eHabitat.it

Sudafrica, vietato l’allevamento di leoni per la caccia… ma non la caccia

allevamento di leoni

L’allevamento di leoni per la caccia sarà vietato in Sudafrica perché mette a rischio la conservazione dell’habitat. Purtroppo, la caccia della specie sarà ancora permessa

Il governo del Sudafrica ha deciso di vietare l’allevamento di leoni destinati alla caccia. Così è stato annunciato dalla ministra dell’Ambiente Barbara Creecy durante una conferenza stampa. La decisione è stata presa alla luce dei risultati di uno studio che sostenevano che l’allevamento di leoni in cattività mette a rischio gli sforzi di conservazione dell’habitat selvatico e la reputazione del turismo in Sudafrica.

Purtroppo, si tratta di una buona notizia solo parzialmente. La caccia dei leoni non sarà definitivamente vietata. Anzi, verrà promossa un’esperienza di caccia “più autentica”, dato che gli animali non saranno più in cattività e si potranno cacciare soltanto nel loro ambiente selvatico.

Gli autori dello studio hanno chiesto al ministero di avviare una revisione politica e legislativa urgente al fine di porre fine all’allevamento. Dati anche i problemi relativi ad altre specie iconiche come l’elefante (a causa del commercio di avorio), il rinoceronte (bracconaggio in aumento) o il leopardo (caccia e commercio di pelliccia), il gruppo ha deciso di includerli nel documento per essere valutati in futuro.

La Spagna vieta la caccia al lupo, decisione storica

Lo studio prevede “paesaggi naturali protetti e ripristinati con popolazioni di elefanti, leoni, rinoceronti e leopardi come indicatori di un settore della fauna selvatica vivace, responsabile, inclusivo, trasformato e sostenibile”. Secondo Creecy, questa visione è in linea con il Piano strategico 2024 del dipartimento, che intende arrivare a “una società prospera ed equa che vive in armonia con le risorse naturali”.

Secondo la ministra, “l’implementazione delle raccomandazioni trasformerà le pratiche all’interno del settore della fauna selvatica, migliorerà la conservazione dell’ambiente e delle specie, rinvigorirà le economie rurali e rafforzerà le pratiche tradizionali”.

Mia e il Leone Bianco, sul grande schermo una storia di amicizia e libertà nel segno della natura

Purtroppo, Creecy sostiene che questo porterà anche al miglioramento della reputazione internazionale del Sudafrica, riposizionando il paese come destinazione ancora più competitiva per l’ecoturismo e la caccia responsabile.

Infatti, in nessun momento è stata valutata l’opzione di vietare la caccia. Il dipartimento ha chiarito che le raccomandazioni degli studiosi non sono contrarie al settore venatorio: prevenire la caccia ai leoni in cattività è nell’interesse dell’industria della caccia selvaggia e darà un impulso al settore e ai posti di lavoro che crea.

Non ci saranno più dei leoni allevati in cattività in Sudafrica, ma la strada da percorrere per evitarne la caccia è ancora molto lunga.

Sudafrica, vietato l’allevamento di leoni per la caccia… ma non la caccia ultima modifica: 2021-05-07T13:04:14+02:00 da Carla Clúa Alcón
Exit mobile version