barriera corallina

Giornata mondiale della biodiversità: la diversità biologica è la nostra sopravvivenza

in Ambiente|Biodiversità
Giornata mondiale della biodiversità: la diversità biologica è la nostra sopravvivenza ultima modifica: 2019-05-22T08:00:30+00:00 da Mariangela Campo
da

Un’ immensa diversità popola la Terra, un’ incredibile molteplicità di organismi, minuscoli batteri e alberi giganteschi, insetti invisibili e mammiferi enormi.

Uomini e donne, animali e piante.

Popolazioni, specie, ecosistemi legati l’uno all’altro, indissolubilmente.

Questa è la diversità biologica, di cui oggi, 22 maggio, celebriamo la Giornata mondiale, per ricordarci che è grazie alla biodiversità che noi esseri umani possiamo nutrirci, bere acqua e rifornirci di energia e risorse per vivere.

È la biodiversità che garantisce la sopravvivenza sulla Terra, perciò festeggiamo con consapevolezza questa ricorrenza.

barriera corallina
Photo credit: David Clode on Unsplash

La nostra biodiversità

Il tema della Giornata mondiale della diversità biologica 2019 è “la nostra biodiversità, il nostro cibo, la nostra salute“.

Oggi possiamo scegliere tra una grande varietà di alimenti ma quello che mangiamo effettivamente è standardizzato e omologato a livello mondiale.

Per questo la celebrazione odierna si concentra sulla biodiversità come fondamento per il nostro cibo e per la nostra salute: dobbiamo trasformare il sistema alimentare attuale per migliorare la salute umana.

Negli ultimi 50 anni le industrie hanno creato sostanze alimentari chimiche, addizionato conservanti e altri additivi per rendere i cibi sempre più desiderabili.

Pensiamo ad esempio ai piatti già pronti da scaldare al microonde, alle merendine, alle bibite o ai succhi di frutta.

Gli alimenti si producono in enormi quantità e, grazie alla continua evoluzione della tecnologia agroalimentare, i prezzi si mantengono bassi sul mercato.

junk food
Photo credit: Armando Ascrove Morales on Unsplash

Questo sistema, però, è insostenibile per molti motivi:

Danneggia l’ambiente e inquina l’aria, l’acqua e il terreno

La coltivazione intensiva non rispetta la stagionalità dei prodotti e sfrutta talmente tanto il suolo da renderlo non fertile. L’utilizzo di concimi e fertilizzanti chimici inoltre inquina l’intero ecosistema.

Indebolisce le economie locali

Le multinazionali che vendono i prodotti a prezzi bassi mettono in ginocchio le piccole aziende e le cascine a conduzione familiare, che non possono competere sul mercato.

Mette a rischio la salute delle persone

La scarsa qualità dei cibi industriali è responsabile di alcune allergie e intolleranze alimentari.

Giornata mondiale della biodiversità: biodiversità umana
Photo credit: Lenny Miles on Unsplash

Il paradosso della globalizzazione

Le conseguenze di questo sistema alimentare sfociano nel paradosso. Una parte della popolazione è nutrita in eccesso, con tutti gli effetti negativi del caso, quali obesità, diabete e malattie cardiovascolari, solo per fare alcuni esempi. L’altra parte della popolazione mondiale, invece, muore o si ammala per la mancanza di cibo.

piante
Photo credit: Cristiane Teston on Unsplash

Un mondo diverso è possibile. Cosa possiamo fare?

  • Promuoviamo e viviamo stili di vita sostenibili, perché attraverso i piccoli gesti di tutti i giorni costruiamo il nostro impatto ambientale e sociale;
  • In particolare, diffondiamo modelli di consumo sostenibili, che ci permettano cioè di produrre meno rifiuti;
  • Scegliamo beni e servizi di qualità e riduciamo il consumo di beni;
  • Passiamo da un consumo individuale a un consumo condiviso, in cui possiamo essere sia consumatori sia produttori;
  • Partecipiamo ai GAS, i Gruppi di Acquisto Solidale a km 0;
  • Diffondiamo un’idea di benessere che comprenda la salute, l’equità e la sostenibilità in ogni aspetto della vita.

[Fonte: Cibo e sostenibilità nelle città]

Giornata mondiale della biodiversità: la diversità biologica è la nostra sopravvivenza ultima modifica: 2019-05-22T08:00:30+00:00 da Mariangela Campo
Tags:
Giornata mondiale della biodiversità: la diversità biologica è la nostra sopravvivenza ultima modifica: 2019-05-22T08:00:30+00:00 da Mariangela Campo

Classe 1981, siciliana di origini e lombarda di adozione. È giornalista pubblicista, scrive per diverse testate online, svolge dei laboratori di giornalismo digitale nelle scuole medie ed elementari. Ha due bambini che le hanno insegnato a vivere green e a voler diffondere le buone pratiche della sostenibilità ovunque, soprattutto attraverso la scrittura. Ha studiato lettere, specializzandosi in scienze linguistiche italiane, perché è sempre stata convinta che solo imparando a parlare e a scrivere correttamente si possono diffondere messaggi che non si fraintendano. Ama leggere storie ai suoi figli e scovare sempre nuovi libri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top