condomini accessibili

Condomìni accessibili: dispositivi per anziani da inserire in un condominio

in Abitare
Condomìni accessibili: dispositivi per anziani da inserire in un condominio ultima modifica: 2019-04-19T13:30:34+00:00 da Redazione eHabitat.it
da

La libertà e l’autonomia di movimento sono cose importanti che in età giovanile si tende a dare per scontate ma che con l’avanzare dell’età possono venire a mancare.

I gradini che percorrevamo a due a due da giovani, in maniera veloce e spedita, possono diventare un vero e proprio ostacolo nella nostra vecchiaia, rendendo il nostro condominio e la nostra abitazione dei luoghi inospitali, e costringendoci a chiedere aiuto e assistenza per spostarci tra un piano e l’altro e raggiungere il nostro appartamento.

Oggi fortunatamente sono disponibili in commercio dei dispositivi pensati apposta per aiutare chi ha problemi di deambulazione a causa dell’età, come i montascale a poltroncina, che possono essere installati sia all’interno del proprio appartamento sia negli spazi comuni del condominio, senza creare ingombro, rumore o alterare il decoro dell’edificio.

Sono molte le soluzioni presenti sul mercato per migliorare l’accessibilità di un condominio. Vediamole insieme, per fare una scelta oculata e scegliere il dispositivo più adatto al vostro immobile e alle vostre esigenze.

Dispositivi per anziani adatti ai condomìni

Grazie alle ricerche nel campo del superamento delle barriere architettoniche, oggi in commercio esistono diverse tipologie di apparecchi e dispositivi studiati appositamente per aiutare gli utenti nei loro spostamenti quotidiani all’interno di edifici e condomìni, siano essi persone anziane, disabili, donne in gravidanza o individui con altri problemi di deambulazione.

condomini accessibiliPer legge, nel caso di edifici di nuova costruzione che presentano più di due piani fuori terra è obbligatoria la presenza di un ascensore, ma nei casi di edifici preesistenti o più bassi che siano dotati di scalini, rampe e dislivelli, è necessario valutare di installare altre tipologie di apparecchi, che garantiscano autonomia, sicurezza e accessibilità a tutti i condòmini che vivono al suo interno.

Tra gli interventi più semplici, economici ed efficaci che possono essere messi in atto per rendere un condominio più accessibile per le persone anziane, si può sicuramente intervenire sul portone di ingresso, sostituendo i pesanti portoni a spinta con porte scorrevoli e automatiche, e sulle rampe di scale, dotandole di corrimano per facilitare la salita e la discesa con un sicuro appoggio laterale.

Per gli edifici di nuova costruzione l’installazione di corrimano lungo le scale è obbligatoria, mentre per quelli anteriori al 1989 prevede l’approvazione dell’assemblea condominiale. Si tratta tuttavia di un’opzione da valutare attentamente, anche perché spesso il corrimano rappresenta la base di appoggio necessaria per l’installazione di un altro tipo di dispositivo perfetto per la mobilità di anziani e disabili, ossia il montascale.

Ne esistono diversi modelli che rientrano in due categorie principali:

  • il montascale a poltroncina, dove l’utente può superare la rampa stando comodamente seduto;
  • il montascale a piattaforma, che può alloggiare anche sedie a rotelle, deambulatori e passeggini.

Per i condomìni in cui i problemi di accessibilità possono essere risolti solo con interventi strutturali più elaborati, altri dispositivi per anziani che possono essere installati facilmente sono i mini ascensori e le piattaforme elevatrici, comodi perché installabili sia all’interno sia all’esterno del condominio, nel caso gli spazi interni risultino troppo angusti.

Perché installare un dispositivo per l’accessibilità nel proprio condominio?

Accessibilità è sinonimo di libertà e autonomia, e anche nel nostro paese l’accessibilità dei luoghi pubblici e privati sta diventando sempre più un valore condiviso anche grazie alle normative vigenti, e in particolare alla legge n. 13/1989 e al successivo Decreto Ministeriale 236/1989 sul superamento delle barriere architettoniche.

La presenza di dispositivi per l’abbattimento e il superamento delle barriere architettoniche all’interno degli edifici privati e dei condomìni, oltre a rappresentare un valido aiuto per le persone anziane che a causa dell’età non riescono più a salire e scendere le scale o a spostarsi come prima, possono diventare un supporto prezioso anche per gli altri condòmini con altri tipi di necessità e problemi.

Quante volte vi è capitato di arrivare a casa carichi di buste della spesa o di casse d’acqua e di tremare all’idea di dover salire a piedi tutte le scale? Oppure di trovarvi a dover salire le scale a più mandate, per la necessità di portare prima in casa i vostri bambini e poi di trascinare il passeggino?

Dispositivi come montascale, mini ascensori e piattaforme elevatrici possono infatti rappresentare un valido supporto anche nelle esigenze quotidiane dei condòmini che non sono anziani. In primo luogo rappresentano un aiuto insostituibile per le persone disabili, ma anche per le donne in gravidanza, per le famiglie numerose, con bambini piccoli e passeggini, o per chi soffre di patologie cardiache e respiratorie e non dovrebbe fare sforzi eccessivi.

Oltre a restituire autonomia e libertà di movimento, tali apparecchi possono quindi diventare degli elementi per il comfort domestico, in grado di migliorare la vita di tutti i condòmini e, al tempo stesso, di accrescere il valore di mercato dell’immobile stesso. Un altro fattore da valutare tutti insieme nella prossima assemblea di condominio.

Condomìni accessibili: dispositivi per anziani da inserire in un condominio ultima modifica: 2019-04-19T13:30:34+00:00 da Redazione eHabitat.it
Tags:
Condomìni accessibili: dispositivi per anziani da inserire in un condominio ultima modifica: 2019-04-19T13:30:34+00:00 da Redazione eHabitat.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*