eHabitat.it

Autocertificazione di Natale, lockdown e spostamenti: facciamo chiarezza

Autocertificazione di Natale

Quando serve l’autocertificazione per muoversi nei giorni di Natale? Ecco le FAQ sul lockdown delle feste, con le risposte alle domande e ai dubbi più frequenti.

Autocertificazione e FAQ, ecco le risposte ai dubbi nati in seguito al Decreto di Natale che contiene le nuove norme anti-Covid per le festività natalizie.

L’Italia, in base al provvedimento, è tutta zona rossa da giovedì 24 fino a domenica 27 dicembre 2020 compresi; dal 31 dicembre al 3 gennaio e anche il 5 e 6 gennaio 2021. Nelle giornate dal 28 al 30 dicembre e venerdì 4 gennaio, invece, l’intero Paese sarà zona arancione.

Stretta di Natale anti-Covid, Italia tra zona rossa e arancione

Autocertificazione di Natale, come compilarla correttamente

In tutti i giorni di zona rossa, deve essere compilato il modulo di autocertificazione, disponibile sul sito del Ministero dell’Interno, per giustificare gli spostamenti.

Nel caso in cui ci si avvalga della deroga al divieto di uscita per fare visita a qualcuno, andrà indicato l’indirizzo da cui è iniziato lo spostamento e l’indirizzo di destinazione. Non sarà, invece, necessario indicare nome e cognome della persona da cui ci si reca.

In caso di controlli, l’autocertificazione va consegnata alle forze dell’ordine, che comunque hanno con loro il modulo da poter compilare sul posto.

Nel modulo di autodichiarazione devono essere inserite queste informazioni:

Accanto alla voce “specificare il motivo che indica lo spostamento” si può anche scrivere “visita ad amici” o “visita ai parenti“, a seconda dei casi.

Spostamenti in zona rossa e arancione: le FAQ

Il Decreto Natale ha sollevato molte domande in merito alla sua interpretazione, al punto che sul portale del Governo sono state aggiornate le FAQ (domande frequenti) in tema spostamenti. Vediamo di fare chiarezza su alcuni di questi dubbi.

La novità del Decreto Natale è che si potrà uscire dal proprio Comune, ma non dalla Regione, per andare a fare visita a parenti e amici. Ci si potrà spostare tra le 5 e le 22 nel limite massimo di due persone, per un solo viaggio al giorno. Non sono conteggiati i minori di 14 anni e le persone con disabilità.

Nei giorni 28, 29 e 30 dicembre e il 4 gennaio 2021 sarà possibile spostarsi liberamente all’interno del proprio Comune, senza autocertificazione, fra le 5 e le 22, essendo tutta Italia zona arancione.

Natale green, idee e consigli di WWF Italia per feste sostenibili

Ogni giorno, fino al 6 gennaio 2021, gli spostamenti verso le secondo case sono consentiti, sempre dalle 5 alle 22, all’interno della propria regione. Restano, tuttavia, vietati gli spostamenti verso le altre regioni.

Di conseguenza, non sarà possibile far visita a genitori anziani in buona salute o a coniugi o conviventi che vivono in un’altra regione.

Resta sempre consentito lo spostamento per dare assistenza a persone non autosufficienti, anche tra Comuni e regioni in aree diverse.

Per coniugi e partner che vivono in città diverse, il ricongiungimento è consentito se il luogo scelto coinciderà con quello in cui si ha la residenza, il domicilio o l’abitazione.

I genitori separati hanno la possibilità di spostarsi tra Comuni e Regioni per trascorrere le feste con i figli minorenni.

In caso di eventuali violazioni, la sanzione amministrativa applicabile va da 400 a 1000 euro, eventualmente aumentata fino a un terzo se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo.

Autocertificazione di Natale, lockdown e spostamenti: facciamo chiarezza ultima modifica: 2020-12-24T12:27:40+01:00 da Fabrizio Simone
Exit mobile version