‘Pigeon Air Patrol’: il progetto che misura la qualità dell’aria di Londra grazie ai piccioni

in Animali|Clima|News
‘Pigeon Air Patrol’: il progetto che misura la qualità dell’aria di Londra grazie ai piccioni ultima modifica: 2016-04-06T08:00:10+02:00 da Valeria Rocca
da

Monitorare la qualità dell’aria delle grandi metropoli, nello specifico Londra, per individuare nuove strategie per la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini: è questo l’obiettivo del progetto “Pigeon Air Patrol” dove i protagonisti sono i piccioni, animali spesso disprezzati, ma in questo caso molto utili.

Plume-Pigeon-Patrol 1

Ideato dall’azienda Plume Labs in collaborazionecon l’Imperial College of London, l’esperimento prevede che una squadra di piccioni addestrati, muniti di uno zainetto con GPS e sensori, volino nella capitale londinese per rilevare i livelli di ozono, biossido di azoto e composti organici volatili emessi dai fumi di scarico. I dati raccolti potranno essere consultati in tempo reale dai londinesi attraverso il profilo Twitter @PigeonAir scaricando l’app E-plume sul proprio smarthphone.

Cinque i livelli previsti: dal migliore FRESH, in cui il livello d’inquinamento è considerato basso e si può stare all’aria aperta, fino all’EXTREME, in cui è consigliabile non uscire da casa; in mezzo, i livelli intermedi MODERATE, HIGH E VERY HIGH.

Pigeon Air Patrol

Una classificazione semplice e facilmente consultabile che vuole smuovere le coscienze su una problematica seria, quella dell’inquinamento dell’aria, che a Londra pare più grave che in altre metropoli. Dati alla mano, pare che in soli sette giorni sia stato già superato il limite di legge dell’inquinamento atmosferico previsto per tutto il 2016 e recenti studi dimostrano che quasi 10.000 morti premature siano legate alla pessima qualità dell’aria che si respira nella City.

Il progetto, visto il successo riscontrato in poche settimane, non si limiterà solo ai piccioni, ma vuole ampliarsi coinvolgendo ovviamente l’uomo. Si stanno, infatti, cercando un centinaio di volontari (ciclisti, runners e in generale persone che passano molto tempo all’aria aperta) per mappare in modo più capillare la città e studiare nuove strategie urbane di riduzione dell’inquinamento.

Pigeon Air Patrol 2

Comunicare attraverso un App o Twitter, in modo semplice e intuitivo, dati scientifici importanti, come quelli della qualità dell’aria che respiriamo, è un cambiamento importante che rende i dati accessibili a tutti e permette una sensibilizzazione ad ampio raggio. E’ importante che i cittadini siano consapevoli della loro esposizione all’inquinamento atmosferico e delle implicazioni per la salute del comportamento di ognuno, così da mettere in atto un cambiamento.

Insomma, un progetto interessante e innovativo che coinvolge in prima persona i cittadini perché soltanto attraverso la conoscenza si possono realizzare politiche sostenibili per la tutela dell’ambiente e della qualità dell’aria.

‘Pigeon Air Patrol’: il progetto che misura la qualità dell’aria di Londra grazie ai piccioni ultima modifica: 2016-04-06T08:00:10+02:00 da Valeria Rocca
Tags:
‘Pigeon Air Patrol’: il progetto che misura la qualità dell’aria di Londra grazie ai piccioni ultima modifica: 2016-04-06T08:00:10+02:00 da Valeria Rocca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Animali

Go to Top