Allarme zecche Piemonte

Allarme zecche in Piemonte, il parassita ha invaso boschi e montagne

in Animali|News
Allarme zecche in Piemonte, il parassita ha invaso boschi e montagne ultima modifica: 2022-06-01T07:52:01+02:00 da Fabrizio Simone
da

Allarme zecche in Piemonte, l’arrivo del caldo e la siccità che ha contraddistinto questo inverno hanno creato un habitat ottimale per questi parassiti che hanno invaso boschi e montagne. Ecco quali precauzioni adottare per difendersi.

Allarme zecche in Piemonte, questi insetti hanno invaso i boschi e le montagne annidandosi sul manto di ungulati e selvaggina.

La presenza del parassita è cresciuta molto negli ultimi anni, diventando massiccia e registrando un picco proprio in questi mesi.

Extinction Rebellion, tre sirene spiaggiate sul Po per denunciare la siccità in Piemonte

Ma a cosa è dovuta questa anomala proliferazione delle zecche? Il fattore principale è, senza dubbio, l’inverno caldo e senza pioggia che si è abbattuto sulla regione piemontese.

Purtroppo, come anticipato, il clima degli ultimi giorni ha rappresentato un habitat ottimale per questi insetti.

Bisogna tenere presente, inoltre, che cervi, cinghiali e caprioli sono portatori di questo parassita. Ciò significa che i sempre più frequenti avvistamenti dei cinghiali nei centri cittadini potrebbero portare a un aumento della diffusione del parassita.

La situazione, probabilmente, si aggraverà con l’arrivo dell’estate.

Bisogna, dunque, prendere subito delle precauzioni, per evitare di ritrovarsi vittime di questi fastidiosi insetti.

Bramito del cervo: i boschi italiani in cui assistere a questo spettacolo naturalistico

Come difendersi dalle zecche?

Innanzitutto è opportuno evitare quei luoghi dove è sicuro incontrare le zecche. Attenzione, quindi, ai boschi, ma se proprio non riusciamo a rinunciarci è meglio adottare alcuni accorgimenti.

Meglio munirsi di pantaloni lunghi, scarpe chiuse per proteggere i piedi e calzettoni alti fin sopra al ginocchio.

In questo modo, gli escursionisti possono proteggersi da malattie potenzialmente gravi (malattia di Lyme e meninogoencefalite da zecche).

Anche i nostri animali domestici sono a rischio, in quanto possono incappare nella babesiosi. 

Per proteggere i nostri animali è necessario aver cura di spruzzare l’antiparassitario. 

In caso notassimo una macchiolina brunastra o un arrossamento concentrico sul nostro corpo è molto probabile che una zecca ci abbia punto. In questo caso bisogna rivolgersi immediatamente al pronto soccorso.

[Photo by Erik Karits on Unsplash]

Allarme zecche in Piemonte, il parassita ha invaso boschi e montagne ultima modifica: 2022-06-01T07:52:01+02:00 da Fabrizio Simone
Tags:
Allarme zecche in Piemonte, il parassita ha invaso boschi e montagne ultima modifica: 2022-06-01T07:52:01+02:00 da Fabrizio Simone

Nato a Torino dopo essersi diplomato al Liceo di Scienze Umane ha iniziato gli studi al Dams. È ora al terzo anno e oltre allo studio si dedica alle sue passioni che comprendono la scrittura e la lettura di libri e fumetti. Ama andare a correre, disegnare e guardare più film e serie tv possibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Animali

Go to Top