CinemAmbiente in Valchiusella 2020

CinemAmbiente in Valchiusella 2020, al via la terza edizione di film green in alta quota

in Cinema|Natura
CinemAmbiente in Valchiusella 2020, al via la terza edizione di film green in alta quota ultima modifica: 2020-07-20T08:00:34+00:00 da eleonora anello
da

Ormai appuntamento fisso dell’estate, prende il via CinemAmbiente in Valchiusella 2020, la cui terza edizione si svolgerà dal 30 luglio al 9 agosto.

CinemAmbiente in Valchiusella 2020, torna la kermesse estiva che  abbina le proiezioni di film a tema ambientale con iniziative naturalistiche, incontri, laboratori e attività per ragazzi, coinvolgendo i Comuni della Valle piemontese.

Dopo i successi delle scorse due edizioni, la rassegna itinerante organizzata dall’Associazione Cinemambiente con il Museo Nazionale del Cinema consolida la sua formula originale e diversificata che, puntando sul connubio vincente tra cultura e natura, ha dimostrato di saper incontrare un crescente favore di pubblico. Si intensificano quest’anno, ulteriormente, le collaborazioni della rassegna, a livello sia locale sia nazionale. Cinemambiente in Valchiusella 2020 è infatti curato con Slow Food nell’ambito del progetto europeo CINE – Cinema communities for Innovation, Networks and Environment. 

Tra le novità di Cinemambiente in Valchiusella 2020 l’utilizzo di un innovativo cinema mobile. Un furgone elettrico equipaggiato con uno schermo pop-up percorrerà le strade della Valchiusella per portare il cinema di paese in paese, dove le proiezioni e i diversi appuntamenti della rassegna saranno tutti ospitati in spazi all’aperto secondo le vigenti norme in materia di prevenzione sanitaria.

CinemAmbiente in Valchiusella 2020, i film e gli incontri

Come nelle precedenti edizioni, la rassegna propone film, selezionati dal Festival CinemAmbiente, che affrontano temi ambientali al centro del dibattito internazionale, collegabili, in una prospettiva g-local, alle specificità del territorio o a fenomeni che interessano, in generale, la vita di ogni grande o piccola comunità nazionale.

Le proiezioni iniziano con La Glace et le Ciel (giovedì 30 luglio, Brosso, piazza Sclopis, ore 21:30), del regista premio Oscar Luc Jacquet. Apre la serata Luca Mercalli.

Al film è abbinato il cortometraggio Two°C di Maxime Contour, che affronta il tema dei cambiamenti climatici prospettando una New York del futuro semisommersa dal mare, uno scenario possibile entro sessant’anni.

La glace et le ciel, la nostra storia impressa nel ghiaccio

Si prosegue affrontando da un altro versante il tema dell’impatto delle attività umane sull’ambiente con il film successivo, Antropocene: L’epoca umana (venerdì 31 luglio, Val di Chy, campo sportivo di Alice Superiore, ore 21:30), di Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier e Edward Burtynsky, vincitore del premio del pubblico all’ultimo Festival CinemAmbiente. La proiezione sarà preceduta da un incontro (alle ore 21) con don Luigi Ciotti, che si soffermerà sulle risposte dell’enciclica Laudato si’ alla crisi ecologica.

Anthropocene, l’Uomo cambia la Terra a CinemAmbiente 22

I due film successivi sono dedicati al tema dell’agricoltura, affrontato da punti di vista diversi. The Harvest (sabato 1 agosto, Rueglio, campo sportivo, ore 21:30), ambientato in una comunità di sikh stanziati nell’Agro Pontino e in prevalenza occupati come braccianti nella filiera agricola locale, è un originale docu-musical che si focalizza sulla piaga del caporalato e dello sfruttamento dei migranti nel lavoro dei campi. La proiezione sarà preceduta da un incontro (alle ore 21) con Andrea Paco Mariani, regista del film, e con Giorgia Giudice e Ottavia Pieretto, promotori della campagna #dietacaporalatofree di Slow Food Youth Network. Al film è abbinato il cortometraggio Terraform, di Sil Van Der Woerd e Jorik Dozy, che racconta con la tecnica del videoclip musicale le durissime condizioni di vita e di lavoro dei minatori di zolfo nel complesso vulcanico di Kawah ljen, in Indonesia.

Con Good Things Await – Buone cose ci attendono (domenica 2 agosto, Valchiusa, parcheggio di Vico Canavese, Strada provinciale 64, ore 21:30), di Phie Ambo, ci si sposta in Danimarca per seguire le traversie di Niels, agricoltore idealista che gestisce la sua fattoria secondo i principi dell’agricoltura biodinamica. La proiezione sarà preceduta da un incontro (alle 21) con Stefano Scavino, referente del Presidio Slow Food del Carciofo del sorì, e Federico Chierico, promotore del progetto Paysage à Manger.

Good Things Await: la natura prima di tutto

Il primo appuntamento della settimana successiva è con Marche avec les loups (giovedì 6 agosto, Traversella, area parcheggio Largo Streito, ore 21:30), il nuovo film di Jean-Michel Bertrand. A tre anni dal suo precedente La Vallée des loups, il regista francese torna sulle orme dei suoi animali-feticcio per indagare il mistero della dispersione dei lupi e il loro ritorno negli antichi territori con un documentario che è allo stesso tempo un avventuroso road movie attraverso le Alpi e una profonda riflessione sul rapporto dell’uomo contemporaneo con la natura selvaggia. La proiezione sarà preceduta da un incontro (alle ore 21) con il regista Jean-Michel Bertrand, il naturalista Stefano Camanni e Gian Vittorio Porasso, allevatore e agricoltore. Al film è abbinata la proiezione del cortometraggio On the Cover di Yegane Moghaddam, che richiama con tagliente ironia l’attenzione sulla progressiva scomparsa di tante specie animali.

A seguire, ci si focalizza su un’emergenza che non risparmia alcun angolo del Pianeta con Plastic China (venerdì 7 agosto, Vistrorio, piazza Cavour, ore 21:30), di Jiu-liang Wang, film vincitore del premio per il miglior documentario internazionale alla ventesima edizione del Festival CinemAmbiente. La proiezione sarà preceduta da un incontro (alle ore 21) con Franco Borgogno, giornalista e fotografo. Al film è abbinato il cortometraggio animato Look, di Meinardas Valkevičius, dove il problema dei rifiuti prodotti dall’uomo è visto dalla poco invidiabile prospettiva degli animali.

Plastic China, il villaggio di plastica a CinemAmbiente 2017

L’appuntamento successivo è con Secrets in the World’s Largest Forest (sabato 8 agosto, Issiglio, parcheggio del campo sportivo, ore 21:30), di Ryszard Hunka, esplorazione originale e suggestiva della vita segreta della Foresta Boreale. Attraverso immagini spettacolari e interviste a scienziati, botanici, ecologisti, il documentario indaga le stupefacenti relazioni che si instaurano tra le grandi varietà di specie arboree, mostrando come gli alberi comunicano tra loro, formano alleanze e si uniscono per affrontare gli elementi smentendo l’opinione comune che li ritiene esseri solitari. La proiezione sarà preceduta da un incontro (alle ore 21) con lo scrittore Tiziano Fratus, la dottoressa forestale Isabella Ballauri e Manul Patrizia Sira d’Intino dell’Associazione Eco di Foresta. Al film è abbinato il cortometraggio animato Plantae di Guilherme Gehr, poetica riflessione sulle conseguenze irreversibili della deforestazione.

La rassegna si concluderà con un altro film premiato al Festival CinemAmbiente, il documentario Dusk Chorus – Based on Fragments of Extinction (domenica 9 agosto, Vidracco, parcheggio di via Baldissero 21, ore 21:30), di Nika Šaravanja e Alessandro d’Emilia, racconto di un viaggio sonoro nella foresta amazzonica dell’Ecuador basato sul pluriennale lavoro e sul progetto multidisciplinare Fragments of Extinction del ricercatore e compositore eco-acustico David Monacchi. La proiezione sarà preceduta (alle ore 21) da due eventi: un incontro con David Monacchi, protagonista del documentario, e un’esecuzione di musica delle piante. Eseguita da Tigrilla Gardenia e Zigola Pioppo, della comunità di Damanhur. Al film è abbinato il cortometraggio animato Welcome to the Sixtinction di Chiara Cant, dedicato al fenomeno deflagrante e sottovalutato della progressiva scomparsa di tante specie animali.

Dusk Chorus, il suono dell’Amazzonia a CinemAmbiente 2017

E poi ancora perfomance, passeggiate nella natura, attività per ragazzi, serate astronomiche.
Il programma completo di CinemAmbiente in Valchiusella 2020, modalità di ingresso e partecipazione su cinemambiente.it

CinemAmbiente in Valchiusella 2020, al via la terza edizione di film green in alta quota ultima modifica: 2020-07-20T08:00:34+00:00 da eleonora anello
Tags:
CinemAmbiente in Valchiusella 2020, al via la terza edizione di film green in alta quota ultima modifica: 2020-07-20T08:00:34+00:00 da eleonora anello

Vive a Torino. E' giornalista pubblicista, laureata in scienze della comunicazione. Vegetariana ed ecologista, è appassionata di ambiente e di come viene comunicato. Ama il sole e non potrebbe fare a meno del mare. Si sente la paladina dell'ambiente. Per fortuna nella vita privata è mamma di due splendide bimbe che la portano con i piedi per terra. Odia parlare in pubblico e per questo... scrive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Cinema

Go to Top