eHabitat.it

Combattere l’inquinamento dell’aria con inchiostro e vernice: la storia di una start-up indiana

Ph: chakr.in

«Mi sono fermato a una bancarella lungo la strada per un succo di canna da zucchero a Gurgaon. Il venditore stava usando un piccolo motore diesel per far funzionare gli spremiagrumi. Lo scarico del motore era rivolto verso un muro, diventato nero a causa delle emissioni del motore. E se lo facessimo apposta? Ho pensato».

È nata da questa suggestione di Arpit Dhupar, direttore tecnico di Chakr Innovation, l’idea di POINK (POllution to INK), l’inchiostro prodotto dalla fuliggine degli scarichi diesel.

Le vernici e l’inchiostro POINK (Ph: chakr.in)

Lo sviluppo economico in India

Dai primi anni del 2000 le città indiane vivono grandi trasformazioni: moltiplicano il numero di abitanti e di fabbriche, si evolvono per modernizzarsi.

La prima conseguenza di queste trasformazioni è l’inquinamento dell’aria: le fabbriche e il numero sempre crescente di veicoli rendono l’aria densa e fumosa, irrespirabile.

Non a caso, secondo il rapporto di Greenpeace India Airpocalypse, ogni anno muoiono 1,2 milioni di persone per l’inquinamento dell’aria, causato soprattutto dal particolato (PM2, PM5 e PM10) delle emissioni dei generatori e dei motori diesel.

Apparecchio cattura particolato (Ph: chakr.in)

Come Chakr Innovation riduce l’inquinamento

Dopo anni di studi e ricerche, gli ingegneri di Chakr Innovation hanno prodotto Chakr Shield, un ingranaggio che cattura la fuliggine diesel dai generatori e la converte in inchiostri e vernici.

I 35 macchinari posizionati in altrettanti siti, sono stati capaci di catturare, in un anno, oltre 300 kg di fuliggine dal particolato, che avrebbero inquinato 1.500 miliardi di litri d’aria.

Come funziona Chakr Shield

Chakr Shield cattura la fuliggine, la polvere nera che si deposita negli scarichi delle auto, delle caldaie e in prossimità di qualunque motore diesel.

Una volta raccolta, subisce alcuni processi chimici per cui si rimuovono i metalli pesanti e le sostanze cancerogene.

Infine si converte in pigmento a base di carbonio, diventando vernice o inchiostro.

(Ph: chakr.in)

Il futuro della start-up

La Chakr Innovation ha ricevuto finora alcune sovvenzioni per lo sviluppo tecnologico da società come l’American Society for Mechanical Engineers, il Dipartimento di Scienza e Tecnologia (Govt of India), l’Università di Chicago, ecc.

Dal 2016 a oggi ha raccolto 1,5 milioni di dollari sotto forma di finanziamenti azionari e donazioni di privati.

I 35 siti in esecuzione si trovano a Delhi, posizionati in aziende come Telecom, Real Estate, università, ecc.

Gli ingegneri della start-up dichiarano che continueranno a studiare e sperimentare per sviluppare tecnologie innovative per combattere la minaccia dell’inquinamento dell’aria, ma affermano che stanno studiando dei metodi innovativi anche per combattere i cambiamenti climatici.

Combattere l’inquinamento dell’aria con inchiostro e vernice: la storia di una start-up indiana ultima modifica: 2018-08-16T08:00:03+02:00 da Mariangela Campo
Exit mobile version