balene microplastiche

Le balene ingeriscono 10 milioni di pezzi di microplastiche al giorno. Lo rivela uno studio allarmante

in Animali|Inquinamento|News
Le balene ingeriscono 10 milioni di pezzi di microplastiche al giorno. Lo rivela uno studio allarmante ultima modifica: 2022-11-28T14:39:12+01:00 da Fabrizio Simone
da

Le balene ingeriscono fino a 10 milioni di pezzi di microplastiche al giorno, una quantità allarmante che proviene quasi interamente dalle loro prede.

Le balene ingeriscono fino a 10 milioni di pezzi di microplastiche al giorno.

È quanto emerge dallo studio “Field measurement reveal exposure risk to microplastic ingestion by filter-feeding megafauna”, pubblicato su Nature Communications.

L’Islanda vieterà la caccia alle balene a partire dal 2024

Il team di ricercatori guidato da Shirel Kahane-Rapport della California State University si è concentrato su balenottere azzurre, balenottere comuni e megattere.

Lo studio

I ricercatori hanno combinato i dati sulla microplastica della California Current con registrazioni dettagliate dei luoghi dove centinaia di balene, dotate di dispositivi di localizzazione, si foraggiavano tra il 2010 e il 2019.

È emerso, dunque, che questi animali si nutrono principalmente a profondità di 50-250 metri.

A tali profondità, purtroppo, si trovano la maggior parte delle microplastiche.

Sulla base delle misurazioni, dunque, gli studiosi stimano che le balenottere azzurre potrebbero consumare circa 10 milioni di pezzi di microplastica al giorno.

Le magattere, invece, potrebbero ingerire fino a quattro milioni di frammenti ogni giorno.

Microplastiche sulle Alpi, un’iniziativa per proteggere l’habitat di montagna

Gli autori dello studio hanno scoperto che “quasi tutte le microplastiche che le balene consumano provengono dalle loro prede, non dagli enormi volumi di acqua di mare che queste balene inghiottono quando si lanciano per catturare sciami di krill e piccoli pesci“.

Kahane-Rapport sottolinea quanto questa scoperta sia allarmante. “Abbiamo bisogno di ulteriori ricerche per capire se il krill che consuma microplastiche diventa meno ricco di olio e se il pesce può essere meno carnoso, meno grasso, il tutto a causa del consumo di microplastiche che dà loro l’idea di essere sazi”.

La ricercatrice spiega, dunque, che se il krill di cui si nutrono le balene è meno nutriente le conseguenze sono gravi.

“Se gli sciami sono densi di prede ma non nutrienti, è una perdita di tempo perché le balene mangiano qualcosa che è essenzialmente spazzatura. È come allenarsi per una maratona e mangiare solo gelatine”.

Chiaramente, non si conoscono ancora gli effetti a lungo termine dell’assunzione di queste microplastiche, ma gli scienziati ritengono che potrebbero esserci rischi fisiologici e tossicologici per le balene.

[Photo by Richard Sagredo on Unsplash]

Le balene ingeriscono 10 milioni di pezzi di microplastiche al giorno. Lo rivela uno studio allarmante ultima modifica: 2022-11-28T14:39:12+01:00 da Fabrizio Simone
Tags:
Le balene ingeriscono 10 milioni di pezzi di microplastiche al giorno. Lo rivela uno studio allarmante ultima modifica: 2022-11-28T14:39:12+01:00 da Fabrizio Simone

Nato a Torino dopo essersi diplomato al Liceo di Scienze Umane ha iniziato gli studi al Dams. È ora al terzo anno e oltre allo studio si dedica alle sue passioni che comprendono la scrittura e la lettura di libri e fumetti. Ama andare a correre, disegnare e guardare più film e serie tv possibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Animali

Go to Top