luffa

Luffa: cos’è e come si può utilizzare questa spugna naturale e biodegradabile

in Beauty
Luffa: cos’è e come si può utilizzare questa spugna naturale e biodegradabile ultima modifica: 2020-05-27T08:00:36+00:00 da GreenElle
da

Valida alternativa alle spugne sintetiche, la luffa è una pianta essiccata da usare sia per l’igiene personale che per la pulizia delle superfici casalinghe.

La luffa è una spugna di origine vegetale, totalmente biodegradabile, che consente di limitare il proprio impatto ambientale attraverso scelte amiche dell’ambiente anche nell’igiene personale e domestica.

Consumata anche come alimento, diventa una spugna grazie ad un processo di essiccazione. Proviene, infatti, da un vegetale appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee, molto simile per forma e colore alla comune zucchina.

Si trova in commercio nei negozi di prodotti biologici e naturali o presso le erboristerie. In alternativa è acquistabile on line, anche nel formato guanto.

Scrub naturale: le ricette fai-da-te per viso e corpo

Luffa: proprietà

Grazie alle sue caratteristiche, questa spugna svolge un’apprezzata azione esfoliante delicata sulla pelle. Rappresenta pertanto un ottimo rimedio naturale per rimuovere le cellule morte durante il bagno o sotto la doccia. Inoltre, la sua ruvidità e l’efficacia abrasiva la rendono adatta per sollevare i peli incarniti prima della depilazione.

Essendo un prodotto ipoallergenico, non presenta delle particolari limitazioni di utilizzo per chi ha una pelle sensibile e più delicata.

Luffa: come si usa

Prima di utilizzarla, occorre ammorbidirla un po’ solo con acqua oppure aggiungendo anche qualche goccia di bagnoschiuma o di detersivo, in base agli usi.

Si può adoperare per detergere sia il corpo che il viso ma è una spugna utile anche per la pulizia delle stoviglie o per le superfici di casa.

Vivere senza plastica: guida per principianti per una vita plastic-free (o quasi)

Dopo averla usata, è utile lasciare che si asciughi del tutto in modo da evitare l’eventuale formazione di muffe o la proliferazione dei batteri a causa dei ristagni di acqua.

Una volta esaurita la sua funzione, si può smaltire con i rifiuti organici o nella compostiera. La sua durata dipende dalla frequenza di utilizzo. Con l’uso tende a perdere il suo potere abrasivo solitamente dopo 3-4 settimane.

Luffa: cos’è e come si può utilizzare questa spugna naturale e biodegradabile ultima modifica: 2020-05-27T08:00:36+00:00 da GreenElle
Tags:
Luffa: cos’è e come si può utilizzare questa spugna naturale e biodegradabile ultima modifica: 2020-05-27T08:00:36+00:00 da GreenElle

Vive a Roma ma mantiene saldo il legame con il suo sud. Appassionata di scrittura sul web, si interessa a tutto ciò che ruota intorno al mondo 'verde': dall'alimentazione cruelty-free alla mobilità sostenibile, dalla cosmetica ai rimedi naturali, il tutto nell'ottica del benessere per l'uomo e l'ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Beauty

Go to Top