Marry me Emily?

Ciclisti, artisti con la bicicletta

in Arte|Mobilità
Ciclisti, artisti con la bicicletta ultima modifica: 2014-08-11T08:00:50+00:00 da eleonora anello
da

Una bicicletta, un tragitto preciso, un gps e i Rolling Stones in cuffia. Questo occorre a Michael Wallace, in arte Wally, per creare le sue opere in sella alla sua bici. Insegnante di scienze alle scuole medie e appassionato delle due ruote, ha avuto un’idea alquanto singolare che coniuga creatività, esercizio fisico e tecnologia: disegnare percorsi sulle mappe di Google attraverso delle specifiche App e percorrerli realizzando delle opere d’arte.

wallygpx1
All’interno sempre della stessa mappa, quella di Baltimora, la sua città, dal 2010 ha tracciato il contorno di decine di oggetti che ha poi reso percorsi ciclabili. Egli stesso ha battezzato le sue opere “geoglifi virtuali” o “avventure GPX” perchè di fatto,  a quanto si apprende dai suoi racconti, sono vere e proprie avventure che partono e finiscono a casa sua.

wallygpx2

Le sue opere, molto conosciute sul web, sono state definite da critici troppo frettolosi “scarobocchi urbani”. A noi pare invece una conclusione troppo severa e un po’ riduttiva. Crediamo infatti che ci voglia molta fantasia per riuscire a dare vita a forme, forse a volte buffe, ma così numerose e variegate. Se poi questa pratica invogliasse qualcuno a darsi alla bicicletta, andrebbe tutto a vantaggio dell’ambiente e della mobilità sostenibile.

wallygpx dinosauro

Wally fin dal principio ha sognato che qualcuno si unisse alle sue imprese. Per questo si possono trovare indicazioni dettagliate sul suo sito per poterlo emulare. Così un ragazzo di San Francisco ha deciso di proporre il matrimonio alla sua fidanzata tracciando un cuore per le strade della città. L’aspirante sposo ha percorso 25 km in un’ora e mezza per lanciare il messaggio alla sua Emily. Anche se ha tutta l’aria di una favola, non sappiamo se lei abbia accettato nè se vivano felici e contenti.

Marry me Emily?
Marry me Emily?

Anche in Italia abbiamo dei ciclisti artisti, probabilmente del tutto ignari di ciò che stanno realizzando. È il caso dell’architetto austriaco trapiantato da molti anni nel nostro paese, Peter Müller, sostenitore di una mobilità più sostenibile e ideatore della “Stella di Torino”. Come spiega sul suo blog: “Nell’arco di più di cinque secoli si è creato lungo i confini di Torino un disegno affascinante: quattro residenze sabaude (Moncalieri, Rivoli, Stupinigi e Venaria) e una Basilica (Superga) circoscrivono la città tracciando un stella a cinque punte. Il pentagramma: eterno simbolo ambivalente. Un caso?”. Ogni anno la “Stella” viene percorsa in bicicletta da un gruppo di ciclisti.

stella di torino

Gli utilizzi della bicicletta sono veramente infiniti. Se siete stati folgorati da tanta inventiva e avete deciso si diventare ciclisti artisti, non dimenticatevi di inviarci la vostra opera d’arte. Oppure potete anche fare al contrario: tracciare su una mappa il tragitto che effettuate abitualmente e vedere cosa viene fuori.

Ciclisti, artisti con la bicicletta ultima modifica: 2014-08-11T08:00:50+00:00 da eleonora anello
Tags:
Ciclisti, artisti con la bicicletta ultima modifica: 2014-08-11T08:00:50+00:00 da eleonora anello

Vive a Torino. E' giornalista pubblicista, laureata in scienze della comunicazione. Vegetariana ed ecologista, è appassionata di ambiente e di come viene comunicato. Ama il sole e non potrebbe fare a meno del mare. Si sente la paladina dell'ambiente. Per fortuna nella vita privata è mamma di due splendide bimbe che la portano con i piedi per terra. Odia parlare in pubblico e per questo... scrive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Arte

Go to Top