eHabitat.it

Garda by bike, percorso panoramico a piedi o in bicicletta sul più grande lago d’Italia

Spettacolarità a picco sull’acqua. Questo è quanto promette il progetto del Garda by bike, anello ciclabile sul lago di Garda che, con i suoi oltre 140 chilometri, andrà a formare la cosiddetta Ciclovia del Garda. L’intenzione è quella di intercettare gli amanti del cicloturismo, settore in forte espansione in tutta Europa. Nello specifico si stima che, una volta conclusa, questa porzione di ciclovia sarà in grado di attrarre 220mila turisti l’anno. Altro obiettivo: destagionalizzare le presenze sul lago, incrementando le presenze in primavera ed in autunno.

Il cicloturismo è un settore in forte espansione in tutta Europa

Scorci naturalistici e paesaggi mozzafiato

Il disegno, presentato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in accordo con Regione Lombardia, Provincia autonoma di Trento e Regione Veneto, prevede un vero e proprio anello sospeso sul lago, che in alcuni punti arriverà persino a sfiorare l’acqua.

Il tratto attualmente in costruzione collegherà Capo Reamol a Limone sul Garda (BS) al confine con il Trentino Alto Adige, per un totale di circa 2 chilometri. Non mancheranno passaggi a sbalzo sul Lago di Garda e una vera e propria passerella per godere delle bellezze del territorio. Scorci naturalistici e paesaggi mozzafiato saranno, dunque, garantiti.

Garda by bike, il progetto @Georock

Garda by bike, il percorso per ciclisti e pedoni

La pista ciclabile sarà larga 2,5 metri e avrà una sezione pedonale. La pavimentazione sarà realizzata con un materiale simile al legno resistente alle intemperie. Il tratto andrà a costituire il naturale prolungamento di altri 4 km (dalla zona Sud del paese a Capo Reamol), inaugurati nel maggio 2013.

La pista ciclabile permetterà di recuperare e percorrere tratti oggi inutilizzati. Un esempio sono le vecchie gallerie dismesse della Gardesana attraverso i comuni di Sirmione, Lonato del Garda Manerba del Garda, Gargnano, Tignale, Limone sul Garda.

Garda by bike, il progetto @Georock

Lungo il percorso, i ciclisti troveranno livelli di difficoltà differenti. Il tratto più impegnativo del Garda by bike sarà quello tra Gargnano e Limone sul Garda, che riserverà pendenze importanti in prossimità dei monti della Valvestino. Qui si prevede di predisporre mezzi complementari, come i battelli, per consentire a tutti di portare a termine il tracciato.

Maggio 2018 è il termine fissato per completare i lavori sul tratto attualmente in costruzione. Secondo le previsioni, inoltre, l’intero tracciato dovrebbe essere completato entro il 2021.

Panorama sul Lago di Garda

Serve ancora un po’ di pazienza, quindi, per cimentarsi nell’impresa di percorrere il Garda by Bike nella sua interezza. La ricompensa per l’attesa? Beneficiare del fascino di quella che è stata più volte definita, per ora sulla fiducia, “la pista ciclabile più spettacolare d’Europa”.

Garda by bike, percorso panoramico a piedi o in bicicletta sul più grande lago d’Italia ultima modifica: 2018-04-20T13:30:28+02:00 da Valentina Tibaldi
Exit mobile version