-Brian May-

Brian May, il chitarrista dei Queen è un attivista impegnato nella difesa dei diritti degli animali

in Alimentazione|Animali|Musica
Brian May, il chitarrista dei Queen è un attivista impegnato nella difesa dei diritti degli animali ultima modifica: 2019-03-23T08:00:59+00:00 da Alberto Pinto
da

Pochi artisti posso dire di aver scritto la storia della musica e uno di questi è certamente Brian May, leggendario chitarrista dei Queen, con i quali ha venduto circa 300 milioni di dischi in ogni angolo del mondo.

-Brian May-Queen-
Anima colta e saggia della band, come abbiamo avuto modo di scoprire al cinema nel film Bohemian Rhapsody, Brian May insieme a Freddy Mercury, Roger Taylor e John Deacon ha dato vita ad una delle realtà più iconiche ed influenti della musica e dell’arte in generale.

Tutti conoscono il personaggio e il suo elevato spessore artistico, ma non tutti sono al corrente della levatura umana dello stravagante chitarrista, tra i migliori al mondo, che con impegno e passione si batte in prima persona nella lotta per rivendicare i diritti degli animali.

-Brian May-Freddy Mercury-

È Brian May stesso ad affermare, nel 2013, di voler essere ricordato non soltanto in quanto musicista, ma anche per il suo “impegno nel cambiare il modo in cui ci comportiamo con le altre creature”. Vegetariano convinto, con aspirazioni da vegano, l’artista ha spesso ricordato come l’uomo non sia abilitato a commettere abusi nei confronti degli animali, spesso sfruttati e colpiti con azioni deplorevoli.

In particolar modo, May ha cominciato a tradurre in attivismo i suoi nobili ideali a partire dal 2009, con la realizzazione dell’organizzazione no-profit Save Me Trust, un’associazione che opera nel recupero e nella salvaguardia degli esemplari selvatici.

Non se ne parla molto, eppure quotidianamente questi esemplari sono vittime di atroci violenze, alla stregua di torture, che si consumano attraverso pratiche quali la caccia sportiva. Con Save Me Trust, Brian May si è schierato in contrapposizione con le consuetudini inglesi. Nel Regno Unito, da anni, si perpetua l’abbattimento dei tassi per ragioni scientifiche, in quanto ritenuti causa della tubercolosi bovina.

Altra prassi combattuta dall’organizzazione è quella della caccia alla volpe e più in generale dell’uccisione degli animali selvatici al fine di ottenere trofei. Brian May e la sua associazione sono attivi anche su questo campo, affinché si possa mettere fine a pratiche dal retaggio antico, macabre e crudeli.

-Brian May-Immagine-

Il chitarrista dei Queen ha così dato il via ad un progetto per realizzare aree boschive protette in cui poter tenere al sicuro la fauna selvatica, inseguendo inoltre l’obiettivo di portare presto in Inghilterra la cosiddetta Cecil’s law, la legge ispirata dall’uccisione del leone Cecil che vieterebbe l’importazione dei trofei di caccia sul suolo del Regno Unito.

Battaglie di grande umanità, con cui Brian May dimostra una sensibilità fuori dal comune e un interesse sincero ed empatico verso le creature del nostro Pianeta. Meriti che nel 2012 gli sono valsi la prestigiosa nomina di vicepresidente dell’antichissima Royal Society for the Preention of Cruelty to Animals.

Se artisti del genere nascono una volta ogni cento anni, uomini coscienziosi possono nascere ogni giorno, dalla consapevolezza di poter diventare esseri umani migliori, difendendo il Pianeta e i diritti di tutte le creature con le quali lo condividiamo.

Brian May, il chitarrista dei Queen è un attivista impegnato nella difesa dei diritti degli animali ultima modifica: 2019-03-23T08:00:59+00:00 da Alberto Pinto
Tags:
Brian May, il chitarrista dei Queen è un attivista impegnato nella difesa dei diritti degli animali ultima modifica: 2019-03-23T08:00:59+00:00 da Alberto Pinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Alimentazione

Go to Top