Storia di David Milarch, il botanico statunitense che salva le sequoie

in Biodiversità|Clima|Coltivare|Natura
Storia di David Milarch, il botanico statunitense che salva le sequoie ultima modifica: 2017-04-04T08:00:18+00:00 da Valeria Rocca
da

Salvare le sequoie della California, clonandole e piantandole in un luogo dove possano crescere al sicuro, non è pazzia, ma la missione della vita di David Milarch, botanico statunitense che da anni lavora alla realizzazione del progetto “Moving the giants”, letteralmente “spostare i giganti”.

Sequoie Foto by Justin Sullivan/Getty Images
Sequoie Foto by Justin Sullivan/Getty Images

I giganti, le sequoie, sono alberi maestosi e secolari che hanno sempre caratterizzato il paesaggio californiano, tanto che Walt Whitman le definì il “fulgido, aurato spettacolo della California”. Già a metà Ottocento, con la sfrenata corsa all’oro, un’opera di disboscamento atroce ridusse notevolmente il numero di sequoie. Oggi, la nuova minaccia arriva dalla siccità e, soprattutto, dai cambiamenti climatici che affliggono il pianeta.  L’aumento delle temperature scioglie troppo presto la neve, non consentendo così alle sequoie di disporre di sufficiente acqua durante la stagione secca.

Per salvare quello che rimane delle originali foreste, David Milarch e i suoi collaboratori hanno deciso di raccogliere la genetica delle sequoie, per clonarle e piantarle in un luogo dove c’è più possibilità di sopravvivenza (nel caso specifico più a nord, in Oregon).

David Milarch
David Milarch

I cambiamenti climatici minacciano seriamente gli equilibri dell’ecosistema Terra: se l’uomo o gli animali possono migrare in luoghi in cui le condizioni di vita sono più adatte per la sopravvivenza, così non possono fare i vegetali e, nel caso specifico, le sequoie.

Con il suo progetto, David salva questi alberi e la biodiversità che queste piante secolari rappresentano; offre loro una seconda possibilità, ricreando le condizioni naturali che l’uomo ha distrutto. Allo stesso tempo contrasta la quantità di carbonio presente nell’atmosfera, causa principale del surriscaldamento globale (il 2016, purtroppo, è stato un anno record).

Un impegno per la vita che fa di David Milarch un esempio da seguire: il botanico invita tutti coloro che ne hanno la possibilità a piantare alberi, perché le specie vegetali sono fonte di vita e la nostra sopravvivenza dipende anche dalla loro.

piantare-albero

Forse una sequoia nel giardino non si potrà coltivare, ma una pianta ornamentale o da frutto abbellirà il nostro giardino e daremo il nostro contributo alla salvaguardia del pianeta.

“Moving the giants” è diventato anche un cortometraggio prodotto da The Story Group and Spoken Image. Il regista Michael Ramsey racconta con passione il grandioso lavoro di Milarch e il suo amore per la natura.

Una storia affascinante che ci dà speranza per un futuro dove uomo e natura possano convivere in armonia, rispettandosi reciprocamente.

Storia di David Milarch, il botanico statunitense che salva le sequoie ultima modifica: 2017-04-04T08:00:18+00:00 da Valeria Rocca
Tags:
Storia di David Milarch, il botanico statunitense che salva le sequoie ultima modifica: 2017-04-04T08:00:18+00:00 da Valeria Rocca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Biodiversità

Go to Top