Actress and activist Jane Fonda is arrested at the Capitol for blocking the street after she and other demonstrators called on Congress for action to address climate change, in Washington, Friday, Oct. 25, 2019.   (AP Photo/J. Scott Applewhite)

Lo spirito attivista di Jane Fonda, in arresto ogni venerdì per protestare contro l’emergenza climatica

in Ambiente|Cinema|Clima
Lo spirito attivista di Jane Fonda, in arresto ogni venerdì per protestare contro l’emergenza climatica ultima modifica: 2019-11-09T08:00:22+00:00 da Alberto Pinto
da

Il potente esempio di Greta Thunberg ha spronato i ragazzi di tutto il mondo a chiedere misure più efficaci per contrastare la preoccupante emergenza climatica, ma è pur vero che non sono soltanto le nuove generazioni ad aver accolto questo nobile messaggio. L’attrice Jane Fonda, infatti, ha deciso di ispirarsi dichiaratamente alla giovane attivista svedese e, da qualche settimana a questa parte, è diventata a sua volta uno dei volti più dirompenti della protesta ambientalista.

-Jane Fonda-
Due volte premio Oscar, protagonista di successi come A piedi nudi nel parco e Barbarella, Jane Fonda, ha scelto di dare il proprio contributo alla lotta per la tutela dell’ambiente, mettendoci prontamente anima e corpo ed esponendosi in prima linea.

Non esiste età per smettere di credere in un futuro migliore e, anche passati gli ottant’anni, si può fare la propria parte.

-Jane Fonda arresto-

Con questo spirito, Jane Fonda si è trasferita a Washington con lo scopo preciso di farsi arrestare ogni settimana, protestando ogni venerdì sulla scalinata del Campidoglio e gridando a gran voce il suo dissenso nei confronti di una politica che ignora categoricamente una questione così attuale e delicata come quella riguardante i cambiamenti climatici.

Un gesto forte e decisamente inaspettato da parte di un’icona del cinema internazionale, che nasce dalla pura voglia di esprimere solidarietà nei confronti di Greta e di tutti quei giovani che, rivendicando il diritto ad un Pianeta sano, stanno dimostrando maturità e senso di responsabilità, in misura maggiore rispetto alle generazioni passate.

Non una provocazione fine a se stessa, ma un gesto di grande coraggio che dimostra ancora una volta la grinta e il carattere di una delle attrici più carismatiche e tenaci di Hollywood, che già in occasione della guerra in Vietnam non si era tirata indietro nel momento di esprimere apertamente le proprie idee.

Rifiutandosi di abbandonare la scalinata di Capitol Hill, sede prescelta per manifestare, e facendosi accusare di protesta illegale, Jane Fonda ha letteralmente scelto di rinunciare a parte della propria libertà per spostare l’attenzione su qualcosa di universalmente importante, come lo stato di salute dell’ambiente.

-Arresto-Jane Fonda-

Lo scorso 25 ottobre, pur di non mancare al suo consueto appuntamento con le forze dell’ordine, l’attrice non ha preso parte alla cerimonia di premiazione dei Bafta di Los Angeles, dove avrebbe dovuto ricevere un importante premio alla carriera, per il quale ha ringraziato a favore di camera proprio mentre finiva in manette. Allo stesso modo, Jane Fonda è sempre più decisa a trascorrere in cella il suo 82esimo compleanno, il prossimo 21 dicembre.

Gli arresti dell’attrice e successivi rilasci su cauzione sono ormai diventati dei rituali iconici, anche grazie al suo immancabile cappotto rosso e al frequente coinvolgimento  di altri colleghi. Uno schema che, grazie alla grancassa dei media e dei social, sta ottenendo sempre più attenzione e consenso. Sono sempre più numerosi, infatti, coloro che apprezzano la determinazione di Jane e che ne seguono l’esempio manifestando per una giusta causa.

La personalissima e originale protesta di Jane Fonda dimostra a tutti quanto il problema del cambiamento climatico sia urgente e trasversale, quanto non sia soltanto appannaggio di chi verrà dopo, ma piuttosto interesse comune a ciascuno di noi.

Lo spirito attivista di Jane Fonda, in arresto ogni venerdì per protestare contro l’emergenza climatica ultima modifica: 2019-11-09T08:00:22+00:00 da Alberto Pinto
Tags:
Lo spirito attivista di Jane Fonda, in arresto ogni venerdì per protestare contro l’emergenza climatica ultima modifica: 2019-11-09T08:00:22+00:00 da Alberto Pinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top