Sole: benefici per il corpo

Tutto il buono del sole: i benefici per l’organismo e i consigli dell’esperto per prenderlo in sicurezza

in Benessere|Salute
Tutto il buono del sole: i benefici per l’organismo e i consigli dell’esperto per prenderlo in sicurezza ultima modifica: 2018-08-14T08:00:38+00:00 da Evelyn Baleani
da

Siamo nel pieno dell’estate. Ed estate è anche sinonimo di sole. Sono numerosi i benefici che una corretta esposizione garantisce al nostro organismo, da un punto di vista sia fisico sia psicologico. Scopriamone alcuni tra i più significativi e, con l’aiuto del Prof. Antonino Di Pietro, dermatologo di fama internazionale e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis di Milano, vediamo come esporci, tutelando la salute della nostra pelle.

È la migliore fonte di approvvigionamento di vitamina D

La vitamina D è fondamentale per lo sviluppo, per la crescita e per il benessere delle ossa. L’alimentazione da sola non è sufficiente per garantire il corretto approvvigionamento di questa vitamina che, invece, viene sintetizzata attraverso l’esposizione al sole. La luce solare, infatti, fa sì che il 7-deidrocolesterolo, naturalmente presente nel nostro organismo, si trasformi in colecalciferolo, ossia in vitamina D3.

Allevia alcuni disturbi della pelle

Il sole rappresenta un efficace alleato nella lotta a diverse patologie cutanee. Lo è, per esempio, nei confronti della dermatite seborroica, malattia infiammatoria cronica che si manifesta con la formazione di squame biancastre o giallastre, colpendo varie aree della pelle, come viso, cuoio capelluto, padiglioni auricolari, tronco e non solo.

SoleSulla pelle affetta da dermatite seborroica, i raggi solari stimolano le difese cutanee e, attraverso la loro azione, determinano una progressiva regressione delle lesioni del disturbo che, in molti casi, scompaiono completamente.

Allontana il cattivo umore e regola i ritmi circadiani

Il sole stimola la produzione di serotonina, neorotrasmettitore noto anche come “ormone del buonumore”. I livelli di serotonina influiscono sull’umore. Se sono alti, riscontriamo uno stato di benessere diffuso. Quando sono bassi, invece, percepiamo una sensazione di malumore.

La serotonina è anche un precursore della melatonina, ormone secreto dall’epifisi che regola i ritmi circadiani, sincronizzando il ciclo sonno-veglia. Elevati livelli di seratonina consentono di riposare bene, mentre livelli bassi possono provocare insonnia o altri disturbi del sonno.

Prendere il sole in sicurezza: i suggerimenti del dermatologo

Il sole è essenziale per l’organismo ma, come rovescio della medaglia, può rappresentare un serio pericolo per la salute della nostra pelle. Se non preso con le dovute precauzioni, infatti, può determinare diversi effetti negativi, a partire da un invecchiamento precoce fino, nel peggiore dei casi, alla comparsa del melanoma, il più pericoloso dei tumori cutanei.

Per poter godere di tutti i benefici del sole è perciò fondamentale imparare a esporsi correttamente, seguendo semplici regole di buon senso. Ce le suggerisce il Prof. Antonino Di Pietro.

Come si fa a ottenere il meglio dall’esposizione solare senza “rischiare” la pelle, professore?
“La cute va innanzitutto salvaguardata applicando adeguate protezioni da scegliere in base al proprio fototipo. Più il fototipo è basso più la protezione deve essere alta. Chi, per esempio, presenta un fototipo 1, ossia una pelle molto chiara e sensibile, numerose efelidi e capelli rossi, deve utilizzare protezioni elevate, generalmente indicate sulle confezioni dei prodotti con la dicitura “Spf 50+”, dove “Spf” sta per “Sun Protection Factor” (Fattore di protezione solare). Chi invece ha un fototipo 6, ossia capelli e pelle molto scuri, può preferire una protezione bassa.”

Prof. Antonino Di Pietro: dermatologo a Milano e direttore dell'Istituto Dermoclinico Vita Cutis
Il Prof. Antonino Di Pietro

Come vanno usati i solari per ottenere la massima efficacia?
“Le creme vanno utilizzate più volte al giorno quando ci si espone, ricordando di rinnovare l’applicazione dopo ogni doccia e dopo ogni tuffo in piscina o in mare. Le protezioni, inoltre, sono da usare non solo in spiaggia, al lago o in montagna, ma anche in città quando si prende il sole al parco o semplicemente ci si muove per le strade a piedi o in bici.”

Quali sono, invece, i tempi ideali per garantirsi un’abbronzatura sana? Ci si può esporre da subito per diverse ore?
“Per abbronzarsi in sicurezza, l’esposizione deve essere graduale. Consiglio di iniziare con pochi minuti il primo giorno, da aumentare progressivamente nelle giornate successive. Questa accortezza permette di stimolare la produzione di melanina, la sostanza prodotta naturalmente dall’organismo che, oltre a determinare l’effetto di imbrunimento caratteristico dell’abbronzatura, aiuta la cute a difendersi dall’azione aggressiva dei raggi solari.”

L’alimentazione può essere d’aiuto per proteggere la pelle dal sole?
“Certamente. Frutta e verdura fresche di stagione rappresentano un vero toccasana per tutelare la pelle dagli effetti nocivi dell’esposizione solare. Particolarmente utili sono carote, peperoni, pomodori albicocche, pesche e meloni, perché contengono notevoli quantità di betacarotene, sostanza che aumenta le difese della pelle sotto il sole.”

Abbronzatura sana

Quali altri suggerimenti può darci, professore?
“Raccomando di prestare molta attenzione all’idratazione cutanea. La pelle deve essere dissetata dall’interno e dall’esterno. Dall’interno, bevendo due litri di acqua al giorno da unire, preferibilmente, a tisane e centrifugati di frutta e verdura fresche. Dall’esterno, applicando prodotti restituenti,  altamente idratanti e dalle proprietà antiossidanti. Tra i migliori principi attivi naturali, consiglio la Fospidina, l’acido ialuronico, i fosfolipidi, la glucosamina, la vitamina C e la vitamina E. Attenzione, infine, a un nemico poco conosciuto: il calore. La pelle va infatti protetta non solo dagli effetti dei raggi UVA e UVA ma anche dai raggi termici infrarossi che la surriscaldano, scatenando la comparsa di fastidiosi eritemi solari. Per evitare che la cute si riscaldi troppo, mentre ci si espone, è sufficiente rinfrescarla spesso con tuffi in mare, con docce o, ancor più semplicemente, nebulizzando acqua dolce.”

Tutto il buono del sole: i benefici per l’organismo e i consigli dell’esperto per prenderlo in sicurezza ultima modifica: 2018-08-14T08:00:38+00:00 da Evelyn Baleani
Tags:
Tutto il buono del sole: i benefici per l’organismo e i consigli dell’esperto per prenderlo in sicurezza ultima modifica: 2018-08-14T08:00:38+00:00 da Evelyn Baleani

Web Content Editor freelance. Si occupa di contenuti per i media (TV e Web) dal 2000. Dopo aver lavorato per alcuni anni in redazioni di società di produzione televisiva e Web Agency, ha deciso di spiccare il volo con un’attività tutta sua. Le sue più grandi passioni oltre l'ambiente? Il Web, la scrittura e la Spagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Benessere

Go to Top