Joe Biden Kamala Harris cambiamento climatico priorità

Joe Biden, il cambiamento climatico tra le quattro priorità indicate dal nuovo presidente Usa

in Clima|News
Joe Biden, il cambiamento climatico tra le quattro priorità indicate dal nuovo presidente Usa ultima modifica: 2020-11-08T19:41:18+01:00 da Francesco Rasero
da

Il presidente eletto Joe Biden: ‘il cambiamento climatico è uno dei quattro temi prioritari per gli Stati Uniti, insieme a ripresa economica, emergenza Covid-19 ed equità razziale’.

La lotta al cambiamento climatico è tra le quattro priorità che il neo presidente eletto degli Stati Uniti d’America Joe Biden e la sua vice Kamala Harris hanno inserito sul sito “Build Back Better“, online da oggi, che funge da manifesto politico per il loro prossimo incarico alla guida degli USA.

Sotto lo slogan “Restoring American Leadership” (“Ripristinare la leadership americana”), il 46esimo presidente a stelle e strisce e la futura vice-presidente indicano le principali sfide da affrontare fin dal primo giorno del mandato: l’emergenza sanitaria Covid-19, la ripresa economica, l’equità razziale e il clima.

Biden cambiamento climatico priorità USA Harris
La home del nuovo sito buildbackbetter.com, manifesto politico di Joe Biden e Kamala Harris verso la nuova presidenza degli Stati Uniti d’America

Gli USA rientreranno nell’Accordo di Parigi

Il presidente eletto Biden guiderà il mondo a contrastare l’emergenza climatica, dando l’esempio -è la dichiarazione perentoria che compare sul sito, alla voce “Climate Change”- Non solo farà rientrare gli Stati Uniti nell’Accordo di Parigi sul cambiamento climatico, ma si spingerà molto più in là. Sta lavorando per far sì che tutti i principali Stati si impegnino ad avere obiettivi climatici nazionali più ambiziosi rispetto a quelli attuali“.

L’obiettivo del neo presidente USA è che il suo Paese possa raggiungere “zero emissioni” entro il 2050, oltre a garantire giustizia ambientale, andando incontro alle comunità che maggiormente subiscono il peso dell’inquinamento.

Accordo di Parigi, a che punto siamo con le emissioni di CO2

Lo sguardo, comunque, è rivolto anche internamente: “Dalle città costiere alle fattorie rurali fino ai centri urbani, il cambiamento climatico rappresenta una minaccia esistenziale, non solo per il nostro ambiente, ma anche per la nostra salute, le nostre comunità, la nostra sicurezza nazionale e il nostro benessere economico. Danneggia i luoghi in cui viviamo con tempeste che devastano le nostre città, le nostre case e le nostre scuole. Mette a rischio la nostra sicurezza nazionale portando a un’instabilità regionale che richiederà attività di soccorso sostenute dai militari statunitensi e potrebbe rendere alcune aree più vulnerabili alle attività terroristiche“.

Posti di lavoro green per rilanciare l’economia statunitense

Il nuovo sito di Biden e Harris parla quindi della necessità di “uno sforzo nazionale” volto a creare posti di lavoro green.  “In questo momento di profonda crisi, abbiamo l’opportunità di costruire un’economia più resistente e sostenibile“, affermano.

Il manifesto politico della nuova Presidenza USA a guida democratica pare un vero e proprio ‘Piano Marshall’ interno: da infrastrutture moderne e ambientalmente compatibili a sistemi idrici all’avanguardia, da nuovi spazi verdi alla banda larga universale, “con l’obiettivo di gettare nuove basi per una crescita sostenibile, competere nell’economia globale, resistere agli impatti del cambiamento climatico e migliorare la salute pubblica, compreso l’accesso all’aria e all’acqua pulita“.

Biden cambiamento climatico priorità USA Harris
Le quattro priorità della nuova leadership USA Biden & Harris: crisi Covid-19, ripresa economica, equità razziale e lotta al cambiamento climatico

Biden e Harris parlano di “trasporto pubblico di alta qualità a emissioni zero attraverso investimenti federali” e infrastrutture per i pedoni e i ciclisti, così come della necessità di ammodernare quattro milioni di edifici, nell’ottica di aumentarne l’efficienza energetica.

Nuovi posti di lavoro (“nell’agricoltura intelligente dal punto di vista climatico, nella resilienza e nella conservazione“) dovranno quindi andare a sostituire quelli legati alla “chiusura di pozzi di petrolio e gas naturale e per la bonifica di miniere di carbone, roccia e uranio, riducendo le perdite di sostanze tossiche e prevenendo i danni ambientali locali“.

Pulitzer 2020, premiata un’indagine del Washington Post sui cambiamenti climatici

Nel programma resistono industria automobilistica e nucleare

Nelle dichiarazioni di Joe Biden e Kamala Harris, però, non mancano anche alcuni aspetti in cui il loro piano di transizione ecologica e contrasto al cambiamento climatico sconta ancora un forte legame con una visione novecentesca dello sviluppo e con soluzioni che lasciano spazio a dubbi e perplessità.

Per quanto riguarda il settore energetico, dove l’obiettivo globale per gli States è quello di “generare elettricità pulita entro il 2035“, l’elenco di possibili soluzioni include diverse proposte, dall’idrogeno rinnovabile al “nucleare avanzato“.

Viene anche garantito il pieno sostegno all’industria automobilistica, che rappresenta ancora oggi uno degli assi portanti dell’economia statunitense: “Andremo a creare un milione di nuovi posti di lavoro nelle catene di fornitura auto nazionali e nelle infrastrutture automobilistiche, dai pezzi di ricambio ai materiali alle stazioni di ricarica dei veicoli elettrici“.

Trump dichiara guerra all’ambiente: tutti i cambiamenti alle politiche ambientali negli Stati Uniti del post-Obama

[Cover Image: buildbackbetter.com]

Joe Biden, il cambiamento climatico tra le quattro priorità indicate dal nuovo presidente Usa ultima modifica: 2020-11-08T19:41:18+01:00 da Francesco Rasero
Tags:
Joe Biden, il cambiamento climatico tra le quattro priorità indicate dal nuovo presidente Usa ultima modifica: 2020-11-08T19:41:18+01:00 da Francesco Rasero

Giornalista pubblicista, dal 1998 scrive su carta stampata e online. Oggi è vicedirettore di un giornale di informazione locale e gestisce Altrov*e, start-up che si occupa di copywriting e comunicazione. Ha lavorato per oltre un decennio nel settore ambientale, oltre ad aver organizzato svariati eventi culturali, in ambito artistico, cinematografico e teatrale. È appassionato di viaggi, in particolare nell’area balcanica e nell’Est Europa, dove ha seguito (e segue) alcuni progetti di volontariato. Ama conoscere, progettare, fotografare e stare a contatto con le persone. Ma ancora di più ama il rugby, i suoi gatti e la sua nuova famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Clima

Go to Top