Lo Cambia Todo

Lo Cambia Todo, il Museo del Prado e WWF insieme per comunicare l’emergenza ambientale attraverso le opere di famosi pittori

in Arte|Clima
Lo Cambia Todo, il Museo del Prado e WWF insieme per comunicare l’emergenza ambientale attraverso le opere di famosi pittori ultima modifica: 2020-02-06T08:00:43+00:00 da Helleana Grussu
da

+1,5º C Lo Cambia Todo è la campagna di comunicazione ambientale che in poco tempo è diventata virale e che mostra agli individui l’emergenza climatica attraverso famosissime opere d’arte.

Da sempre il mondo dell’arte ha raccontato, nelle sue molteplici forme e declinazioni, la realtà del suo tempo. Attraverso il suo linguaggio universale sono state consegnate alla storia perfette interpretazioni di fenomeni sociali, fatti storici, cambiamenti politici e stati d’animo. Un esempio per tutti, Guernica di Picasso che fotografa con sconvolgente violenza la guerra e le vittime del bombardamento subìto dall’omonima cittadina spagnola nell’aprile del 1937; un’opera così emblematica da poter assurgere a rappresentazione di qualsiasi conflitto contemporaneo.

L’arte e l’emergenza ambientale

Al netto delle diverse e troppo spesso opposte concezioni dell’arte all’interno della società contemporanea, non si può negare che questa, ancora oggi, sia veicolo straordinario per comunicare le più urgenti istanze sociali, storiche e politiche dell’uomo di oggi.  Tra queste, una di quelle che ha assunto sempre maggiore rilevanza in questi anni, è sicuramente l’emergenza ambientale e climatica, raccontata da molti artisti, e rappresentata in vari modi in numerosi contesti artistici.

Lo Cambia Todo
“Passaggio agli Inferi” di Joachim Patinir
Lo Cambia Todo
“Passaggio agli Inferi” di Joachim Patinir per +1,5º C Lo Cambia Todo – Progetto Museo del Prado e WWF

L’esempio del Museo del Prado

Tra i vari interventi di artisti e musei, di recente ci ha particolarmente colpito l’iniziativa del Museo del Prado che, in concomitanza della Conferenza ONU sui cambiamenti climatici – COP25 – a Madrid, ha collaborato ad un progetto artistico con il World Wildlife Fund (WWF) per creare una campagna pubblicitaria per la salvaguardia dell’ambiente attraverso la modificazione digitale di famose opere della propria prestigiosa collezione permanente. Nello specifico le opere modificate mostrano al pubblico come sarebbero state dipinte se fossero state realizzate con gli effetti del cambiamento climatico.

Lo Cambia Todo
“Bambini sulla spiaggia” di Joaquín Sorolla
Lo Cambia Todo
“Bambini sulla spiaggia” di J. Sorolla per +1,5º C Lo Cambia Todo – Progetto Museo del Prado e WWF

Se Goya e Velázquez avessero dipinto con gli effetti del climate change

Il progetto dal nome “+1,5º C Lo Cambia Todo”, tradotto letteralmente “+1,5º C cambia tutto” ha interessato i dipinti di tre artisti spagnoli (Francisco de Goya, Diego Velázquez e Joaquín Sorolla) e di un pittore fiammingo rinascimentale (Joachim Patinir) che sono stati ritenuti dagli esperti d’arte coinvolti nel progetto i più adatti allo scopo. Le opere così modificate sono state collocate sui cartelloni pubblicitari di Madrid, per raggiungere il più vasto pubblico possibile e sono state condivise online sotto l’hashtag #LoCambiaTodo.

Nel presentare il progetto, il Prado ha dichiarato “per il Museo, questo progetto rappresenta un’opportunità per continuare a mettere l’arte al servizio della società. Il valore simbolico dei capolavori e l’impressionante rielaborazione artistica che presentiamo con il WWF sono un ottimo modo per trasmettere a tutti, e soprattutto alle giovani generazioni, ciò che è realmente in gioco in questa lotta contro il cambiamento climatico”.

Lo Cambia Todo
“Il parasole” di Francisco Goya
Lo Cambia Todo
“Il parasole” di Francisco Goya per +1,5º C Lo Cambia Todo – Progetto Museo del Prado e WWF

Le opere dei grandi pittori europei in una campagna pubblicitaria per salvare l’ambiente

Riteniamo che il progetto “+1,5º C Lo Cambia Todo” sia un esempio virtuoso di come i centri artistici e culturali di interesse globale, attraverso progetti mirati, possano fare molto per sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi impellenti derivanti dal cambiamento climatico, come l’innalzamento del livello dei mari, la desertificazione e la questione dei rifugiati ambientali. La campagna, diventata subito virale, ha raggiunto completamente il suo obbiettivo, varcando i confini territoriali della Spagna e raggiungendo un vastissimo pubblico.

[In copertina “Filippo IV a cavallo” di Diego Velázquez]

Lo Cambia Todo, il Museo del Prado e WWF insieme per comunicare l’emergenza ambientale attraverso le opere di famosi pittori ultima modifica: 2020-02-06T08:00:43+00:00 da Helleana Grussu
Tags:
Lo Cambia Todo, il Museo del Prado e WWF insieme per comunicare l’emergenza ambientale attraverso le opere di famosi pittori ultima modifica: 2020-02-06T08:00:43+00:00 da Helleana Grussu

Sarda d’origine e piemontese d’adozione, con un passato nel settore teatrale, si occupa da una decina d’anni di ufficio stampa in ambito culturale ed è giornalista pubblicista. Si forma in area artistica tra Torino e Venezia, e dopo gli studi specifici e diverse esperienze lavorative sceglie la scrittura per raccontare le sue principali passioni. Sognatrice patologica, ama il mare, che porta sempre dentro di sé e ama le sfide, dove gioca sempre a carte scoperte. Particolarmente sensibile alle tematiche ambientali, ancora di più dopo essere diventata mamma, cerca di essere attiva nel campo con particolare attenzione al mondo dell’infanzia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Arte

Go to Top