Dermatite seborroica

Dermatite Seborroica: alimentazione e buone abitudini per contrastarla

in Salute
Dermatite Seborroica: alimentazione e buone abitudini per contrastarla ultima modifica: 2018-11-12T14:34:49+00:00 da Evelyn Baleani
da

È uno dei disturbi cutanei più diffusi. Colpisce indistintamente uomini e donne, sebbene risulti più frequente tra la popolazione maschile. Stiamo parlando della dermatite seborroica, una malattia infiammatoria della pelle che si manifesta sulle aree particolarmente ricche di ghiandole sebacee, come il cuoio capelluto, le sopracciglia, i lati del naso e il padiglione auricolare.

Negli uomini la dermatite seborroica può manifestarsi anche sul torace. Seppur con minore frequenza, inoltre, il disturbo può interessare l’inguine, le mammelle, le parti intime e la piega tra i glutei.

Sintomi e manifestazione

I sintomi della dermatite seborroica insorgono gradualmente. La pelle diviene infiammata, untuosa, arrossata e si ricopre di squame biancastre o giallastre. Spesso, la sintomatologia è accompagnata da prurito. Se la malattia colpisce il cuoio capelluto, in alcuni casi, può anche verificarsi una perdita di capelli.
Perdita di capelliLa dermatite seborroica è una patologia a carattere recidivante. Tende cioè a ripresentarsi a distanza di tempo, alternando momenti in cui i sintomi scompaiono quasi completamente a periodi che vedono una manifestazione molto evidente della malattia.

Il disturbo è anche soggetto a un andamento stagionale. Gran parte delle persone che ne sono affette conoscono una parentesi di miglioramento nei mesi estivi, grazie all’azione seboregolatrice derivante dalla combinazione di sole e mare. Con l’arrivo dell’autunno e nei mesi invernali, la malattia in genere peggiora, anche a causa dell’effetto negativo di agenti quali smog ed eccessivi sbalzi di temperatura tra il freddo esterno e gli ambienti interni riscaldati.

Alimentazione per la dermatite seborroica

Accanto alle terapie mediche prescritte per la dermatite seborroica, molto può essere fatto per combatterla e per tenerla a bada, adottando una serie di buone abitudini nella vita quotidiana, a partire dall’alimentazione.

Chi è affetto dal disturbo deve prediligere frutta e verdura fresche di stagione, poiché sono cibi ricchi di vitamine e di minerali, che rappresentano nutrienti indispensabili per riequilibrare la pelle.
Alimentazione per la dermatite seborroicaRisultano particolarmente utili anche gli alimenti con elevate quantità di biotina, di acidi grassi omega 3 e 6 e di magnesio, minerale che aiuta a contrastare gli effetti negativi dello stress sull’ organismo.

Sono, invece, da evitare o perlomeno da limitare:

  • Cibi lievitati come pizza, pane, focacce, dolci, torte, snack preconfezionati, perché possono favorire ulteriormente la produzione di sebo;
  • Alimenti grassi, quali formaggi stagionati e fritti, possibile fonte di infiammazione per la pelle;
  • Piatti speziati, pepati e piccanti, perché provocano una dilatazione dei vasi capillari, aumentando lo stato irritativo e infiammatorio.

Accorgimenti pratici

Alcune accortezze aiutano a prevenire e curare la dermatite seborroica, contrastando le recidive. Tra le più utili:

  • Cercare di combattere lo stress, condizione che determina un abbassamento delle difese immunitarie e accelera le normali funzioni dell’organismo, favorendo una sovrapproduzione di sebo;
  • Non indossare indumenti sintetici poiché provocano un’eccessiva sudorazione, che incide negativamente sullo stato infiammatorio della cute. Vanno invece usati abiti realizzati con fibre naturali e traspiranti, come lino e cotone;
    acqua
  • Prestare attenzione all’igiene personale, per la quale si devono utilizzare detergenti delicati, evitando invece i prodotti aggressivi che possono aggravare lo stato infiammatorio della pelle. Per pulizia va usata acqua tiepida: una temperatura troppo calda può peggiorare la dermatite. Inoltre, la frequenza dei lavaggi non deve essere aumentata. Lavarsi con più assiduità non riduce le lesioni e può essere perfino controproducente. Una pulizia troppo ravvicinata può, infatti, danneggiare il film idrolipidico, lo strato protettivo composto da acqua e lipidi che riveste la pelle, aggravando la già delicata situazione;
  • Evitare di grattarsi per non provocare lesioni che possono aprire la strada all’insorgenza di infezioni.

Dermatite Seborroica: alimentazione e buone abitudini per contrastarla ultima modifica: 2018-11-12T14:34:49+00:00 da Evelyn Baleani
Tags:
Dermatite Seborroica: alimentazione e buone abitudini per contrastarla ultima modifica: 2018-11-12T14:34:49+00:00 da Evelyn Baleani

Web Content Editor freelance. Si occupa di contenuti per i media (TV e Web) dal 2000. Dopo aver lavorato per alcuni anni in redazioni di società di produzione televisiva e Web Agency, ha deciso di spiccare il volo con un’attività tutta sua. Le sue più grandi passioni oltre l'ambiente? Il Web, la scrittura e la Spagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Salute

Go to Top