cambiamenti climatici

A scuola di giornalismo ambientale con l’associazione A sud

in Ambiente|Educazione|News
A scuola di giornalismo ambientale con l’associazione A sud ultima modifica: 2017-05-10T13:30:51+00:00 da Sara Panarella
da

Cambiamento climatico, gestione rifiuti, cura del territorio, sono solo alcuni aspetti che vanno sotto il comune denominatore di ambiente. Problematiche che oggi più che mai hanno bisogno di avere una voce attendibile e curata.

Dare voce, comunicare, non è il mestiere dei giornalisti? Tra questi chi si occupa di giornalismo ambientale ha davvero un gran compito e una notevole responsabilità, almeno per i prossimi anni. Per farlo al meglio, che si tratti di iniziare un nuovo percorso professionale oppure per chi desidera approfondire alcuni aspetti del proprio lavoro, può essere utile ricorrere a momenti formativi ad hoc.

Il  corso di giornalismo ambientale

Ad esempio? Il corso di formazione intensivo in giornalismo ambientale d’inchiesta. Ad organizzarlo troviamo l’Associazione A Sud e il Cdca – Centro documentazione conflitti ambientali di Roma con la collaborazione di SdF – Scuola di fotogiornalismo dell’ISFCI, Istituto di Fotografia e Comunicazione Integrata.

giornalismo ambientale

Il corso è destinato a giornalisti, aspiranti giornalisti, studenti e a chiunque sia interessato alla comunicazione ambientale. Inizierà il prossimo 12 maggio e avrà una durata di 40 ore. Si tratterà di un corso intensivo concentrato in due fine settimana proprio per andare incontro alle esigenze di chi lavora oppure non è di Roma.

Secondo Salvatore Altiero, ricercatore presso il Cdca – Centro documentazione conflitti ambientali, giornalista free lance e docente del corso, punto di forza di questo percorso è “proporre una formazione che trasmetta ai giornalisti e agli aspiranti giornalisti l’attenzione ad una ricerca delle notizie fondate sulla territorialità a quelle che sono le testimonianze dirette delle comunità impattate da disastri ambientali, cambiamento climatico, effetti ambientali e sociali di grandi opere inutili“. Ma non solo.

Foto: giornalistitalia.com
Foto: giornalistitalia.it

L’inquadramento teorico per una specializzazione in campo ambientale è imprescindibile: “dagli aspetti giuridici e scientifici a quelli sociali, dalle grandi emergenze globali legate all’ambiente e al cambiamento climatico ai meno conosciuti e spesso taciuti sintomi locali“. Senza dimenticare gli aspetti più pratici del lavoro: “dal montaggio video a quello audio, dalla scrittura per il web al SEO, dalla ricerca delle fonti sul web alla verifica delle stesse“.

L’associazione A sud e il Cdca

L’associazione A Sud è nata nel 2003 occupandosi di formazione ambientale e interculturale, di ricerca su questioni legate ai conflitti ambientali, di progettazione legata ai temi della sostenibilità. Nel 2007 l’associazione fonda il Cdca – Centro Documentazione Conflitti Ambientali che nel 2010 si costituisce ente di ricerca indipendente e autonomo.

Scopo del centro diventa quello di mappare e documentare i casi di conflitto nati per il controllo delle risorse naturali e dei beni comuni. Viene creato allo scopo un vero e proprio atlante dei conflitti ambientali, uno strumento di mappatura partecipata aperto non solo a studiosi a vario titolo ma a tutti i cittadini che vogliono conoscere ma anche segnalare.

L'associazione A sud. Foto: asud.net
L’associazione A sud. Foto: asud.net

A sud e il Cdca propongono corsi di giornalismo ambientale da tre anni. Collaborano con l’Università Roma Tre curando il modulo sulla comunicazione all’interno del Master in Studi del Territorio.

A scuola di giornalismo ambientale con l’associazione A sud ultima modifica: 2017-05-10T13:30:51+00:00 da Sara Panarella
Tags:
A scuola di giornalismo ambientale con l’associazione A sud ultima modifica: 2017-05-10T13:30:51+00:00 da Sara Panarella

Vive a Torino, bibliotecaria. Si laurea in Filosofia interessandosi di bambini e multiculturalità e si avvicina alla psicoanalisi e alla cura del pensiero. Ha poi quattro bimbi e un cane che insieme a tanta effervescenza aggiungono interessi nuovi, maggior attenzione per l’ambiente e gli antichi mestieri e saperi, lavorazione dell’argilla, uncinetto, raccolta e utilizzo delle erbe. Una moderna “Strega in famiglia”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top