eHabitat.it

Castagna: proprietà e benefici della protagonista dell’autunno

Ottobre e novembre sono i mesi in cui le castagne diventano protagoniste in tavola. La raccolta di questi frutti è un’occasione ideale per gite fuori porta ed escursioni in zone boschive.

La castagna è un alimento versatile e dalle notevoli proprietà nutrizionali, un tempo nota anche come “pane dei poveri”. Le castagne sono protagoniste incontrastate della stagione autunnale, periodo in cui i ricci spinosi cadono dagli alberi e possono essere raccolti con l’utilizzo di guanti resistenti.

Castagna frutto

La castagna è un frutto ottenuto dal castagno (Castanea sativa), una pianta molto longeva. Il frutto è un achenio dotato di una buccia esterna scura e resistente e la polpa è ricoperta da una sottile pellicola. Il riccio esterno  spinoso protegge la castagna dagli agenti esterni.

Castagna: oltre alle famose caldarroste, si possono consumare bollite o secche.

Le castagne possono essere consumate arrosto, bollite, cotte al forno o secche. Con la farina da esse ricavata si realizzano gustosi dolci tradizionali come il castagnaccio. Non contengono glutine pertanto sono adatte anche per i soggetti affetti da celiachia. Se non sono ben cotte, tuttavia, possono risultare difficili da digerire e sono pertanto controindicate per chi soffre di colite o aerofagia. Anche per soggetti obesi e diabetici questi cibi sono altamente sconsigliati.

Castagna periodo

Il periodo ideale per la raccolta di questi frutti è la stagione autunnale. Da inizio ottobre a metà novembre si possono raccogliere soprattutto nelle aree boschive collinari o montane. La maturazione ottimale è prevista quando i ricci spinosi cadono dagli alberi e possono così essere facilmente raccolti.

Castagna: si raccolgono in autunno indossando guanti resistenti.

Castagna valori nutrizionali

Le castagne sono alimenti molto interessanti dal punto di vista nutrizionale. Presentano un notevole contenuto di carboidrati che le rende un alimento altamente nutriente e saziante. Molto esigua è, invece, la percentuale di grassi per cui si tratta di un cibo ipocalorico. Buona fonte di fibra alimentare, aiuta a limitare l’assorbimento del colesterolo a livello intestinale. Contribuisce anche a fornire buone quantità di acido folico per cui è consigliato in gravidanza e nei casi di anemia e magrezza.

La castagna contiene inoltre sali minerali, come calcio, magnesio, fosforo, ferro, potassio e zinco, e vitamine, in particolare del gruppo A, B e C. La concentrazione di sali minerali rende questi frutti ideali per contrastare la stanchezza o rigenerarsi dopo un periodo di malattia.

Grazie alla presenza della vitamina C, sono ricche di sostanze antiossidanti utili al benessere dell’organismo. Stimolando la produzione di collagene, inoltre, la vitamina C contribuisce a rendere la pelle più giovane ed elastica. Rafforza inoltre le difese immunitarie aiutando a contrastare il rischio di infezioni.

 

Castagna: proprietà e benefici della protagonista dell’autunno ultima modifica: 2017-10-09T08:00:23+02:00 da GreenElle
Exit mobile version