Come comunicano gli animali

Come comunicano gli animali, il libro sulle conversazioni segrete del mondo vivente

in Animali|Libri
Come comunicano gli animali, il libro sulle conversazioni segrete del mondo vivente ultima modifica: 2021-10-11T07:41:11+02:00 da Davide Mazzocco
da

Linguaggi animali di Eva Meijer è un saggio di etologia ricco di studi sulla comunicazione e accessibile a tutti che svela come comunicano gli animali

Le api forniscono precise indicazioni spaziali attraverso una danza che tiene conto della direzione del sole. I cani comprendono la grammatica del linguaggio umano e comunicano fra di loro tramite tracce olfattive. Le megattere cantano in rima, concludendo le loro melodie con lo stesso suono. Anche i pipistrelli rivolgono ai loro amati canti, inudibili all’orecchio umano, che hanno una struttura complessa come quella delle nostre frasi. I cani della prateria descrivono in maniera dettagliata la presenza di intrusi nel loro territorio.

Questi sono solo alcuni esempi tratti da Linguaggi animali di Eva Meijer, saggio che, come spiega il sottotitolo, racconta “le conversazioni segrete del mondo vivente”. Se le storie raccontate dalla filosofa e scrittrice olandese ci sbalordiscono è perché viviamo in un occidente costruito su fondamenta biblico-aristoteliche che vogliono gli animali come intellettualmente inferiori agli umani. Ma, spiega Meijer, “gli altri animali ci mostrano che il linguaggio è più ampio e ricco di quanto si sia ritenuto, e che esistono molti più modi di esprimersi in maniera significativa, oltre alle sole parole umane”.

Ponendosi al di fuori dei recinti dell’antropocentrismo, il gioco si ribalta ed “è probabile che gli umani non siano molto intelligenti dal punto di vista di una formica perché non sanno collaborare altrettanto bene, o da quello di un piccione perché hanno una peggiore consapevolezza dello spazio, o da quello di un cane perché non sono in grado di orientarsi con l’olfatto”.

Come comunicano gli animali
Come comunicano gli animali | I Border Collie sono in grado di apprendere il linguaggio umano

In Linguaggi animali gli esempi abbondano. Quello della scimpanzè Wanshoe che, dopo avere appreso il linguaggio dei segni, prova a consolare la propria addestratrice rientrata al lavoro dopo un aborto oppure quello della Border Collie Chaser, capace di imparare i nomi di 1022 giocattoli, ma anche la sintassi di frasi semplici.

Accanto a questi esempi di incontro fra gli esseri umani e gli altri animali, Meijer propone un’approfondita rassegna delle peculiarità delle singole specie. I delfini possiedono dei veri e propri “dialetti” a seconda del gruppo in cui vivono, il che prova come il loro linguaggio non sia determinato dall’istinto o dalla natura corporea, ma attraverso una trasmissione culturale. I corvi emettono versi specifici per segnalare la presenza di un essere umano, di un cane e di un gatto. Non solo: sono in grado di comunicare se un gatto è anziano e inadatto alla caccia oppure giovane e pericoloso.

La scimmia che ha capito l’universo, il libro di Steve Stewart-Williams sull’evoluzione della mente e della cultura

La comunicazione delle api mellifere è estremamente raffinata. Quando il nettare si trova nelle vicinanze ed è dunque percepibile attraverso l’odore, l’ape compie una danza circolare; nel caso in cui il cibo sia più lontano, l’ape descrive un otto indicando con la velocità del movimento dell’addome la distanza del cibo e con la durata della danza la sua quantità.

Anche l’anfiboluro australiano utilizza il corpo per comunicare: l’atteggiamento del corpo, il numero di zampe che toccano terra, i movimenti della testa e il rigonfiamento della gola consentono 6864 combinazioni che, espresse in sequenza e con una determinata durata, suggeriscono l’esistenza di un vero e proprio sistema grammaticale.

La comunicazione animale è più complessa di quanto si ritenesse in passato e “questa constatazione fa vacillare l’idea dell’eccezionalità del linguaggio umano e porta a chiedersi cosa sia esattamente il linguaggio, e chi lo decida”.

Senza confini, il libro di Francesca Buoninconti sugli animali migratori

Le frasi che seguono sono l’ammissione dei limiti che la scienza non potrà valicare: “Può darsi che alcuni linguaggi animali presentino caratteristiche sconosciute a quello umano. Non sono sicura che riusciremo mai a cogliere fino in fondo le sfumature della comunicazione mediante schemi di colore o segnali chimici olfattivi”.

Edito da Nottetempo e tradotto da Stefano Musilli, il libro di Meijer sul tema di come comunicano gli animali è una miniera di rivelazioni per tutti coloro che vogliono addentrarsi nello sterminato territorio della comunicazione animale, un libro scritto con uno stile asciutto che arriva dritto al nocciolo della questione, abbattendo molti idoli dell’antropocentrismo.

[Foto @Pixabay]

Come comunicano gli animali, il libro sulle conversazioni segrete del mondo vivente ultima modifica: 2021-10-11T07:41:11+02:00 da Davide Mazzocco
Tags:
Come comunicano gli animali, il libro sulle conversazioni segrete del mondo vivente ultima modifica: 2021-10-11T07:41:11+02:00 da Davide Mazzocco

Giornalista e saggista, ha scritto di ecologia, ambiente e mobilità sostenibile per numerose testate fra cui La Stampa Tuttogreen, Ecoblog, La Nuova Ecologia, Terra, Narcomafie, Slow Food, Ciclismo, Alp ed ExtraTorino. Ha pubblicato numerosi saggi fra cui “Giornalismo online”, “Propaganda Pop” e "Cronofagia".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Animali

Go to Top