gattile-01-

Coccolatori di gatti cercasi: l’appello di un gattile in un Comune del Milanese

in Animali|Lifestyle
Coccolatori di gatti cercasi: l’appello di un gattile in un Comune del Milanese ultima modifica: 2019-11-11T14:56:56+00:00 da Lucia Giannini
da

Il ruolo del volontario all’interno di un canile o di un gattile, non è sempre così facile. I compiti da svolgere sono tanti e le esigenze degli ospiti numerose, per cui spesso può risultare difficile riuscire a ritagliarsi del tempo per coccolare affettuosamente i piccoli abitanti della struttura.

Questo è il motivo che ha visto nascere una chiara richiesta d’aiuto in un Comune del Milanese: “Coccolatori di Gatti cercasi”. Pare, infatti, che l’Associazione Tom & Jerry di Buccinasco abbia rivolto questo appello a chiunque voglia offrirsi per la sola mansione di “coccolatore professionista”, un pretesto per donare affetto ai gatti che attendono di essere adottati.

Il Cangattile di Buccinasco, gestito dall’associazione Tom & Jerry, è stato aperto nel 2018 con l’intento di ospitare animali abbandonati in attesa di una nuova famiglia adottiva: i volontari dell’associazione, però, si rendono conto che per i loro piccoli ospiti vorrebbero fare molto di più. Il benessere dei cani e dei gatti all’interno della struttura è dato non solo dalla pulizia dei box, dalla somministrazione delle cure adeguate o dal cibo, ma anche dall’affetto e dalle carezze che potrebbero ricevere.

E proprio per non far mancare niente ai piccoli ospiti, l’associazione si vedrebbe pronta ad accogliere volontari che possano dedicarsi unicamente alla funzione di “coccolatori”.

Il Cangattile di Buccinasco
Il Cangattile di Buccinasco

Si tratta senza dubbio di un ruolo fondamentale per l’accoglienza di qualsivoglia felino in un gattile. Pare, infatti, che dedicare del tempo non solo alle cure concrete, ma anche alla sfera affettiva, accarezzando e coccolando l’animale, aiuti a creare un  rapporto di armonia e complicità che andrà ad influire positivamente sul comportamento del cane o del gatto, e sul suo benessere psicofisico.

La condizione degli animali all’interno di un canile o di un gattile non è sempre facile, spesso si tratta di animali che arrivano da abbandoni e potrebbero anche aver subito atti di violenza. La figura del coccolatore abbinata a quella del volontario aiuterebbe l’ospite a riacquistare fiducia nell’essere umano, rendendolo più tranquillo e mansueto, e garantendo uno stimolo maggiore all’adattamento in un ambiente che da subito può risultare ostile.

gattile

Secondo un recente censimento della LAV, ad oggi si contano circa 79mila cani nei canili e nei rifugi italiani, e altri 69mila nelle strutture sanitarie. Scarseggiano, invece, dati precisi relativi ai nostri amici felini. Secondo un’analisi pubblicata dal Sole 24 Ore, nel 2017 i gattili italiani sarebbero 122, dislocati principalmente nelle regioni del centro-nord. Tali strutture scarseggiano al Sud, dove il tasso di sterilizzazione dei gatti risulta essere nettamente inferiore, rischiando di incidere in maniera significativa sulla percentuale di randagismo.

A fronte di tali dati diventa dunque necessario favorire l’accoglienza degli animali all’interno di strutture specializzate, che possano garantire loro il giusto grado di attenzioni e tenerissime coccole, senza considerare il beneficio di cui anche gli stessi volontari potranno godere.

Siamo onesti: accarezzare un piccolo amico pelosetto è senza dubbio un’esperienza benefica anche per noi. Chiunque  fosse interessato a diventare un “coccolatore di gatti”, perciò, non deve fare altro che contattare la volontaria Anna Corbani al numero 3472935402.

Cosa aspettate? Armatevi di tenerezza, tanti affettuosi gattini vi aspettano!

Coccolatori di gatti cercasi: l’appello di un gattile in un Comune del Milanese ultima modifica: 2019-11-11T14:56:56+00:00 da Lucia Giannini
Tags:
Coccolatori di gatti cercasi: l’appello di un gattile in un Comune del Milanese ultima modifica: 2019-11-11T14:56:56+00:00 da Lucia Giannini

Laureta in Lingue e attualmente iscritta alla facoltà di Comunicazione e Culture dei Media, cerca di compensare agli obblighi della vita da impiegata, dando sfogo alla sua più grande passione: la scrittura. Appassionata d'arte, cultura, letteratura e amante degli animali, è sensibile alle ingiustizie e ama il libero confronto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Animali

Go to Top