Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar

Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar: una meta spagnola per un’estate lontana dal turismo di massa

in Viaggi
Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar: una meta spagnola per un’estate lontana dal turismo di massa ultima modifica: 2018-08-23T08:00:44+00:00 da Evelyn Baleani
da

C’è un angolo di Spagna ancora distante dalle spiagge affollate e dal caos estivo, che merita di essere visitato almeno una volta nella vita. Si tratta del Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar, che si estende in Provincia di Almería, in Andalusia, Comunità Autonoma nota nel mondo intero per perle architettoniche come la suggestiva Alhambra, a Granada, o la leggendaria Mezquita di Cordova.

Il Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar rappresenta una tappa alternativa per chi viaggia in terra andalusa. Una meta che, però, per la sua bellezza, è destinata a lasciare il segno. Soprattutto in chi ama circondarsi di scorci naturalistici ancora intatti e liberi dalla cementificazione che troppo spesso caratterizza le coste, spagnole e non solo.

La natura del Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar

Con i suoi 38mila ettari di estensione, il Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar è l’area protetta marittimo-terrestre più grande ed ecologicamente più importante dell’intero Mediterraneo occidentale.
Tramonto a Cabo de Gata-NíjarDi origine vulcanica, il parco include ben 12mila ettari di riserva marina con fondali di grande varietà, parzialmente ricoperti dalle praterie di posidonia oceanica, ecosistema di notevole ricchezza biologica che ospita innumerevoli specie marine.

La fauna terrestre è essenzialmente costituita da animali che sono stati capaci di adattarsi a un terreno arido, contraddistinto da scarsità di acqua e di vegetazione. Tra i mammiferi di piccole dimensioni si possono enumerare specie come conigli, lepri, toporagni, arvicole e tassi. Sporadicamente, si possono avvistare volpi e piccoli gruppi di cinghiali che lasciano i territori interni per avvicinarsi alla costa in cerca di cibo.

Nel parco si possono invece ammirare molte tipologie di uccelli, soprattutto nella zona delle Saline di Cabo de Gata. In questa area umida è stata riscontrata la presenza di oltre cento diverse specie ornitologiche. Il 70% degli uccelli utilizza le saline come luogo di sosta durante la migrazione. Il restante 30% è costituito da specie stanziali che hanno scelto questo territorio, approfittando dei miti inverni locali. La maggiore ricchezza ornitologica delle aree umide del parco è probabilmente rappresentata dai fenicotteri rosa. Nei mesi estivi, in special modo tra la fine di luglio e l’inizio di agosto, la colonia arriva a essere composta da migliaia di individui.

Le zone aride e rocciose dell’area protetta costituiscono invece l’habitat ideale per rapaci come l’Aquila fasciata e il Gufo reale. Un vero paradiso per gli appassionati di bird watching, insomma.
fenicotteriA confermare il valore ambientalistico del parco sono i numerosi riconoscimenti ottenuti, a partire dalla designazione come Riserva della Biosfera attribuita dall’UNESCO nel 1997. Nel 1989 la zona delle Salinas de Cabo de Gata è stata classificata come sito Ramsar. Nel 2001 il parco è stato, inoltre, incluso tra le Aree Specialmente Protette di Interesse Mediterraneo (ASPIM), denominazione che viene assegnata ai siti di importanza per la conservazione della biodiversità nel Mare Nostrum.

Le spiagge di Gabo de Gata-Níjar

Nel bel mezzo di paesaggi difficili da dimenticare, altrettanto degne di nota sono le spiagge, dove l’origine vulcanica domina come tratto assoluto. Tra le più belle, si possono citare: la Playa de Los Genoveses, spiaggia di dune con sabbia fine e dorata, la Playa de Mónsul, dalle limpide acque cristalline, e la Playa de Los Muertos, un enorme litorale che si estende per più di un chilometro, caratterizzato dal mare più azzurro di Cabo de Gata-Níjar. Non mancano infine le spiaggette in cui immergersi in acque calde, circondati da una natura mozzafiato. Fra le tante, ricordiamo la Cala de Enmedio, la Cala Rajá, la Cala Carbón e la Cala del Plomo.

Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar: una meta spagnola per un’estate lontana dal turismo di massa ultima modifica: 2018-08-23T08:00:44+00:00 da Evelyn Baleani
Tags:
Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar: una meta spagnola per un’estate lontana dal turismo di massa ultima modifica: 2018-08-23T08:00:44+00:00 da Evelyn Baleani

Web Content Editor freelance. Si occupa di contenuti per i media (TV e Web) dal 2000. Dopo aver lavorato per alcuni anni in redazioni di società di produzione televisiva e Web Agency, ha deciso di spiccare il volo con un’attività tutta sua. Le sue più grandi passioni oltre l'ambiente? Il Web, la scrittura e la Spagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Viaggi

Go to Top