Trasloco

Ogni cosa al suo posto: come smaltire rifiuti durante il trasloco

in Abitare|Rifiuti
Ogni cosa al suo posto: come smaltire rifiuti durante il trasloco ultima modifica: 2020-06-23T02:19:16+00:00 da Redazione eHabitat.it
da

Traslocare non è mai un’operazione semplice, soprattutto per chi lavora e ha bambini piccoli in casa. E alcune fasi del trasloco possono diventare molto stancanti e stressanti.

Una di queste riguarda lo smaltimento dei rifiuti dopo il trasloco: operazione per la quale, pur affidandosi ad una ottima ditta di traslochi a Roma, si potrebbero incontrare difficoltà.

Come occuparsi dei beni da scartare e smaltire durante il trasloco? Ecco qualche consiglio per gestirli al meglio.

Trasloco, per prima cosa dona o rivendi: il guadagno è sempre garantito

Se ti sei posto questa domanda e stai leggendo questo articolo sei già un passo avanti, perché hai compreso l’importanza dello smaltimento dei rifiuti in modo corretto.

Tieni presente che -qualora dovessi smaltirli illegalmente- saresti anche soggetto a multe piuttosto salate, per cui conviene informarsi correttamente prima di procedere.

Il primo consiglio che possiamo darti è quello di provare a ridurre la quantità di rifiuti, liberandoti di ciò che non porterai nella nuova casa, organizzando un mercatino o un give away.

In pratica basta invitare amici, parenti e conoscenti a prendere ciò che potrebbe tornare loro utile come abiti, libri o mobili che non usi più.

Se decidessi di rivenderli, invece, puoi sfruttare il web e le piattaforme di marketplace, dove potrai decidere modalità di pagamento e ritiro.

Per ogni città ci sono anche appositi gruppi Facebook che si occupano di questo genere di scambi: qui troverai sempre tante persone bisognose di una vecchia libreria, di un tappeto o di qualsiasi bene di cui intendi liberarti.

Già con questa prima operazione riuscirai a smaltire gran parte del materiale che hai accumulato in tempi celeri.

Simboli di riciclabilità: un valido aiuto per una corretta raccolta differenziata

Trasloco, i rifiuti ingombranti e le norme comunali

In secondo luogo dovresti contattare i riferimenti del tuo Comune di residenza per chiedere come funzionano gli smaltimenti dei materiali ingombranti.

In alcuni casi è l’Amministrazione stessa che organizza il ritiro porta a porta. Generalmente il servizio richiede al cittadino, in una precisa data e in un preciso orario, di portare in strada il materiale da ritirare e di contrassegnarlo con un codice numerico. A quel punto la ditta incaricata provvede al ritiro e al giusto smaltimento.

In molti Comuni sono presenti gli eco-centri, delle aree di raccolta dove è possibile conferire rifiuti ingombranti smontati e ben organizzati. Queste aree, tuttavia, difficilmente raccolgono materiali pericolosi o infiammabili.

Decluttering: meno oggetti inutili in casa, più spazio vitale per noi

Trasloco, come si smaltiscono correttamente gli elettrodomestici?

Gli elettrodomestici vengono ritirati dalle aziende presso cui acquisti quelli nuovi e il servizio deve essere fornito gratuitamente.

Per il ritiro di frigorifero e congelatore ricordati di provvedere prima a ripulirlo dal ghiaccio e dagli alimenti, mentre per gli altri elettrodomestici basta generalmente farsi trovare in casa il giorno dell’appuntamento concordato.

Cosa sono i RAEE e dove si devono buttare? Ecco le novità in vigore

Infine, se hai elettrodomestici ancora funzionanti non sbarazzartene ma regalali a chi potrebbe averne bisogno oppure prova a venderli online. In questo modo avrai smaltito senza fatica, facendo del bene all’ambiente e ricavandone magari anche qualcosa.

[Cover Image Flickr Gatto Mimmo]

Ogni cosa al suo posto: come smaltire rifiuti durante il trasloco ultima modifica: 2020-06-23T02:19:16+00:00 da Redazione eHabitat.it
Tags:
Ogni cosa al suo posto: come smaltire rifiuti durante il trasloco ultima modifica: 2020-06-23T02:19:16+00:00 da Redazione eHabitat.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Abitare

Go to Top