restare giovani bicicletta

Rallentare l’invecchiamento pedalando: la bicicletta aiuta a restare giovani

in Benessere|Mobilità|Salute
Rallentare l’invecchiamento pedalando: la bicicletta aiuta a restare giovani ultima modifica: 2018-10-23T08:00:10+00:00 da Valentina Tibaldi
da

Non sarà l’elisir di eterna giovinezza, ma di vantaggi ne ha parecchi. Non ultimo, quello di riuscire a rallentare l’invecchiamento, contribuendo al benessere del corpo e per la psiche. Che la bicicletta sia un prezioso alleato per la salute non è un mistero. Tuttavia, secondo molti recenti studi, i benefici del pedalare vanno oltre, promettendo di mantenerci giovani più a lungo.

rallentare l'invecchiamento bici

Rallentare l’invecchiamento con un’attività fisica regolare

Completata la fase di maturazione, a partire dai 25-30 anni il cervello inizia a invecchiare. L’atrofizzazione può colpire la corteccia frontale, prefrontale o temporale, comportando una riduzione della memoria, delle capacità motorie e di linguaggio. A ciò si accompagna una perdita di tono muscolare (sarcopenia), che raggiunge il suo picco intorno ai 65 anni. A partire da quell’età si registra, poi, una decisa involuzione motoria.

Ebbene, è scientificamente dimostrato che svolgere un’attività aerobica come la bicicletta favorisce l’ossigenazione e gli scambi nutritizi all’interno del cervello, aiutandolo a rimanere giovane.

rallentare invecchiamento bicicletta donne

Il recente studio Sarcopenia: European consensus on definition and diagnosis: Report of the European Working Group on Sarcopenia in Older People ha dimostrato che un’attività fisica costante è funzionale a combattere l’involuzione motoria. In particolare, si è osservata una perdita di forza di circa il 10% in soggetti sedentari di 50 anni che, analizzati 20 anni dopo, facevano registrare un peggioramento notevole, fino al 70%. Nei soggetti fisicamente attivi, invece, la perdita di forza relativa allo stesso ventennio risultava essere di poco superiore, se non addirittura identica.

Perché scegliere la bicicletta per restare in forma e rimanere giovani

Oltre che piacevole, economica, sostenibile e adatta a tutti, la bicicletta comporta un’attività aerobica completa. Consente di bruciare i grassi mantenendo sotto controllo il peso, riduce il colesterolo nel sangue contrastando le più diffuse patologie cardiovascolari, agevola il ricambio cellulare e rende la muscolatura più tonica e resistente. Stimola, inoltre, la produzione di serotonina, favorendo il buonumore.

Sono molti ormai gli studi scientifici che hanno dimostrato come proprio pedalare con regolarità riduca l’incidenza di problemi ortopedici e del sistema linfatico, bronchiti, asma e vene varicose aiutando al contempo a prevenire varie malattie quali obesità, infarto, ipertensione, astenia muscolare e disturbi del sonno. La bici, dunque, contribuisce a rallentare l’invecchiamento perché riduce l’incidenza di varie malattie legate all’età, mantenendo in efficienza lo scheletro, il cuore e i polmoni. Un’analisi della Mayo Clinic in Minnesota, ad esempio, sostiene che brevi sessioni di esercizio intenso in bici riescono a diminuire considerevolmente i danni dell’invecchiamento delle cellule causato dallo scorrere del tempo.

Bicicletta, non è mai troppo tardi

rallentare l'invecchiamento bicicletta anziano

Il frequente ricorso alle due ruote da parte degli anziani contribuisce a salvaguardare la loro autonomia funzionale. Secondo alcuni ricercatori del King’s College di Londra, non è mai troppo tardi per invertire gli effetti dell’invecchiamento. Se un individuo inattivo fisicamente diventa attivo con un buon programma di attività regolare, potrà migliorare e recuperare la tonicità che serve a sentirsi più giovane.

Rallentare l’invecchiamento pedalando: la bicicletta aiuta a restare giovani ultima modifica: 2018-10-23T08:00:10+00:00 da Valentina Tibaldi
Tags:
Rallentare l’invecchiamento pedalando: la bicicletta aiuta a restare giovani ultima modifica: 2018-10-23T08:00:10+00:00 da Valentina Tibaldi

Lettrice accanita e scrittrice compulsiva, trova in campo ambientale il giusto habitat per dare libero sfogo alla sua ingombrante vena idealista. Sulla carta è laureata in Lingue e specializzata in Comunicazione per la Sostenibilità, nella vita quotidiana è una rompiscatole universalmente riconosciuta in materia di buone pratiche ed etica ambientale. Ha un sogno nel cassetto e nella valigia, già pronta sull’uscio per ogni evenienza: vivere di scrittura guardando il mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Benessere

Go to Top