L'ambiente è di casa

piscina naturale

Piscine naturali, una meta estiva ecologica, low cost e diversa dal solito

in Natura|Viaggi
Piscine naturali, una meta estiva ecologica, low cost e diversa dal solito ultima modifica: 2016-06-17T08:00:03+00:00 da Irene Messina
da

Siamo ormai a metà Giugno, e anche se il tempo non ci ha ancora annunciato l’estate, coi suoi piovaschi e l’alternanza di caldo-freddo, moltissimi guardano già alle vacanze facendo il conto alla rovescia. Dopo mesi e mesi di lavoro o di studio, la pausa estiva e gli agognati giorni di relax cominciano a premere sui nostri pensieri e ci rendono impazienti di partire. Come sempre, la nostra scelta abbraccia una modalità di viaggio lenta, sostenibile e a basso impatto. Un turismo che non danneggia i luoghi ma li preserva e li rispetta, alla scoperta delle bellezze che la natura ci offre. Se siete stufi di spiagge affollate o non vi piace nuotare in mare, ma preferite le acque calme e limpide di una piscina… perché non organizzare la vostra vacanza alla ricerca di piscine naturali? Gratuite, totalmente sostenibili e molto più affascinanti!

piscina naturale

Immaginate di immergervi in acque cristalline, in totale armonia con la natura e lasciarvi cullare dolcemente, accarezzati da un venticello leggero. Potete farlo all’estero così come in Italia, questi gioielli naturali, fortunatamente, si possono trovare in molti luoghi! Ecco alcune delle piscine naturali più belle che potrebbero diventare la vostra prossima meta estiva.

All’estero..

Se vi capita di viaggiare in Turchia, non potete perdervi le piscine di acqua termale di Pamukkale, a 20 km dal centro urbano Denizli. Le pozze sono incastonate come diamanti in candide scogliere marmoree formatesi da sedimenti calcarei. Le acque si riversano su terrazze digradanti, dando vita ad uno spettacolo unico in grado di curare il corpo e lo spirito.

turchia-Pamukkale

I viaggiatori che prediligono mete esotiche come la Thailandia, troveranno ad aspettarli le favolose cascate Erawan, nella provincia di Kanchanaburi, a 130 chilometri da Bangkok. Le loro acque color turchese scendono in vasche di roccia formando piscine naturali immerse nella foresta tra le più belle del mondo.

cascat erawan

Chi invece ha deciso di andare a rilassarsi nel paese della “siesta”, potrà deliziarsi con i cenotes messicani dello Yucatan: fenomeni naturali carsici che creano voragini sulla superficie della terra riempite di acqua dolce di sorgente. Piccoli bacini idrici nascosti nelle grotte, le acque dei cenote sono ricche di vitamine e sali minerali che fungono da balsamo e nutrimento per la pelle.

cenote messicano yucatan

In Italia..

Senza andare troppo lontano, anche lungo lo stivale possiamo trovare piscine naturali da sogno. In Puglia, nel comune di Tricase, si trova la bellissima piscina naturale di Marina Serra, un’ansa a forma di mezzaluna protetta dalle rocce che la separano dal mare.

marina serre

Nel centro Italia non possiamo non fare una visita alle terme di Saturnia, nella Maremma Toscana, piccole piscine naturali riempite dall’acqua che giunge dalla cascata del Mulino. Dalle acque solfuree di Saturnia si originano le cascate del Gorello, in un complesso di bellezza e relax che nulla ha da invidiare all’estero.

terme di saturnia

Se invece questa estate avete deciso di recarvi nelle splendide Eolie, è d’obbligo una giornata alle terme di Vulcano, sicuramente non una piscina naturale con acque limpide e trasparenti, ma un bacino di fanghi curativi che sgorgano dalle sorgenti termali dell’isola, per un bagno, oltre che rilassante, anche molto salutare!

vulcano terme

Se vi abbiamo dato un’idea per questa estate, mettetevi alla ricerca delle piscine naturali più vicine alla vostra meta preferita, ne troverete senz’altro qualcuna poiché non basterebbero pagine e pagine per elencarle tutte quante!

Piscine naturali, una meta estiva ecologica, low cost e diversa dal solito ultima modifica: 2016-06-17T08:00:03+00:00 da Irene Messina
Tags:
Piscine naturali, una meta estiva ecologica, low cost e diversa dal solito ultima modifica: 2016-06-17T08:00:03+00:00 da Irene Messina

Classe 1986, vive a Torino, metà Piemontese e metà Siciliana. Dopo un master sulla Comunicazione per la Sostenibilità Ambientale, si butta a capofitto in quelle che sono le sue passioni: ambiente, educazione e scrittura. Tutto comincia con la pubblicazione di un libro di favole a tema green che diffonde nelle scuole con uno spettacolo. Da lì, il passo è breve per diventare educatrice ambientale, in collaborazione con un’associazione che sviluppa percorsi di educazione alla sostenibilità e fattoria didattica. In costante ricerca di posti nuovi da scoprire, meglio se naturali e incontaminati, ha una vera ossessione per il viaggio che non le impedisce mai di trovare un momento per partire, zaino in spalla e taccuino in tasca.

1 Commento

  1. Brava. Articolo molto suggestivo e che apre ad altre scoperte. C’è una rete di “spiagge nascoste” nel nostro entroterra ancora più cospicua e che attende di essere conosciuta, fruita con grande educazione e tutelata: quella delle spiagge di fiume e di torrente. Vi segnalo in Friuli una delle prime esperienze volte a questo: “Spiaggia Diffusa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Natura

Go to Top