Giornata Mondiale del Suolo 2019: fermare l’erosione per salvare il futuro

in Ambiente|News
Giornata Mondiale del Suolo 2019: fermare l’erosione per salvare il futuro ultima modifica: 2019-12-05T08:00:33+00:00 da Valentina Tibaldi
da

Stop soil erosion, Save our future”. Il claim della Giornata Mondiale del Suolo 2019 (#WorldSoilDay), così come il suo obiettivo, è molto chiaro: dire basta all’erosione del suolo per garantire un futuro all’ecosistema Terra. Risorsa non rinnovabile e spesso drasticamente sottovalutata, il suolo riveste al contrario un’importanza fondamentale per la salute della Terra, del cibo e dunque dell’uomo. Intento della Giornata è, pertanto, quello di accrescere la consapevolezza attorno alla necessità di mantenere il suolo in salute. Come? Incoraggiando governi, organizzazioni, comunità e individui in tutto il mondo a impegnarsi allo scopo attraverso azioni concrete e proattive.

locandina giornata mondiale del suolo

Erosione e degrado sotto i riflettori della Giornata Mondiale del Suolo

L’erosione del suolo consiste nella rimozione dello strato superficiale fertile del suolo. Secondo dati FAO, l’erosione del suolo può far diminuire i raccolti fino al 50%, con gravi conseguenze sulla sicurezza alimentare. Ogni 5 secondi, nel mondo viene eroso l’equivalente di un campo da calcio. Ne consegue che oltre il 33% del suolo mondiale è attualmente degradato e che, se non si interviene tempestivamente, oltre il 90% può diventarlo entro il 2050.

Se si considera che sono necessari fino a 1000 anni per produrre solo 2-3 cm di suolo, si comprende come la situazione sia allarmante e quanto sia importante agire con urgenza per porvi rimedio.

Secondo il recente Rapporto ISPRA 2019 sul consumo di suolo in Italia, stilato in collaborazione con Snpa, in Italia il consumo di suolo è inarrestabile. Tranne rari casi (con 7 ettari recuperati la città di Torino è l’unica con un bilancio positivo), il Paese continua a permettere che le colate di cemento usurpino questa risorsa. Nelle metropoli ad alta densità nel 2018 si sono persi, infatti, 24 metri quadrati per ogni ettaro di area verde.

Giornata Mondiale del Suolo, le origini

La Giornata Mondiale del Suolo nasce essenzialmente per un motivo. Negli ultimi decenni abbiamo calpestato questa risorsa nell’accezione più negativa del termine. Cementificazione, urbanizzazione, colture intensive, salinizzazione, desertificazione, inquinamento, cambiamenti climatici, acidificazione, perdita di biodiversità. Le cause di un quadro complessivo tutt’altro che roseo sono molteplici. In tutte, lo zampino dell’antropizzazione è ben visibile.

giornata mondiale del suolo desertificazione

E così, nel 2014 nacque la Giornata Mondiale del Suolo sotto l’egida dell’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura delle Nazioni Unite (FAO), per mettere a fuoco le principali minacce che incombono sui territori di tutto il mondo.

Ma l’evento ha radici più lontane. Fu infatti nel 2002 che l’organo scientifico International Union of Soil Sciences (IUSS) raccomandò l’istituzione di una giornata internazionale per celebrare l’importanza del suolo. Dopo un lungo iter ad opera della stessa FAO e di una commissione guidata dal Re della Thailandia Rama IX, si ottenne finalmente la nascita di un World Soil Day riconosciuto ufficialmente. Nel 2013 si ebbe il via libera per l’anno successivo.

Giornata Mondiale del Suolo, cosa fare

Fare rete. Ecco l’aspirazione di una ricorrenza che vede l’organizzazione di moltissimi eventi in tutto il mondo. Al grido di “#StopSoilErosion or it’ll stop us!” (Fermiamo l’erosione o lei fermerà noi!), la FAO invita chiunque abbia in programma un’iniziativa a registrarsi sul sito e a fare propri i valori della Giornata. I materiali della campagna 2019 sono a disposizione di chiunque intenda rispondere alla call to action. Utilizzarli in occasione di convegni, laboratori, cortei o darne diffusione attraverso i social media è libera scelta di ciascuno. Qualunque azione tesa ad accrescere consapevolezza attorno al tema è importante e preziosa.

Non manca un concorso fotografico. Un contest che invita i partecipanti a immortalare una specie vegetale autoctona, piantata appositamente per l’occasione, e a condividere lo scatto tramite web e social.

giornata mondiale del suolo agricoltura

Moltissime, dunque, le possibilità di partecipazione. Ma è l’opportunità di riflessione che può fare la differenza. In un’unica ottica: quella di preservare una risorsa che merita interamente l’attenzione e il rispetto che le sono stati negati ultimamente.

Giornata Mondiale del Suolo 2019: fermare l’erosione per salvare il futuro ultima modifica: 2019-12-05T08:00:33+00:00 da Valentina Tibaldi
Tags:
Giornata Mondiale del Suolo 2019: fermare l’erosione per salvare il futuro ultima modifica: 2019-12-05T08:00:33+00:00 da Valentina Tibaldi

Lettrice accanita e scrittrice compulsiva, trova in campo ambientale il giusto habitat per dare libero sfogo alla sua ingombrante vena idealista. Sulla carta è laureata in Lingue e specializzata in Comunicazione per la Sostenibilità, nella vita quotidiana è una rompiscatole universalmente riconosciuta in materia di buone pratiche ed etica ambientale. Ha un sogno nel cassetto e nella valigia, già pronta sull’uscio per ogni evenienza: vivere di scrittura guardando il mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top