Arnica montana: la pianta di guarigione

Arnica montana. Una pianta di guarigione: pomata, gel, granuli e decotti come rimedio naturale per tutti i tipi di traumi

in Rimedi naturali|Salute
Arnica montana. Una pianta di guarigione: pomata, gel, granuli e decotti come rimedio naturale per tutti i tipi di traumi ultima modifica: 2019-02-20T13:30:42+00:00 da Barbara Pignataro
da

L’arnica montana è un rimedio naturale per combattere dolore, infiammazioni, acne, strappi muscolari e reumatismi e della quale si scoprono nuove proprietà curatrici che  rendono la pianta una ricchezza tutta da scoprire.

Dal fiore giallo-arancio che ricorda il sole e l’esile stelo,  l’arnica montana è una pianta spontanea (ormai rara) che nasce negli aridi terreni alpini così come  in pianura. In Italia si trova in Veneto e in Emilia Romagna mentre nel resto del mondo è presente in Groenlandia, in Nord America e in Siberia. Rischia l’estinzione e per questo è vietato il raccolto estemporaneo.

Conosciuta per le sue proprietà antinfiammatorie, analgesiche e antibatteriche, l’arnica montana continua a sorprendere per la vastità delle applicazioni nella quale risulta un utile rimedio naturale. Acne, cardiopatie, circolazione lenta, memoria ballerina e traumi psicologici sono solo alcuni disturbi che facilmente elimina.

Arnica Montana. Pianta spontanea in via d'estinzione
Arnica Montana. Pianta spontanea in via d’estinzione

Arnica montana: caratteristiche, proprietà e usi di una pianta di guarigione 

Pomate, gel, tinture, decotti, pastiglie e granuli. In commercio si trova una vasta gamma di prodotti a base di arnica montana per la cui produzione viene usato sia il fiore che lo stelo e le radici, a seconda dell’uso (esterno o interno) e della problematica da risolvere. Rispetto ad altre piante spontanee l’arnica montana risulta velenosa da ingerire.

Per questo è bene ricordare che per godere delle sue proprietà è sconsigliato il fai da te, meglio rivolgersi a prodotti confezionati reperibili in erboristeria e in farmacia. L’impiego in fitoterapia vede l’uso esclusivo del fiore (disponibile da giugno ad agosto) da cui si estrae l’olio essenziale mentre l’uso in omeopatia  coinvolge anche stelo e radici.

La proprietà antinfiammatoria è la più conosciuta insieme al potere antidolorifico e vengono sfruttati per contrastare traumi alle ossa, ai muscoli e alle articolazioni sia recenti che remoti. Dunque la pomata risulta adatta a tutte le età, che si tratti di un livido al ginocchio dopo una caduta in bicicletta, di una distorsione alla caviglia nello scendere distratti le scale fino agli antipatici  reumatismi che arrivano con il passare degli anni.

L’arnica dona un rapido sollievo anche applicando la soluzione in gel, con un leggero massaggio sulla zona interessata, da ripetere più volte al giorno senza controindicazioni anche per lunghi periodi. Infatti un valore aggiunto dell’arnica montana è l’applicazione nei disturbi cronici. Perfetta prima e dopo un’estrazione dentaria, nel combattere l‘emicrania da stress così come  per i più sedentari alle prese con i crampi muscolari.

Arnica montana. Soluzione veloce per i dolori articolari
Arnica montana. Soluzione veloce per i dolori articolari

Non dovrebbe mai mancare nello zaino degli sportivi per i quali è consigliabile associare la versione omeopatica in granuli. La confezione si distingue, a seconda della diluizione, in CH (centesimale hahnnemanianae) da 4 a 200 e la consulenza di uno specialista indicherà la posologia più idonea. Rispetto all’uso esterno la linea omeopatica da ingerire necessita di un’attenzione ulteriore.

In omeopatia vale il buon senso e non l’uso casuale come in allopatia, dalla quale si differenzia solo nel principio di similitudine con il quale affronta la patologia da curare. Dunque l’informazione e la consulenza medica è il primo approccio nelle piccole e grandi disavventure quotidiane.

La tintura madre si prepara lasciando macerare in alcool e acqua i fiori essiccati della pianta e risulta efficace sugli ematomi,  cura anche strappi muscolari e contusioni. E non finisce qui.

Flebiti, capillari fragili e circolazione lenta sono fastidi tipicamente femminili per i quali la scelta omeopatica può risultare positiva rispetto alla medicina classica, considerandoli per natura cronici, più da contenere che da risolvere. L’arnica montana usata regolarmente allevia il dolore, previene complicazioni e regala gambe leggere ogni giorno quanto indossare una calza elastica.

Omeopatia. L'arnica montana in granuli
Omeopatia. L’arnica montana in granuli

Arnica montana, un fiore amico della pelle e dell’anima

Tra le cose che non ti aspetti dall’arnica montana c’è la cura della pelle grazie alle sue proprietà antibatteriche  contrasta la fastidiosa acne giovanile, causa di notti insonni e risvegli assai peggiori per tanti adolescenti. Con l’olio di mandorle o di semi di girasole si prepara l’oleolito di arnica facendo macerare per circa un mese i fiori della pianta appena spuntati, chiusi in un barattolo lontano dalla luce e dal calore. Adatto per un uso cosmetico e terapeutico grazie alla presenza di:

  •  carotenoidi che hanno proprietà antiossidanti e fotoprotettive
  •  timolo con proprietà antibatteriche
  •  fitosteroli che migliorano la funzione barriera della pelle.

Infine, dispiaceri e lavoro frenetico sono fonti di stress e forti emozioni a cui non è possibile sfuggire. In questi casi granuli, pastiglie e globuli a base di arnica montana sono un toccasana. I globuli sono da assumere in un’unica soluzione nel momento dell’episodio scatenante mentre i granuli come terapia sono adatti da protrarsi nel tempo in quanto agiscono positivamente anche sui traumi psicologici remoti non ancora superati, riequilibrando le emozioni troppo intense da poter gestire restituendo serenità.

Arnica montana. Una pianta di guarigione: pomata, gel, granuli e decotti come rimedio naturale per tutti i tipi di traumi ultima modifica: 2019-02-20T13:30:42+00:00 da Barbara Pignataro
Tags:
Arnica montana. Una pianta di guarigione: pomata, gel, granuli e decotti come rimedio naturale per tutti i tipi di traumi ultima modifica: 2019-02-20T13:30:42+00:00 da Barbara Pignataro

Romana, ama il mare e per questo vive a Ladispoli. Alla ricerca del benessere attraverso il cibo e la natura. Vegetariana. Giornalista pubblicista e speaker radiofonica per passione. Come può partecipa alla presentazione di libri e racconta la sua esperienza di viaggio con l'autore. Esperta di web marketing ed eventi. Ama condividere le scoperte quotidiane, dall'alternativa naturale per il mal di denti alla cena di questa sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*