Youth Unstoppable, a CinemAmbiente 22 il fermento dei movimenti giovanili in difesa del Pianeta

in Ambiente|Cinema|Clima
Youth Unstoppable, a CinemAmbiente 22 il fermento dei movimenti giovanili in difesa del Pianeta ultima modifica: 2019-06-02T08:00:37+00:00 da Alberto Pinto
da

La crisi climatica ed ambientale vista attraverso lo sguardo e l’obiettivo di una giovane attivista, specchio di una gioventù pronta a difendere il proprio futuro. È questo lo spirito del documentario Youth Unstoppable (Canada, Usa, Nepal, Messico, 2018 – 87’), diretto da Slater Jewell-Kemker, che vedremo sul grande schermo della prossima edizione del Festival CinemAmbiente di Torino.

-Youth Unstoppable-
Il Festival, che da sempre punta sui più giovani, è riuscito a cogliere già dallo scorso anno il fermento di un movimento globale senza precedenti, premiando il documentario Aktivisti, che vede protagonista la giovanissima militante ambientalista Riikka Karppinen.

Sulla scia di manifestazioni come i #FridaysForFuture, la ventiduesima edizione del Festival (a Torino dal 31 maggio al 5 giugno 2019) non può che riservare uno spazio di rilievo alla voglia e all’esigenza delle nuove generazioni di far arrivare la propria voce ai governi, affinché si impegnino globalmente a scongiurare la crisi ambientale.

Uno dei volti attraverso cui CinemAmbiente 22 tratterà questo tema è proprio quello di Slater Jewell-Kemker, regista, sceneggiatrice, montatrice, direttore della fotografia e compositrice, che dal 2008 con An Inconvenient Youth ha cominciato a raccogliere materiale sul movimento ambientalista giovanile.

Il suo nuovo lavoro, Youth Unstoppable, segue il filo rosso di questo instancabile impegno, raccontando al pubblico sia il coinvolgimento della regista che quello di migliaia di giovani. A quindici anni, Slater inizia a seguire i summit internazionali sull’ambiente, documentandoli con una macchina fotografica, con passione ed attenzione, decisa a comprenderne fino in fondo l’essenza e ad assumere consapevolezza delle proprie potenzialità.

-Youth Unstoppable-Immagine-

Sapevo che un percorso convenzionale non avrebbe fatto la differenza”, racconta la regista. “E così sono partita per cercare di dar voce alla mia generazione di guerrieri ambientali filmando le loro storie”. Nato come una sorta di reportage, nel tempo il film diventa un documentario intimo e militante, testimonianza diretta di come questo movimento e questo comune sentire siano cresciuti, trasformandosi nello straordinario fenomeno che oggi è sotto gli occhi di tutti.

Youth Unstoppable presenta il movimento giovanile per l’ambiente raccontandolo dal suo interno. “Volevo fare un film che catturasse i volti umani di questa crisi climatica”, ha dichiarato Slater Jewell-Kemker, “presentare un film che invitasse tutti a connettersi attraverso il cuore a questa crisi, rivelando le speranze e le paure dei giovani e ciò che stanno facendo per fare la differenza adesso. Da Cancún al Nepal, dal nord dell’Alberta, alla Francia, alla Danimarca, ci sono giovani che protestano, galvanizzano e mettono in atto dei cambiamenti, e sono frustrati, arrabbiati e motivati”.

-Immagine-Youth Unstoppable-

Sono proprio questi giovani i protagonisti di Youth Unstoppable, ragazzi che reclamano soluzioni immediate e definitive per combattere lo spettro del cambiamento climatico.  Le immagini colte dalla regista ne restituiscono un ritratto potente e autentico. Sono cittadini responsabili e consapevoli del poco tempo a disposizione, ma anche delle difficoltà che la popolazione mondiale si troverà ad affrontare negli anni a venire, soprattutto in mancanza di contromisure adeguate.

Stiamo rapidamente esaurendo il tempo e collettivamente, come specie umana, dobbiamo adattarci alla crisi climatica entro undici anni o il tempo non ci sarà più. Il pianeta sopravvivrà, siamo noi umani che rischiamo di essere spazzati via, insieme alle innumerevoli specie animali che si estinguono ogni giorno. Ora è il tempo per gli adulti, quelli al potere, di crescere e concentrarsi sull’adattamento a questo spaventoso problema chiamato cambiamento climatico. Possono iniziare ascoltando i giovani, i miei incredibili amici guerrieri ambientali”, ha affermato Slater.

-Youth Unstoppable-

Sono loro a guidare il movimento per il clima, dopo aver ereditato, loro malgrado, politiche economiche dannose dettate dagli interessi di pochi. Allo stesso tempo, i giovani eroi di Young Unstoppable, sono ragazzi tenaci e determinati che hanno scelto di non restare a guardare, ma di reagire nel modo più razionale possibile, prendendo in mano il proprio futuro.

Youth Unstoppable parteciperà al 22° Festival CinemAmbiente di Torino nella categoria Concorso Documentari Internazionali e sarà proiettato nell’ambito della kermesse lunedì 3 giugno 2019, alle ore 22:30, presso il Cinema Massimo. Al termine della proiezione, gli studenti del Laboratorio di Comunicazione ambientale dialogheranno con la regista Slater Jewell-Kemker.

Youth Unstoppable, a CinemAmbiente 22 il fermento dei movimenti giovanili in difesa del Pianeta ultima modifica: 2019-06-02T08:00:37+00:00 da Alberto Pinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top