The Last Male on Earth, sugli schermi CinemAmbiente 22 la drammatica scomparsa del rinoceronte bianco settentrionale

in Animali|Biodiversità|Cinema|Natura
The Last Male on Earth, sugli schermi CinemAmbiente 22 la drammatica scomparsa del rinoceronte bianco settentrionale ultima modifica: 2019-05-31T08:00:45+00:00 da Alberto Pinto
da

Nel marzo del 2018, nella riserva di Ol Pejeta Conservancy, in Kenya, muore Sudan, l’ultimo esemplare maschio di rinoceronte bianco settentrionale. Con il suo documentario The Last Male on Earth, la giovane regista olandese Floor van der Meulen racconterà al pubblico del 22° Festival CinemAmbiente i suoi ultimi anni e, di conseguenza, la fine dell’intera specie.

-The Last Male On Earth-
Quest’anno, il programma della rassegna torinese riserva un ampio spazio all’inizio della Sesta Estinzione di massa, un momento particolarmente drammatico che sta portando alla scomparsa definitiva di molte specie viventi, soprattutto a causa del ruolo predominante che l’uomo ha conquistato a scapito della natura.

The Last Male on Earth, che partecipa al Festival nella sezione Concorso Documentari Internazionali, è uno dei film in gara che meglio esplora questo delicatissimo e doloroso tema, senza retorica e utilizzando un linguaggio sottilmente ironico. Il titolo, ad esempio, è un gioco di parole che richiama chiaramente a quel The Last Man on Earth spesso ripreso dalla cultura di massa con scenari post-apocalittici.

La regista di The Last Male on Earth, Floor van der Meulen
La regista di The Last Male on Earth, Floor van der Meulen

Il documentario di Floor van der Meulen mostra Sudan circondato dall’amore e dalle cure dei guardiani della riserva, dove morirà a 45 anni lasciando soltanto due femmine della sottospecie, anch’esse anziane.

La particolare condizione di Sudan, ultimo esemplare maschio, lo espone però ad un’attenzione esuberante e potenzialmente stressante per la sua tranquillità. Da ogni parte del mondo, infatti, una compagine di persone accorre per potersi rapportare con lui, quasi come se il suo triste status facesse di lui una leggenda.

Turisti in cerca di foto, giornalisti, scienziati pronti a sperimentare metodi per ripristinare la riproduzione della specie, sono i personaggi che popolano The Last Male on Earth e che approcciano Sudan nei suoi anni più stanchi e difficili. Il documentario riesce a renderli come un’efficace metafora della crisi della biodiversità.

-The Last Male on Earth-

Un flagello molto serio e troppo spesso sottovalutato su cui il film ci invita ad elaborare riflessioni molto profonde, per prendere consapevolezza che la sete di potere dell’uomo ha sortito conseguenze autodistruttive che si ripercuotono, oltre che su se stesso, anche sulle altre specie, sugli ecosistemi e sull’intero ambiente.

Con grande intelligenza e passione, The Last Male On Earth lascia trapelare le sfumature di questa crisi attraverso i dolcissimi occhi di Sudan, protagonista del documentario e specchio di atteggiamenti umani oramai insostenibili e allarmanti.

L’appuntamento con The Last Male On Earth nell’ambito di CinemAmbiente 22 è per domenica 2 giugno 2019, alle ore 20:30 presso la Sala Cabiria del Cinema Massimo di Torino. Alla proiezione del documentario seguirà l’incontro con la regista Floor van der Meulen e con Isabella Pratesi, direttore del programma di conservazione della biodiversità del WWF Italia.

The Last Male on Earth, sugli schermi CinemAmbiente 22 la drammatica scomparsa del rinoceronte bianco settentrionale ultima modifica: 2019-05-31T08:00:45+00:00 da Alberto Pinto
Tags:
The Last Male on Earth, sugli schermi CinemAmbiente 22 la drammatica scomparsa del rinoceronte bianco settentrionale ultima modifica: 2019-05-31T08:00:45+00:00 da Alberto Pinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Animali

Go to Top