Primo Maggio 2020: 14 murales dedicati agli operatori sanitari, lavoratori in prima linea nella lotta al COVID-19

in Arte|Coronavirus
Primo Maggio 2020: 14 murales dedicati agli operatori sanitari, lavoratori in prima linea nella lotta al COVID-19 ultima modifica: 2020-05-01T00:15:18+00:00 da Francesco Rasero
da

Oggi, Primo Maggio 2020, festa dei Lavoratori, eHabitat rende omaggio a medici e infermieri impegnati a combattere il COVID-19 pubblicando 14 murales, di cui uno fresco di giornata, provenienti da tutto il mondo dedicati agli operatori sanitari.

La street art è spesso la prima a cogliere tendenze e sentimenti popolari e trasformarli in immagini iconiche, che diventano simboli dei tempi contemporanei.

Banksy in smart working, i suoi iconici ratti imbrattano il bagno

E cosa rappresenta più di ogni altra cosa il periodo che stiamo vivendo? La pandemia di Coronavirus e l’impegno che ogni giorno medici e infermieri di tutto il mondo stanno portando avanti nel contrastare il virus.

Per questo oggi, Primo Maggio 2020, giornata dedicata a celebrare il lavoro, abbiamo pubblicato nella gallery di copertina 13 murales (+1 dell’ultimo momento) dedicati agli operatori sanitari di tutto il mondo, con i quali gli street artist in ogni angolo del pianeta hanno voluto rendere omaggio a questi lavoratori e al loro prezioso ruolo in questo particolare momento storico.

Un ruolo che spesso in passato è stato sotto-dimensionato, anche per avvallare i pesanti tagli alla Sanità pubblica che le politiche neo-liberiste stanno portando avanti in Occidente dagli anni Ottanta.
Un ruolo che invece oggi, in tempo di emergenza sanitaria per il diffondersi del virus SARS-CoV2 responsabile del COVID-19, si è rivelato fondamentale nel salvare vite umane e fare fronte alla pandemia.

Coronavirus, nel video del drone a San Francisco, lo sguardo di Greta sulla città deserta per il lockdown

Grazie, innanzitutto, al sacrificio e all’abnegazione personale di decine di migliaia di medici e di infermieri in tutto il mondo, che hanno anteposto il loro dovere professionale a ogni altro aspetto della loro vita, anche privata e famigliare, per dedicarsi alla loro missione di cura dei pazienti, in primis quelli affetti dal Coronavirus.

13+1 murales dedicati a medici e infermieri in lotta contro il Coronavirus

Le opere selezionate sono solo una parte della vasta produzione artistica dedicata al tema che ha inondato i muri delle strade di tutto il mondo nelle ultime settimane.

Si va da street artist ormai celebri, come l’italiano Tvboy o l’olandese Fake, a giovani talenti emergenti di questa forma d’arte dal basso. Tutti accomunati dalla volontà di esprimere, con il loro segno e i colori, vicinanza al lavoro svolto da medici e infermieri e una solidarietà che travalica i confini, rendendo questa festa del Primo Maggio veramente internazionale.

Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
Super Nurse. Autore: Fake. Location: Amsterdam, Paesi Bassi (Instagram @iamfake)
Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
Unpacking Gratitude. Autore: Miguel Barajas. Location: Dallas, USA (Instagram @miglbarajas)
Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
Dr No Corona. Autori: Angus & Boo. Location: Bristol, Regno Unito (Instagram @angusart85)
Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
Super Nurse. Autore: Uzey. Location: Hamm, Germania (Instagram @uzey_tattoo)
Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
Frontline Fighter. Autore: Austin Zucchini-Fowler. Location: Denver, USA (Instagram @austinzart)
Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
NHS. Autore: Rachel List. Location: Pontefract, Regno Unito (Instagram @artwomenartweek)
Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
Our Guardian Angels. Autore: Tvboy. Location: Barcellona, Spagna (Instagram @tvboy)
Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
SuperDoc. Autore: Yve Viper. Location: Padova, Italia (Instagram @yveviper)
Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
Thank You. Autore: Blanco. Location: Houston, Stati Uniti (Instagram @blanco_arte)
Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
Autore: Rachel West. Location: Yorkshire, Regno Unito (Instagram @rachthepachel)
Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
Per non dimenticare. Autore: Lapo Fatai. Location: Milano, Italia (Facebook @auxologico)
Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
Frontline Heroes. Autrici: Brigitte Dawson e Melissa Turner. Location: Melbourne, Australia (Facebook Melbourne’s Murals and Interior Design)
Primo Maggio 2020 murales Coronavirus
Not All Heroes Wear Capes. Autori: Good Looking Studio. Location: Varsavia, Polonia (Facebook @Natemat.pl)

E proprio questa mattina, Primo Maggio 2020, Tvboy ha aggiunto alla sua gallery online una nuova opera, dal titolo We Can Do It, che vi proponiamo come ulteriore tributo a medici e infermieri in occasione della Festa dei Lavoratori 2020.

Per il Labor Day, ecco il mio omaggio a tutti gli operatori sanitari. Sono la categoria di lavoratori che rappresentano la forza e la speranza di riuscire a farcela, a sconfiggere questo nemico invisibile e a tornare alla normalità più forti e motivati di prima” è il commento con cui l’artista ha accompagnato l’immagine.

Primo Maggio 2020 murales TvBoy 2
We Can Do It. Autore: Tvboy. Location: al momento sconosciuta (Twitter @tvboyofficial)

Primo Maggio 2020: 14 murales dedicati agli operatori sanitari, lavoratori in prima linea nella lotta al COVID-19 ultima modifica: 2020-05-01T00:15:18+00:00 da Francesco Rasero
Tags:
Primo Maggio 2020: 14 murales dedicati agli operatori sanitari, lavoratori in prima linea nella lotta al COVID-19 ultima modifica: 2020-05-01T00:15:18+00:00 da Francesco Rasero

Giornalista pubblicista, dal 1998 scrive su carta stampata e online. Oggi è vicedirettore di un giornale di informazione locale e gestisce Altrov*e, start-up che si occupa di copywriting e comunicazione. Ha lavorato per oltre un decennio nel settore ambientale, oltre ad aver organizzato svariati eventi culturali, in ambito artistico, cinematografico e teatrale. È appassionato di viaggi, in particolare nell’area balcanica e nell’Est Europa, dove ha seguito (e segue) alcuni progetti di volontariato. Ama conoscere, progettare, fotografare e stare a contatto con le persone. Ma ancora di più ama il rugby, i suoi gatti e la sua nuova famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Arte

Go to Top