santa barbara cover

Cammino Minerario di Santa Barbara, 500 km fra le meraviglie della Sardegna sud-occidentale

in Muoversi|Viaggi
Cammino Minerario di Santa Barbara, 500 km fra le meraviglie della Sardegna sud-occidentale ultima modifica: 2020-04-27T18:51:27+00:00 da Davide Mazzocco
da

Un anello di 500 km nella regione del Sulcis-Iglesiente-Guspinese

Il Cammino Minerario di Santa Barbara è un itinerario storico, culturale e religioso che si snoda nel Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna percorrendo gli antichi cammini minerari del Sulcis Iglesiente Guspinese. Il percorso è lungo 502 km ed è suddiviso in 30 tappe di lunghezza variabile fra i 7,3 e i 29 km. La suddivisione è stata fatta sulla base del chilometraggio, delle difficoltà di percorrenza e della disponibilità di strutture ricettive nei paesi e nei villaggi minerari attraversati. La media giornaliera si attesta sui 16 km, tranquillamente fattibili in 5 ore di cammino.

Santa Barbara è stata una martire cristiana vissuta fra il III e il IV secolo, fra i suoi numerosi patronati vi è quello dei minatori, da ciò nasce il legame fra questa santa e il territorio del Sulcis Iglesiente, nel quale l’estrazione mineraria ha a lungo rivestito un ruolo primario nell’economia locale.

Sin dal Neolitico, infatti, l’antropizzazione dell’area sud-occidentale della Sardegna è stata caratterizzata da un intenso rapporto con le rocce e il sottosuolo: inizialmente le cavità carsiche naturali sono state utilizzate come luoghi in cui trovare riparo o dare sepoltura, a partire dall’Età Nuragica (1500-800 a.C.) è cominciata un’attività estrattiva che ha accompagnato questo territorio fino alla metà degli anni Novanta del secolo scorso.

L’estrazione di minerali e metalli si è sviluppata per secoli, lasciando tracce profonde sulla rete viaria che viene percorsa durante il Cammino Minerario di Santa Barbara.

cammino minerario di santa barbara

Le caratteristiche delCammino Minerario di Santa Barbara

Alternando il paesaggio costiero ai passaggi nelle pianure e sui rilievi dell’entroterra, si cammina per il 75% del percorso su sentieri, mulattiere, carrarecce e strade carrabili sterrate, mentre il restante 25% è costituito dalle strade lastricate dei centri urbani e da brevi tratti extraurbani con fondo in asfalto.

Il percorso è molto nervoso, con continui dislivelli e un range altimetrico che va dal livello del mare ai 900 metri di altezza durante il passaggio nel sistema montuoso del Marganai.

Selvaggio Blu: il trekking estremo nel cuore della Sardegna alla scoperta della bellezza

Lungo il cammino sono numerosi i siti di archeologia classica e industriale di particolare fascino e bellezza. Per consentire ai camminatori di visitare queste strutture con il tempo necessario, le tappe coincidenti con questi siti hanno un chilometraggio ridotto. Chi non fosse interessato può dunque modificare la suddivisione delle tappe tenendo ovviamente conto delle strutture di accoglienza.

Il cammino è fattibile tutto l’anno, ma, nel caso si intenda percorrerlo nei mesi estivi, è consigliabile anticipare all’alba la partenza delle singole tappe, in modo da raggiungere la meta prima delle ore più calde della giornata.

Monteponi - Opifici industriali
Gli opifici industriali di Monteponi

La credenziale del Cammino Minerario di Santa Barbara

Come accade per molti cammini religiosi è disponibile una credenziale, vale a dire una carta che, oltre a certificare l’identità del pellegrino/escursionista, ne attesta anche il passaggio durante le varie tappe del Cammino Minerario di Santa Barbara.

La credenziale è rilasciata dalla Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara e può essere acquistata al costo di 2 euro direttamente presso la sede della Fondazione in Via Cattaneo, 70 a Iglesias (SU).

santa barbara 1

Le tappe del Cammino Minerario di Santa Barbara

Tappa 1 – Da Iglesias a Nebida 20,7 km
Tappa 2 – Da Nebida a Masua 9,2 km
Tappa 3 – Da Masua a Buggerru 18,4 km
Tappa 4 – Da Buggerru a Portixeddu 11,9 km
Tappa 5 – Da Portixeddu a Piscinas 16,2 km
Tappa 6 – Da Piscinas a Montevecchio 18,7 km
Tappa 7 – Da Montevecchio a Arbus 15,4 km
Tappa 8 – Da Arbus a Perd’e Pibera 15,4 km
Tappa 9 – Da Perd’e Pibera a Villacidro 15,6 km
Tappa 10 – Da Villacidro a Monti Mannu 18 km

Chiara Vigo non è l’ultima maestra del bisso, ma si trova in buona compagnia

Tappa 11 – Da Monti Mannu a Arenas 15,5 km
Tappa 12 – Da Arenas a Su Mannau 13,4 km
Tappa 13 – Da Su Mannau a San Benedetto 14,6 km
Tappa 14 – Da San Benedetto a Marganai 7,3 km
Tappa 15 – Da Marganai a Musei 14,4 km
Tappa 16 – Da Musei a Orbai 17,6 km
Tappa 17 – Da Orbai a Rosas 18 km
Tappa 18 – Da Rosas a Nuxis 12,5 km
Tappa 19 – Da Nuxis a Santadi 12,5 km
Tappa 20 – Da Santadi a Is Zuddas 15,7 km

santa barbara 4

Tappa 21 – Da Is Zuddas a Masainas 21,1 km
Tappa 22 – Da Masainas a Candiani 19,2 km
Tappa 23 – Da Candiani a Tratalias 24 km
Tappa 24 – Da Tratalias a Sant’Antioco 16,9 km
Tappa 25 – Da Sant’Antioco a Carbonia 22,8 km
Tappa 26 – Da Carbonia a Nuraxi Figus 22 km
Tappa 27 – Da Nuraxi Figus a Carloforte 11,5 km
Tappa 28 – Da Carloforte a Portoscuso 19,5 km
Tappa 29 – Da Portoscuso a Bacu Abis 29 km
Tappa 30 – Da Bacu Abis a Iglesias 15 km

[Foto Cammino Minerario di Santa Barbara]

Cammino Minerario di Santa Barbara, 500 km fra le meraviglie della Sardegna sud-occidentale ultima modifica: 2020-04-27T18:51:27+00:00 da Davide Mazzocco
Tags:
Cammino Minerario di Santa Barbara, 500 km fra le meraviglie della Sardegna sud-occidentale ultima modifica: 2020-04-27T18:51:27+00:00 da Davide Mazzocco

Giornalista e saggista, ha scritto di ecologia, ambiente e mobilità sostenibile per numerose testate fra cui La Stampa Tuttogreen, Ecoblog, La Nuova Ecologia, Terra, Narcomafie, Slow Food, Ciclismo, Alp ed ExtraTorino. Ha pubblicato numerosi saggi fra cui “Giornalismo online”, “Propaganda Pop” e "Cronofagia".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Muoversi

Go to Top