Energiadi: la sfida ecologista a suon di pedalate per produrre energia pulita

in Decrescita|Educazione|Energia|Fai da te|Scuola
Energiadi: la sfida ecologista a suon di pedalate per produrre energia pulita ultima modifica: 2015-01-13T08:00:48+01:00 da Valeria Rocca
da

Pedalare su una bicicletta per produrre energia pulita, sensibilizzando le persone sul tema dello sviluppo sostenibile e dell’efficienza energetica: è questo, in sintesi, l’obiettivo delle ENERGIADI”, progetto di social networking  ideato e organizzato dall’ Associazione Social Ice con la collaborazione di You Able ONLUS (che coinvolgerà le persone disabili nel progetto) e il patrocinio del Comune di Milano.

Logo_energiadiIl progetto vede protagoniste diciotto scuole (tra primarie e medie) del comune di Milano che si sfideranno in una gara a suon di pedalate. L’obiettivo è produrre più energia pulita possibile per aggiudicarsi il premio finale. Prima di gareggiare, però, serve un po’ di teoria: le Energiadi forniranno a ogni scuola un kit didattico attraverso il quale gli alunni potranno conoscere il concetto di energia e prepararsi al meglio.

In ogni istituto verrà allestito, per una settimana, uno spazio con una decina di biciclette dotate di un sistema BES (Bike Energy System), un sistema che sfrutta un generatore di corrente (o dinamo) collegato alla ruota posteriore della bicicletta il quale permette, pedalando, di produrre energia pulita. Più persone pedaleranno, più sarà facile vincere le Energiadi.

Foto di repubblica.it
Foto di repubblica.it

Come già accennato, quest’anno, grazie all’associazione YouAble ONLUS, potranno partecipare anche le persone con deficit motori: in ogni scuola  sarà  presente una postazione handbike grazie alla quale si potrà pedalare attraverso la forza delle sole braccia. Spazio quindi alla fantasia: ogni scuola potrà coinvolgere associazioni e istituzioni presenti sul territorio, gruppi sportivi, commercianti, personale scolastico, famiglie, ex alunni, amici e chiunque voglia cimentarsi in questa sfida per incrementare la produzione di energia. Insomma, un’occasione unica che rende la scuola un luogo aperto, d’interazione e socializzazione, una comunità dove s’imparano le buone pratiche e si capisce ciò che è prezioso per il nostro pianeta. L’energia è preziosa ed è fondamentale che si diffonda una nuova cultura che veda l’efficienza  protagonista e gli sprechi azzerati.

Secondo Francesco Cappelli, assessore all’Educazione e Istruzione del Comune di Milano, “Questa importante esperienza è una metafora di come si costruisce la cittadinanza partendo dall’impegno di tutti. Quanto più insieme pedaliamo, tanto meglio siamo in grado di soddisfare i bisogni di tutti”.

a scuola si pedala
Foto di repubblica.it

Due i round previsti per la sfida: il primo si è concluso il 30 novembre ed ha coinvolto sei scuole medie; le altre scuole (tre medie e nove primarie) si sfideranno nei mesi di febbraio e marzo 2015. L’iniziativa si concluderà nel mese di aprile, quando sarà eletto il vincitore. Chi ha già gareggiato nel mese di novembre non ha lasciato nulla al caso: le iniziative sono state tantissime, soprattutto le pedalate a tema. Visitate la pagina Facebook Energiadi per avere tutti gli aggiornamenti; per le informazioni e i regolamenti, invece,  potete consultare il sito Energiadi.org.

Non ci resta che attendere il mese di febbraio per vedere come proseguirà la gara fra le scuole. Intanto, non dimenticate che l’energia è preziosa: non sprechiamola!

Energiadi: la sfida ecologista a suon di pedalate per produrre energia pulita ultima modifica: 2015-01-13T08:00:48+01:00 da Valeria Rocca
Tags:
Energiadi: la sfida ecologista a suon di pedalate per produrre energia pulita ultima modifica: 2015-01-13T08:00:48+01:00 da Valeria Rocca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Decrescita

Go to Top