vivere senza plastica

Vivere senza plastica: guida per principianti per una vita plastic-free (o quasi)

in Ambiente|Rifiuti
Vivere senza plastica: guida per principianti per una vita plastic-free (o quasi) ultima modifica: 2018-08-21T08:00:07+00:00 da GreenElle
da

L’invasione della plastica ci costringe a rivedere le nostre abitudini. In tre passi si può riuscire a ridurre notevolmente il proprio impatto sull’ambiente, a beneficio anche del portafogli.

Vivere senza plastica (o quasi) è un principio plausibile a cui ispirare le proprie azioni quotidiane.

Chi è poco avvezzo al tema della riduzione dei rifiuti potrebbe incontrare qualche difficoltà a capire da dove cominciare.

Ecco allora una semplice guida plastic-free per principianti in tre semplici mosse.

Vivere senza plastica: spesa

Il momento della spesa rischia di trasformarsi in un incredibile accumulo di plastica quando si fa ritorno a casa.

Gli acquisti secondo i moderni canoni della grande distribuzione non vanno purtoppo in direzione zero rifiuti con i loro spesso inutili imballaggi.

Tuttavia, per ridurre drasticamente l’ammontare di rifiuti da portare a casa basta partire attrezzati.

Vivere senza plastica: durante gli acquista porta sempre con te una busta riutilizzabile.
Vivere senza plastica: durante gli acquista porta sempre con te una busta riutilizzabile.

Acquistare frutta e verdura dal fruttivendolo, scegliendo le porzioni secondo le proprie esigenze, permette di contrastare il dilagante packaging dannoso per l’ambiente. Occorre pertanto munirsi di sacchetti da riutilizzare, di sporte o di appositi contenitori.

Anche per altri generi alimentari sono possibili strategie per minizzare il nostro impatto sull’ambiente.

Si può optare per l’acquisto di prodotti sfusi o alla spina in vendita in alcuni negozi presenti in molte città.

Anche il ritorno del vuoto a rendere, per le bevande ad esempio, rappresenta un’altra utile strategia per raggiungere l’obiettivo zero rifiuti.

L’acquisto alla spina, inoltre, può riguardare anche i detersivi di cui si possono così riutilizzare numerose volte i contenitori.

Vivere senza plastica: prodotti per il bagno

Vivere senza plastica: prova ad usare il sapone in alternativa ai detergenti liquidi.
Vivere senza plastica: prova ad usare il sapone in alternativa ai detergenti liquidi.

Una notevole mole di plastica proviene anche dai prodotti che usiamo in bagno per la nostra igiene quotidiana.

Ritornare alla classica saponetta per la pulizia di viso e corpo è un gesto facile da realizzare, economico e in grado di abbattere la presenza di molteplici flaconi in plastica. Allo stesso modo lo shampoo solido si rivela un’utile alternativa ai classici prodotti liquidi in commercio.

Per quanto riguarda alcuni prodotti di bellezza come creme, scrub o maschere per il viso, ci si può cimentare con l’autoproduzione.

Vivere senza plastica: pasti fuori casa

Il pasto fuori casa può diventare un’occasione per mettersi alla prova con la capacità di fare scelte eco-friendly.

Innanzitutto alle bottiglie di plastica si possono facilmente sostituire delle pratiche borracce.

Vivere senza plastica: investi nellacquisto di contenitori di alta qualità per il pranzo fuori casa.
Vivere senza plastica: investi nell’acquisto di contenitori di alta qualità per il pranzo fuori casa.

Per i pasti fuori casa poi si può realizzare un kit con l’essenziale per avere a disposizione sempre contenitori e posate da utilizzare all’occorrenza. Per questo è importante fare un buon investimento in contenitori di alta qualità, di vetro o metallo, e borse in tessuto lavabile.

Oltre a risparmiare sui sacchetti mono-uso e sugli involucri di plastica, si eviterà il rilascio di eventuali sostanze tossiche nel cibo.

Infine, per il momento del caffè ci si può concedere un salto al bar per gustarlo nella tazza di ceramica. In alternativa si può acquistare la propria tazza personale da portare sempre con sè.

Insomma, principianti o no, per fermare l’invasione della plastica serve solo un po’ di buona volontà nel cambiare le proprie abitudini.

Vivere senza plastica: guida per principianti per una vita plastic-free (o quasi) ultima modifica: 2018-08-21T08:00:07+00:00 da GreenElle
Tags:
Vivere senza plastica: guida per principianti per una vita plastic-free (o quasi) ultima modifica: 2018-08-21T08:00:07+00:00 da GreenElle

Vive a Roma ma mantiene saldo il legame con il suo sud. Appassionata di scrittura sul web, si interessa a tutto ciò che ruota intorno al mondo 'verde': dall'alimentazione cruelty-free alla mobilità sostenibile, dalla cosmetica ai rimedi naturali, il tutto nell'ottica del benessere per l'uomo e l'ambiente.

4 Commenti

    • Ciao, grazie per averlo letto nonostante lo ritenga “stupido”. Certo non la produciamo concretamente ma noi consumatori abbiamo il potere di fare una scelta in grado di orientare anche il mercato. In più nel momento in cui usiamo e gettiamo siamo decisamente produttori di rifiuti.

    • Se fossero questi gli articoli stupidi, il web sarebbe di gran lunga più intelligente.
      I cambiamenti non partono dal basso?
      A me sembra più che un buon incipit di pensiero.
      Noi in casa già molti acquisti con confezioni in plastica che si possono evitare li evitiamo. E mi sento responsabile in prima persona della plastica che ‘produco’ e che invece potrei evitare.

  1. È un buon primo passo…il secondo è avere ricette per il fai da te : esempio detersivi vari,chi ha ricette semplici con ingredienti naturali,sono effettivamente stufa di tutti questi flaconi che riempiono il sacco della plastica…se poi penso che gira e rigira va anche nelle falde acquifere e ce la beviamo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top