Museo dei suoni in via d'estinzione

Museo dei Suoni in via d’estinzione, un tuffo nel passato tra suoni e melodie vintage

in Lifestyle|News
Museo dei Suoni in via d’estinzione, un tuffo nel passato tra suoni e melodie vintage ultima modifica: 2022-07-10T06:54:26+02:00 da Fabrizio Simone
da

Il Museo dei Suoni in via d’estinzione è un vero e proprio archivio che permette di ascoltare i temi e le melodie di apparecchi tecnologici ormai obsoleti.

Il Museo dei Suoni in via d’estinzione esiste e si trova online.

Si tratta di un sito particolarmente apprezzato da tutti i nostalgici, curiosi di risentire i temi, i rumori di avvio e le melodie di apparecchi tecnologici ormai superati.

Il sito savethesounds.info è utile anche ai più giovani, che hanno l’occasione di scoprire che suono avevano questi oggetti vintage che probabilmente non hanno mai utilizzato e non lo faranno mai.

La Biblioteca delle Cose, dove gli oggetti non si comprano bensì si condividono

Lanciato nel 2012 da Brendan Chilcutt, il sito è un vero e proprio archivio, creato inizialmente come progetto universitario.

Il Museo dei Suoni in via d’estinzione presenta immagini in bianco e nero di vari oggetti del nostro passato, ormai obsoleti.

Facendo clic sulle immagini, il suono verrà riprodotto in loop, avviando una GIF a colori che andrà avanti fino a quando l’utente non la disattiverà con un secondo clic.

Savethesound, inoltre, offre anche la possibilità di riprodurre più suoni contemporaneamente. L’ideale per chi desidera un’esperienza più cacofonica.

Max Casacci rilascia Earthphonia, un disco con i suoni del mondo che sarà

Tra i suoni che si possono ascoltare ci sono: il rumore di una macchina da scrivere, la suoneria del telefono Nokia, il rumore di una stampante ad aghi e il tipico ronzio del floppy disk.

Ma ci sono anche temi di videogiochi classici come Pac-Man e Nintendo.

A proposito del sito, Brendan Chilcutt scrive: “Immagina un mondo in cui non sentiremo mai più l’avvio sinfonico di una macchina Windows 95. Immagina generazioni di bambini che non hanno familiarità con il chiacchiericcio degli angeli alloggiato nel profondo dei recessi di un vecchio televisore a tubo catodico. E quando il mondo intero avrà adottato dispositivi con interfacce touch eleganti e silenziose, dove ci rivolgeremo per il suono delle dita che colpiscono le tastiere QWERTY? Dimmelo. E dimmi: chi giocherà al mio GameBoy quando me ne sarò andato?”

[Photo by Diego González on Unsplash]

Museo dei Suoni in via d’estinzione, un tuffo nel passato tra suoni e melodie vintage ultima modifica: 2022-07-10T06:54:26+02:00 da Fabrizio Simone
Tags:
Museo dei Suoni in via d’estinzione, un tuffo nel passato tra suoni e melodie vintage ultima modifica: 2022-07-10T06:54:26+02:00 da Fabrizio Simone

Nato a Torino dopo essersi diplomato al Liceo di Scienze Umane ha iniziato gli studi al Dams. È ora al terzo anno e oltre allo studio si dedica alle sue passioni che comprendono la scrittura e la lettura di libri e fumetti. Ama andare a correre, disegnare e guardare più film e serie tv possibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Lifestyle

Go to Top