giornata mondiale sicurezza alimentare cibo sano

Oggi 7 giugno è la Giornata mondiale della Sicurezza alimentare

in Ambiente|Food|Salute
Oggi 7 giugno è la Giornata mondiale della Sicurezza alimentare ultima modifica: 2020-06-07T00:01:20+00:00 da Davide Zarri
da

Al via la seconda Giornata mondiale della Sicurezza alimentare per ricordarci l’importanza di quel che mettiamo nel piatto

E due. Il 7 giugno sarà la seconda Giornata Mondiale della Sicurezza alimentare, un’opportunità per tutti per riflettere su qualcosa che spesso diamo per scontato: la sicurezza degli alimenti.

Siamo sempre di più ma c’è cibo per nutrire appena 3,4 miliardi di persone in modo sostenibile

Proclamata nel 2018 per celebrare i benefici del cibo sano e sicuro, la Giornata Mondiale della Sicurezza alimentare è nata per far conoscere a tutti quanti lo stretto legame che intercorre tra salubrità degli alimenti che mettiamo nel piatto e salute, prosperità economica, accesso a cibo sano e nutriente, ai mercati, e allo sviluppo sostenibile.

giornata mondiale della sicurezza alimentare
Giornata mondiale della sicurezza alimentare 2020

Un obiettivo che assume ancora più valenza, oggi, alla luce della pandemia di coronavirus che ha mostrato le enormi falle di un sistema alimentare arretrato e incapace di reagire ai rischi sanitari emergenti.

giornata mondiale sicurezza alimentare wet market
Garantire sicurezza alimentare per sventare una prossima pandemia

L’enorme prezzo sanitario ed economico

Ancora oggi il cibo non sicuro determina nel mondo malattie di origine alimentare che colpiscono ogni anno circa 600 milioni di persone, causando oltre 420 mila vittime.

Ma oltre a rappresentare un grave onere per la salute umana, in particolare per i bambini e le persone che vivono in regioni a basso reddito, il cibo non sicuro genera ingenti costi economici, ostacolando lo sviluppo in molte economie a basso e medio reddito.

giornata mondiale sicurezza alimentare agricoltura terzo mondo.jpg
Gli effetti economici dell’insicurezza alimentare

Dati FAO, si stima che ogni anno vadano persi ben 95 miliardi di dollari in produttività in seguito a malattie, disabilità e morte prematura dei lavoratori. Numeri enormi, che dovrebbero dare un’idea dell’importanza della questione e della necessità per tutti i Paesi di agire in sinergia per prevenire, gestire e reagire ai rischi che potrebbero sorgere lungo la filiera alimentare.

La sicurezza alimentare non può prescindere dalla sostenibilità

C’è di più. La sicurezza alimentare, che coinvolge tutti gli anelli del sistema  agricoltori e allevatori, produttori, distributori e consumatori oggi non sembra davvero più poter prescindere dalla sostenibilità delle filiere stesse.

Il Coronavirus è la fine di un’era. Ora avanti tutta per combattere le ingiustizie alimentari

Una maggiore attenzione al benessere degli animali per le produzioni zootecniche, la riduzione dell’uso di fitosanitari per le produzioni agricole, come l’ottimizzazione nella lavorazione e distribuzione delle derrate alimentari, consentirebbero infatti di migliorare i livelli di sicurezza del cibo che mettiamo nel piatto. Riducendo allo stesso tempo il volume degli sprechi alimentari e la pressione sulle sempre più scarse risorse naturali (acqua, suolo ed energia).

giornata mondiale sicurezza alimentare nuovi modelli produzione consumo
Nuovi modelli di produzione e consumo alimentare

In pillole, è un po’ questo l’obiettivo della Strategia UE ‘Farm to Fork’ recentemente resa pubblica dalla massima autorità europea. Riformare l’intero sistema agroalimentare per favorire una transizione verso modelli di produzione e consumo alimentare innovativi, più resilienti e sicuri, capaci di creare il giusto valore per consumatori, produttori, società e ambiente.

Oggi 7 giugno è la Giornata mondiale della Sicurezza alimentare ultima modifica: 2020-06-07T00:01:20+00:00 da Davide Zarri
Tags:
Oggi 7 giugno è la Giornata mondiale della Sicurezza alimentare ultima modifica: 2020-06-07T00:01:20+00:00 da Davide Zarri

Classe 1992, di origini bolognesi, ha vissuto i suoi ultimi cinque anni con la valigia in mano. Ambasciatore italiano all’estero, è innamorato della sua terra, con i suoi colori, i suoi odori, i suoi sapori. Laureato in Food System Management all’Università di Bologna, ha una passione per il cibo, le lingue e la politica. Creativo, dinamico, affascinato dall’innovazione ed il cambiamento, nutre un interesse genuino per tutti i temi relativi alla sostenibilità. Alla continua ricerca della meraviglia, sostiene con forza che solo la conoscenza renda le persone davvero libere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top