eHabitat.it

Sharing knowledge and spreading change: energia e nuove professioni. L’esperienza di Mauro Roglieri

Green Job. Mauro Roglieri

Il 2017 è appena iniziato e questa volta vi voglio raccontare la storia di Mauro per dare speranza a molti giovani  che possono tradurre in impresa le loro attitudini e la passione nei confronti dell’ambiente in particolare su tematiche legate all’energia.

“La difesa dell’ambiente è un formidabile motore di sviluppo e di occupazione, non un peso: in Italia può dare centinaia di migliaia di posti di lavoro”. Era il 2011 quando Jeremy Rifkin, economista ed esperto di scenari economici, ambientali e sociali di livello mondiale descriveva le importanti transazioni in atto:

Entro 25 anni non useremo più energia derivata dal petrolio e dal nucleare: proverrà integralmente da fonti rinnovabili. E l’energia solare costerà sempre meno, ognuno sarà in grado di produrla da solo e vendere quella che non gli serve”.

Proprio il settore della sostenibilità energetica è quello che oggi contribuisce a creare nuovi posti di lavoro e nuove opportunità per i professionisti. Sempre più ci si specializza a offrire servizi volti alla riduzione dei consumi di edifici e impianti industriali, oppure ad analizzare e migliorare il bilancio energetico di aziende, scuole, istituti e persino eventi.

Ma come si è evoluta questa professione e che target di professionista è chi decide di intraprendere questo mestiere?

Lo chiediamo a Mauro Roglieri di Feltre (BL),  classe 1976 che ormai da anni ha trovato opportunità di sviluppare la sua carriera  partendo da una laurea in Ingegneria Elettrica a Padova, il master di II livello RIDEF Energia del Politecnico di Milano e soprattutto tanta passione e desiderio di creare la propria impresa, di mettersi in gioco.

I risultati sono arrivati e oggi a solo 40 anni Mauro è diventato un riferimento importante per chi vuole sviluppare la conoscenza su tematiche legate alla sostenibilità energetica oltre ad avere servizi e consulenze sulla progettazione di edifici ad altissime prestazioni o sulle certificazioni di prodotto.

I cambiamenti climatici e la riduzione della disponibilità di risorse naturali impongono alle aziende e agli enti pubblici di rivedere le proprie strategie di approvvigionamento e di sostenibilità energetica e climatica.

“Dopo la laurea e varie esperienze in aziende importanti fra Milano, Torino e Venezia, ho iniziato a sviluppare un mio progetto partendo da un desiderio che poi è diventato la mission della mia azienda. Contribuire alla trasformazione green dell’economia, dando ai manager delle aziende private e degli enti pubblici il supporto tecnico necessario per raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità, svolgere una diagnosi energetica del proprio stabilimento industriale, o rendere ‘green’, a basso impatto ambientale, i propri prodotti.”

La passione di Mauro per il suo lavoro è evidente parlando con lui. La conoscenza e quindi il coinvolgimento, spiega, sono il perno su cui si fonda la sua missione professionale e aziendale.

Proprio per favorire la circolazione del sapere, Mauro e il suo team di collaboratori (età media: 34 anni), ha creato un portale di formazione dove la condivisione di informazioni tecniche e specialistiche ai professionisti della sostenibilità energetica e ambientale, evidenziano una nuova e innovativa forma di cultura aziendale: quella che favorisce l’interazione e quindi la creazione di nuove reti di conoscenze e scambi di esperienze

Il nome del portale è ambizioso e importante:  MR Energy Academy.

Ce la descrivi questa Academy, Mauro affinchè anche i nostri lettori di eHabitat possano usufruirne?

“Credo che la preparazione della figure aziendali di riferimento e la loro formazione in campo di sostenibilità ambientale, rappresentino la prima risposta alle attuali emergenze ambientali. Oltre a offrire un’ampia raccolta di materiale di base, catalogata all’interno di uno ‘Scaffalevirtuale, e commentata da esperti, si possono trovare approfondimenti, pubblicazioni scaricabili, link a video e corsi gratuiti messi a disposizione da Istituti di formazione e ricerca no profit (CPI, ENEA, Fire, ect.), ricercatori, professori universitari e protagonisti della green economy, che affrontano il tema dei cambiamenti climatici, la gestione dell’energia, il carbon management e lo sviluppo economico sostenibile”.

Grazie Mauro per partecipare con la tua azienda e il tuo grande entusiasmo a questo sforzo comune di cambiamento, mettendo a disposizione l’esperienza per aiutare le imprese a pianificare e gestire politiche ambientali consapevoli e mirate dove il risparmio di energia diventa un valore condiviso. Speriamo che il 2017 sia un anno di speranza per i giovani che, come te, concretizzano nel nostro paese il loro sogno di lavorare per l’ambiente e magari, di fondare la propria impresa sul knowledge management (gestione della conoscenza), il coinvolgimento e la condivisione delle esperienze.

Sharing knowledge and spreading change: energia e nuove professioni. L’esperienza di Mauro Roglieri ultima modifica: 2017-01-10T08:00:25+01:00 da Roberta Lazzarini
Exit mobile version