rifiuti di plastica

A molte cose che consideriamo subito spazzatura può invece essere data una nuova vita. Attingendo dalla raccolta della plastica si può aiutare i ragazzi a costruire una piccola zattera o una vera e propria barca.
Una volta pronte le imbarcazioni, potete farle galleggiare nella vasca o nel lavandino.

La campagna Clean Seas ha utilizzato questa attività su larga scala realizzando una dau, imbarcazione a vela della tradizione orientale, lunga nove metri e costruita con 10 tonnellate di rifiuti riciclati trovati sulle coste del Kenya, soprattutto bottigliette e infradito.

Flipflopi, così è stata battezzata, è salpata da Lamu, in Kenya, verso Zanzibar. L’iniziativa ha avuto l’obiettivo di aumentare la consapevolezza dell’impatto dell’inquinamento causato dalla plastica.

Flipflopi
Attività da realizzare con i bambini sull’inquinamento da plastica, Flipflopi la barca fatta di marine litter (bottigliette di plastica e infradito) del progetto Clean Seas potrebbe ispirare le attività casalinghe con i bimbi

Idea 5: sfilata di abiti fatti di immondizia

Dopo aver fatto decluttering, facciamo upcycling! Upcycling, ovvero dare una nuova vita e un nuovo utilizzo alle vecchie cose, una delle migliori tendenze che il settore della moda potrebbe intraprendere a favore dell’ambiente.

Allora insegniamo noi -insieme ai nostri bimbi- al mondo della fast fashion che si possono ricavare bellissimi e comodi vestiti anche con ciò che non utilizziamo più.

5 attività da realizzare con i bambini sull'inquinamento da plastica - Rob Greenfiled Trashme
Attività da realizzare con i bambini sull’inquinamento da plastica, nel 2016 Rob Greenfield stupì il mondo indossando i suoi rifiuti

A tal proposito, nel 2016, l’americano Rob Greenfield ha stupito prima i suoi vicini di casa, e poi il mondo intero, con Trash me, la performance che lo ha portato a indossare i rifiuti che ha prodotto in un mese.

Perché allora non provare a fare lo stesso? Dopo aver realizzato i propri capi, si può organizzare una sfilata di moda con le nuove ed ecologiche creazioni.

Restare a casa: come mantenere il benessere psicofisico tra le mura domestiche

Esistono tanti altri modi per sensibilizzare in modo divertente i più giovani sull’inquinamento da plastica e sul suo impatto sul pianeta.
Il sito web UNEP di Clean Seas contiene consigli pratici e utili su come ridurre l’impronta di plastica e l’impatto dell’inquinamento da plastica.

5 attività da realizzare con i bambini sull’inquinamento da plastica ultima modifica: 2020-04-01T07:00:08+00:00 da eleonora anello
Tags:
5 attività da realizzare con i bambini sull’inquinamento da plastica ultima modifica: 2020-04-01T07:00:08+00:00 da eleonora anello

Vive a Torino. E' giornalista pubblicista, laureata in scienze della comunicazione. Vegetariana ed ecologista, è appassionata di ambiente e di come viene comunicato. Ama il sole e non potrebbe fare a meno del mare. Si sente la paladina dell'ambiente. Per fortuna nella vita privata è mamma di due splendide bimbe che la portano con i piedi per terra. Odia parlare in pubblico e per questo... scrive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Coronavirus

Go to Top