Giornata Mondiale della Pizza

Pizza e buoi dei Paesi tuoi: tra antiche ricette e nuovi sapori si festeggia la Giornata Mondiale della Pizza in Italia

in Cultura|Food
Pizza e buoi dei Paesi tuoi: tra antiche ricette e nuovi sapori si festeggia la Giornata Mondiale della Pizza in Italia ultima modifica: 2019-01-16T20:32:51+00:00 da Barbara Pignataro
da

Oggi 17 gennaio 2019 è la Giornata Mondiale della Pizza,  la pietanza più amata in Italia. Orgoglio nazionale per  origine e sapore, è considerata la più gustosa al mondo.

Margherita, napoletana, ai funghi o alle verdure, la pizza mette tutti d’accordo. Oggi, 17 gennaio 2019 Giornata Mondiale della Pizza, si festeggia a suon di impasti in tutti i ristoranti nel mondo tranne che  negli Stati Uniti. Gli americani dovranno attendere fino al 9 febbraio il National Pizza Day.

Pizza italiana
Pizza italiana

La più famosa è la pizza margherita, regina indiscussa in Italia: pomodoro, mozzarella e basilico. Non poteva essere altrimenti con gli ingredienti elencati, in assoluto per qualità, i più buoni al mondo. Dichiarata Patrimonio Unesco nel 2017, la pizza è stata per il 2018 la più richiesta tra le pietanze nei ristoranti.

La Giornata Mondiale della Pizza, istituita nel 2017, è oggi alla sua seconda celebrazione e lo scopo per cui è nata è quello di festeggiare il lavoro artigianale e la tradizione italiana diffusa nel mondo. Non a caso il 17 gennaio è la festa di Sant’Antonio Abate, protettore del lavoro contadino e delle pratiche svolte utilizzando il fuoco.

Pizza. Giornata Mondiale della Pizza
Pizza. Giornata Mondiale della Pizza

Pizza, focacce e dintorni: le origini di tanta bontà

A chi non piace la pizza? Avrà forse pensato questo Raffaele Esposito quando nel lontano 1889 fu chiamato a cucinare per la Regina d’Italia Margherita di Savoia e scelse di servire a tavola una pizza condita con pomodoro, mozzarella e basilico, da cui poi prese il nome, onorando i colori della bandiera.

Aveva ragione. Sono oltre 6000 in Italia i ristoranti che preparano e servono pizza, al primo posto nella richiesta di consegna a domicilio nelle città di Roma, Milano, Torino e Bologna. Comunque è l’alimento più richiesto nel mondo, primo in Brasile per le prenotazioni online ai ristoranti. Come mai tanto successo?

Pizza. Cottura al forno a legna, tradizione italiana
Pizza. Cottura al forno a legna, tradizione italiana

Oltre al palato c’è di più: se dico pizza dico festa

Una birra e un trancio di pizza: un connubio perfetto sul divano davanti alla TV a tifare la squadra del cuore. Pizza rossa e coca cola per festeggiare il compleanno di un compagno di scuola. Calda, gustosa e filante. In teglia, rotonda, a spicchi, come e quando vuoi riempie lo stomaco e la giornata.

E poi c’è la classica focaccia bianca compagna di tante gite fuori porta, che ricorda i sapori di casa. Non esiste in Italia una famiglia che non abbia sfornato una pizza fatta in casa, con l’impasto tenuto in caldo a lievitare sotto il cuscino. Così facevano le nonne, dopo ore a riposare con il mattarello infarinato  creavano bontà e in molti  lo fanno ancora.

Farina di grano, acqua, lievito, olio e sale sono la base dell’amato impasto. Pochi e semplici ingredienti e la pizza è fatta (o quasi). Gli esperti pizzaioli d’Italia hanno i loro segreti ben custoditi, miscelano aglio, origano, pepe e tante altre spezie del territorio per farci sognare.

Gare, competizioni, fiere e il notevole turismo gastronomico premiano  la ristorazione Made in Italy sopratutto nel settore pizza,  nonostante siano ormai tanti gli chef internazionali a cimentarsi nella ricetta più amata del Pianeta.

La pizza si cuoce al forno sia elettrico che a gas. Ma è quando viene cotta nel forno a legna che raggiunge l’eccellenza. Il calore, la maestria della lavorazione a mano dei maestri pizzaioli e la qualità degli ingredienti selezionati rendono questo alimento unico e amato compagno di vita.

Il detto popolare ‘moglie e buoi dei Paesi tuoi è oggi ritenuto una massima sorpassata, in alcuni casi, offensiva ma possiamo dire lo stesso parlando di pizza?

«Anni di dedizione e intensa attività  finalmente premiati. Sono entusiasta», aveva commentato così Alfonso Pecoraro Scanio  dopo il riconoscimento della commissione Unesco assegnato all’arte della farina italiana da lui promosso con la campagna #pizzaUnesco. Per l’ex Ministro dell’Ambiente si è trattato di un atto d’amore verso Napoli, l’Italia e il mondo intero che può aprire gli occhi alla bellezza di quest’arte.

Pizza e buoi dei Paesi tuoi: tra antiche ricette e nuovi sapori si festeggia la Giornata Mondiale della Pizza in Italia ultima modifica: 2019-01-16T20:32:51+00:00 da Barbara Pignataro
Tags:
Pizza e buoi dei Paesi tuoi: tra antiche ricette e nuovi sapori si festeggia la Giornata Mondiale della Pizza in Italia ultima modifica: 2019-01-16T20:32:51+00:00 da Barbara Pignataro

Romana, ama il mare e per questo vive a Ladispoli. Alla ricerca del benessere attraverso il cibo e la natura. Vegetariana. Giornalista pubblicista e speaker radiofonica per passione. Come può partecipa alla presentazione di libri e racconta la sua esperienza di viaggio con l'autore. Esperta di web marketing ed eventi. Ama condividere le scoperte quotidiane, dall'alternativa naturale per il mal di denti alla cena di questa sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Cultura

Go to Top