eHabitat.it

Assorbenti lavabili e coppetta mestruale, ancora un tabù

La nostra è una buffa società sotto certi aspetti. Si riesce a parlare (quasi) senza fatica di pannolini lavabili, magari in occasioni conviviali, scambiandosi pareri, occhiate feroci, consigli, siti dove acquistarli.

Ma raramente, se non mai, si riesce a parlare di assorbenti lavabili. Talvolta si riesce a inserire nella conversazione la coppetta mestruale, scatenando sguardi perplessi (nella migliore delle ipotesi) o disgusto negli ascoltatori.

http://www.jbbardot.com/

Eppure si parla del nostro corpo, del corpo delle donne.

Facciamo quel poco di sforzo in più e parliamone insieme, di questo ciclo mestruale e di come affrontarlo nel modo più sostenibile possibile.

Le motivazioni per cambiare abitudini e dire addio ai tamponi o agli assorbenti usa e getta sono molto simili a quelle per svoltare vita e passare ai pannolini lavabili per i nostri bambini.

1) Si producono meno rifiuti

Sia la coppetta mestruale, sia l’assorbente lavabile comportano il dire addio alle confezioni in plastica che contengono gli assorbenti, a loro volta “imbustati” singolarmente o ai tamponi, anche questi ricoperti da plastica.

Addio ai viaggi dei camion che trasportano pacchi e pacchi di questi prodotti usa e getta in tutto il mondo. E addio alla “collina di spazzatura” che facciamo ogni mese nel bidone del rifiuto indifferenziato.

2) Si risparmia

La coppetta mestruale si compra una, al massimo due volte (dopo il parto cambia un po’ la misura) nell’arco della nostra vita. Gli assorbenti lavabili, una volta acquistato un certo numero di pezzi, trattandoli con accortezza, sono un mini investimento che durerà anch’esso per anni.

Addio alle corse al supermercato a comprare i 3 pacchi da 100 pezzi che impestano il nostro sgabuzzino, sono brutti e occupano, lo sapete… un sacco di spazio!

3) La nostra pelle a contatto con cosa?

Le pubblicità che ci promettono di “non sentire il bagnato” per quello che riguarda i nostri bambini, fanno lo stesso con noi. Certo, lo dicono in modo più creativo, ma il succo è sempre lo stesso. Cosa mettiamo a contatto con le nostre parti intime? Filtranti dai nomi scientifici, assorbenti con zone colorate, ali in pura plastica. Pensiamoci bene, e cerchiamo di tutelare il più possibile la salute delle nostre zone intime, con visite periodiche, controlli e anche scegliendo con cosa devono convivere 24 ore su 24 nel periodo del ciclo.

http://www.bububibi.com/

Come funziona la coppetta mestruale

E’ una semplice coppetta in gomma naturale o silicone che si adatta alla forma interna del corpo. In genere è disponibile in due misure (pre e post parto) e si può indossare sia durante il giorno che durante la notte. Semplicemente, una volta che si è riempita, si svuota. Siete dubbiose? Qui c’è una mini guida con moltissimi consigli e illustrazioni, su come posizionarla al meglio.

Come funzionano gli assorbenti lavabili

Sono assorbenti non usa e getta, di diversi modelli e prezzi. C’è il modello unico, in cui non ci sono inserti staccabili, oppure quelli con una striscia intercambiabile. Tutti in fibre naturali e naturalmente senza agenti assorbenti chimici come quelli in commercio.

Esistono di taglie, colori, dimensioni tutte diverse e per ogni esigenza, anche a seconda del proprio stile di vita. Devono essere traspiranti, favorendo così il respiro della pelle e il suo non surriscaldamento.

Volete essere ancora più sostenibili e risparmiose? Ecco un breve tutorial su come realizzare da sole un assorbente lavabile:

Passate parola!

Assorbenti lavabili e coppetta mestruale, ancora un tabù ultima modifica: 2015-03-17T08:00:24+01:00 da Federica Gemma
Exit mobile version