eHabitat.it

Zuppa di funghi secchi e cavolo nero

Zuppa di funghi secchi e cavolo nero

Nonostante stessi già aspettando le tenere erbette primaverili, la recente nevicata caduta su Torino ha riportato la stagione in un clima più invernale così come risulta dal calendario. Inverno che si è purtroppo presentato anche con un discreto propagarsi dell’influenza che quest’anno ha colpito tutti senza riserve di colpi.

Ecco quindi un piatto assolutamente invernale, caldo e corroborante, adatto anche per il giorno di San Valentino.

Foto di bbc.co.uk

Tra gli ingredienti troviamo i funghi. Ancora oggi “andar per funghi” non è una pratica abbandonata, cosa invece accaduta per le erbe spontanee, sostituite quasi completamente dalle varietà vegetali coltivabili. Nonostante alcune specie, come gli champignons, siano ormai abitualmente coltivati, non sono poche le persone che ancora si aggirano nei boschi alla ricerca di funghi in genere ma soprattutto del gustosissimo e prezioso porcino.  In più si possono far seccare così da averli disponibili in ogni momento dell’anno.

Zuppa di funghi secchi e cavolo nero: ingredienti

40 gr. di funghi secchi
150 gr. di cavolo nero
3 patate medie
Acqua
Dado vegetale
Olio
Zenzero fresco

Intanto è necessario lasciare in ammollo i funghi secchi. Nel frattempo pelate le patate e lavate il cavolo nero. Mettete le verdure in pentola, i funghi diventati morbidi e aggiungete acqua fino a coprire.

Far bollire fino a cottura delle verdure, spegnere. Aggiungere un quarto di cucchiaio di dado vegetale (lo misuro a cucchiai perché lo preparo in casa e la consistenza rimane cremosa, non asciutta come quella dei dadi acquistati).

Frullare. Grattugiare un pezzetto di zenzero fresco, io ne ho messo un centimetro circa ma si può procedere assaggiando perché ne basta poco in più perché lo zenzero diventi predominante.
Impiattare e servire con crostini di pane.

Buon appetito!

Zuppa di funghi secchi e cavolo nero ultima modifica: 2015-02-14T08:30:32+01:00 da Sara Panarella
Exit mobile version