Paul McCartney

Paul McCartney lotta per salvare Jeymalyatha, un’elefantessa indiana maltrattata

in Animali|Musica
Paul McCartney lotta per salvare Jeymalyatha, un’elefantessa indiana maltrattata ultima modifica: 2022-10-02T07:32:20+02:00 da Alberto Pinto
da

Paul McCartney ha scritto una lettera al Ministro dell’Ambiente indiano per salvare il destino di Jeymalyatha, un’elefantessa maltrattata e tenuta prigioniera in un tempio di Tamil Nadu.

Paul McCartney
Paul McCartney ha scritto al Ministro dell’Ambiente indiano per soccorrere l’elefantessa Jeymalyatha, vittima di maltrattamenti.

L’amore per gli animali che contraddistingue Paul McCartney è noto a tutti. Autore di Looking For Changes, brano contro i maltrattamenti nei confronti delle altre specie, l’ex Beatles è stato anche tra le prime celebrità a promuovere uno stile alimentare vegetariano.

La nuova battaglia animalista di Sir Paul McCartney riguarda il futuro di un esemplare femmina di elefante indiano, Jaymalyatha, anche conosciuta come Joymala. A far conoscere la sua triste storia è stato un video portato all’attenzione da PETA India, in cui l’elefantessa viene mostrata prigioniera in un tempio di Tamil Nadu.

Catturata e trattenuta illegalmente da un decennio, Jamalyatha compare nel video mentre viene colpita e mentre le torcono la pelle con delle pinze. Una situazione drammatica che rende urgente il suo salvataggio e il successivo trasferimento in un luogo sicuro e pronto a darle le giuste cure.

The Continuing Story of Bungalow Bill, il brano con cui cinquant’anni fa i Beatles si opponevano alla caccia

 

Toccato da queste immagini scioccanti, Paul McCartney ha deciso di sollecitare un intervento appellandosi direttamente a Bhupender Yadav, il Ministro indiano dell’Ambiente, delle Foreste e del Cambiamento Climatico.

Sono fiducioso”, scrive Paul McCartney nella lettera, “che verrà intrapresa un’azione per inviare l’elefante gravemente maltrattato Jeymalyatha in un centro di soccorso adeguato dove potrà ricevere le cure specialistiche di cui ha bisogno per le sue ferite psicologiche, dove poter vivere senza catene e in compagnia di altri della sua specie”.

Paul McCartney
Paul McCartney è stato uno dei primi volti celebri ad esporsi per i diritti degli animali.

Il cantautore ha poi sottolineato che le femmine degli elefanti necessitano di condurre la propria vita in un branco familiare. “È straziante che questo animale così socievole e intelligente sia ancora costretto a vivere in isolamento”.

L’intervento di Paul McCartney è stato accolto con speranza e ottimismo da PETA India, che inizialmente aveva lanciato l’appello alla polizia e all’Animal Welfare Board of India.

Brian May, il chitarrista dei Queen è un attivista impegnato nella difesa dei diritti degli animali

Come dichiarato a Plant Based News da Poorva Joshipura, vicepresidente senior per gli affar internazionali di PETA India, “La lettera di Paul porta Jeymalyatha un passo più vicino alla fuga dalla sua vita infernale e al trasferimento in un centro di soccorso dove potersi riprendere dal trauma, ricevere cure specialistiche e, invece di condurre una vita solitaria, godersi la compagnia di altri elefanti”.

Il gesto di Paul McCartney rivela ancora una volta la sensibilità di un artista che si è sempre esposto in prima persona per salvare gli animali dalle crudeltà dell’uomo. È stato così anche per difendere Jeymalyatha, affinché il suo futuro possa essere sereno e lontano dalle sofferenze che purtroppo ha conosciuto.

Paul McCartney lotta per salvare Jeymalyatha, un’elefantessa indiana maltrattata ultima modifica: 2022-10-02T07:32:20+02:00 da Alberto Pinto
Tags:
Paul McCartney lotta per salvare Jeymalyatha, un’elefantessa indiana maltrattata ultima modifica: 2022-10-02T07:32:20+02:00 da Alberto Pinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Animali

Go to Top