Generi alimentari spreco alimentare

I giganti inglesi del commercio al dettaglio si schierano contro lo spreco alimentare

in Food|Inquinamento|News
I giganti inglesi del commercio al dettaglio si schierano contro lo spreco alimentare ultima modifica: 2019-06-26T08:00:44+00:00 da Davide Zarri
da

L’obiettivo è ambizioso: ridurre della metà lo spreco alimentare entro il 2030.

Tutti per uno, uno per tutti: le principali catene britanniche della grande distribuzione organizzata si coalizzano per dare un taglio allo spreco alimentare nel paese anglosassone.

frutta verdura spreco cibo

Tesco, Sainsbury’s e Waitrose, assieme al gigante Nestlé, sono pronte a mettere nero su bianco il loro impegno assieme al governo.

La situazione è divenuta ormai insostenibile: secondo i dati ministeriali, infatti, ogni anno nel Regno Unito vengono gettati 10,2 milioni di tonnellate di cibo. Di questi, 2 milioni provengono dal settore produttivo, 1 milione da hotel e ristoranti, 260.000 tonnellate dalla vendita al dettaglio, e il resto dalle famiglie.

Cibo sprecato baguette pane secco

A questi, si aggiungono i recenti dati sulla povertà alimentare nel paese anglosassone, che raccontano di oltre 2,2 milioni di persone in stato di severa insicurezza alimentare.

Ogni anno, imprese e privati britannici sperperano generi alimentari per un valore di quasi 20 miliardi di sterline.

In termini ambientali invece, le emissioni inquinanti associate a tale spreco equivalgono a quelle generate da un terzo dell’intero parco macchine del Regno Unito.

traffico_auto

Per questi motivi, lo scorso dicembre il governo inglese ha lanciato la Food Waste Reduction Roadmap, un’ambiziosa iniziativa con l’obiettivo di dimezzare lo spreco alimentare entro il 2030.

«Mentre numerose famiglie in tutto il paese lottano per mettere del cibo sul tavolo e altrettanti bambini vanno a scuola ogni giorno a stomaco vuoto, una quantità imperdonabile di cibo continua ad essere sprecata, atto tanto moralmente deplorevole quanto in gran parte evitabile». Queste le parole di Ben Elliot, il filantropo incaricato dal governo britannico di promuovere una maggior sensibilizzazione tra i maggiori attori dell’industria alimentare ai temi dello spreco e delle eccedenze alimentari.

In occasione del convegno ‘Step Up To The Plate’ tenutosi il 13 maggio a Londra, più di 300 attori del panorama produttivo, commerciale e del settore della ristorazione – tra cui i giganti Tesco, Sainsbury’s, Waitrose e Nestlé – hanno siglato l’impegno per la lotta allo spreco di cibo.

Recupero generi alimentari contro spreco di cibo

Gli aderenti all’iniziativa saranno ora chiamati a mettere a punto strategie comuni per ridurre della metà gli sprechi alimentari, in linea con l’obiettivo di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite 12.3.

Come prima misura, il Governo britannico chiederà alle aziende di adottare una metodologia comune per misurare in maniera uniforme i livelli delle eccedenze e degli sprechi.

Questo, consentirà loro di rendere pubblici gli sforzi per ridurre i rifiuti ed i progressi compiuti.

Il Segretario di Stato per l’ambiente, Michael Gove, è stato tra i primi ad accogliere favorevolmente l’iniziativa.

spreco alimentare casalingo alimenti

«Un tale spreco rappresenta un vero e proprio scandalo ambientale, economico e morale» ha detto il Segretario, esortando le imprese ad aderire all’impegno affinché apportino reali cambiamenti per impedire che il buon cibo vada sprecato.

Nel frattempo, l’AD di Tesco, Dave Lewis, ha registrato con soddisfazione una così massiccia partecipazione: «Accogliamo con favore il lavoro del governo britannico e crediamo che ci sia margine perché il Regno Unito dia un’accelerata definitiva per affermarsi leader mondiale nella lotta agli sprechi».

Lo stesso Lewis ha poi sottolineato la necessità di assicurare una maggior trasparenza dei volumi di sprechi lungo tutta la filiera. Da qui la sua proposta di rendere obbligatoria la pubblicazione dei dati sugli sprechi, per dare un segnale forte di cambiamento all’intera industria alimentare.

 

I giganti inglesi del commercio al dettaglio si schierano contro lo spreco alimentare ultima modifica: 2019-06-26T08:00:44+00:00 da Davide Zarri
Tags:
I giganti inglesi del commercio al dettaglio si schierano contro lo spreco alimentare ultima modifica: 2019-06-26T08:00:44+00:00 da Davide Zarri

Classe 1992, di origini bolognesi, ha vissuto i suoi ultimi cinque anni con la valigia in mano. Ambasciatore italiano all’estero, è innamorato della sua terra, con i suoi colori, i suoi odori, i suoi sapori. Laureato in Food System Management all’Università di Bologna, ha una passione per il cibo, le lingue e la politica. Creativo, dinamico, affascinato dall’innovazione ed il cambiamento, nutre un interesse genuino per tutti i temi relativi alla sostenibilità. Alla continua ricerca della meraviglia, sostiene con forza che solo la conoscenza renda le persone davvero libere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Food

Go to Top