In Praise of Nothing, con il raffinato documentario narrato da Iggy Pop cala il sipario sulla 21esima edizione di CinemAmbiente

in Cinema|Cultura|Musica|News
In Praise of Nothing, con il raffinato documentario narrato da Iggy Pop cala il sipario sulla 21esima edizione di CinemAmbiente ultima modifica: 2018-06-04T08:00:46+00:00 da Alberto Pinto
da

Immagini dal forte potere evocativo si intrecciano alle singolari riflessioni di un personaggio unico e tutto da scoprire, reso ancora più carismatico dalla magnetica voce della rockstar Iggy Pop. In Praise of Nothing, documentario diretto dal regista serbo Boris Mitić, chiuderà la 21esima edizione del Festival CinemAmbiente di Torino nel segno dell’originalità. 

-In praise of Nothing-
Con i suoi versi semplici, coinvolgenti e quasi infantili, Nothing è il personaggio narratore di un viaggio attraverso il nostro mondo, raccontato come mai prima d’ora. Stanco di essere incompreso, scappa di casa per approdare sulla nostra Terra, un luogo affascinante ma ricco di contraddizioni. Un’avventura lunga un weekend durante cui Nothing, vagando per mari e catene montuose, commenta tutto quello che vede, condividendo con il pubblico il suo personale punto di vista, profondo e irriverente.

Quella messa in atto da In Praise of Nothing è un’intrigante operazione di sospensione dell’incredulità. Si tratta di un documentario parodistico e satirico, in cui il Nulla gioca un ruolo fondamentale. Un nulla tutt’altro che insignificante, piuttosto un’entità che ci circonda e che costituisce una parte integrante di ciascuno di noi.

-Locandina-In Praise of Nothing-

Nothing contempla l’umanità e riflette sui temi centrali che riguardano la nostra contemporaneità e non solo, con un linguaggio di grande impatto costituito da versi scritti dal regista stesso e magnificamente interpretati da uno degli artisti più influenti e stravaganti della storia della musica. La nostra esistenza, le nostre illusioni, la vita e la morte. La politica, l’amore, il rapporto tra uomini e donne, ma anche il destino del nostro Pianeta. Un vero e proprio monologo critico a cui fanno dialetticamente da contraltare immagini raccolte in tutto il mondo, catturate con lo scopo di cogliere le sfumature del Nulla.

-In Praise of Nothing-Immagine-

Una delle caratteristiche più seducenti di In Praise of Nothing è proprio la sua polifonica identità cinematografica, costruita con il contributo di decine di cineasti e direttori della fotografia. Personalità provenienti da diversi background culturali, sociali, politici ed estetici. Le immagini sono state montate in forma anonima, in modo da rendere impossibile il collegamento con il proprio autore, sia egli il vincitore di un Oscar o un artista meno affermato.

L’effetto è suggestivo e intriso di sensibilità, un esperimento innovativo raramente incontrato sul grande schermo. Ogni combinazione di versi e immagini, infatti, è in grado di suscitare atmosfere, riflessioni e sensazioni assolutamente imprevedibili e personali. Tra parodia e serietà, tra provocazione e gioco intellettuale, In Praise of Nothing esplora luoghi comuni, suggerendo intuizioni profonde e osservazioni poetiche, il tutto unito in un mosaico irresistibile.

-In Praise of Nothing-Iggy Pop-

Ciò che voglio fare”, racconta il regista Boris Mitić nel presentare In Praise of Nothing, “è realizzare un equivalente visivo di quello che ritengo essere il miglior libro satirico mai esistito, il classico del 1513 Elogio della Follia di Erasmo, nel quale Follia va in giro per il mondo a convincere le persone che è più intelligente essere folli che intelligenti. Voglio compiere la stessa operazione, cinquecento anni più tardi, in questi nuovi Anni Bui, con il Nulla nel ruolo principale”.

Pur non essendoci per definizione, il Nulla è qualcosa con cui ci confrontiamo di continuo. Ascoltare il suo monologo, accogliere il suo punto di vista critico, osservare le immagini che lo registrano, permette al pubblico di stimolare la propria immaginazione e di guardare alle cose con più attenzione. Si tratta di entrare in connessione con il mondo a cui apparteniamo.

Il Nulla come possibilità permanente di nuovi inizi. Il Nulla come deflazione post-ideologica. Il Nulla come risposta cinematica al tutto e al niente verso cui corriamo confusi”, spiega Mitić. “È proprio la coscienza del Nulla che ci rende la vita ancora più appagante e fornisce il terreno più onesto per valutare i nostri atteggiamenti e i nostri traguardi, personali e professionali”.

-Immagine-In Praise of Nothing-

La proiezione di In Praise of Nothing, nell’ambito della sezione Panorama della 21esima edizione di CinemAmbiente, si terrà a Torino nella serata conclusiva della manifestazione, martedì 5 giugno 2018, alle ore 20:30 presso il Cinema Massimo, in seguito alla Cerimonia di Premiazione del Festival.

 

In Praise of Nothing, con il raffinato documentario narrato da Iggy Pop cala il sipario sulla 21esima edizione di CinemAmbiente ultima modifica: 2018-06-04T08:00:46+00:00 da Alberto Pinto
Tags:
In Praise of Nothing, con il raffinato documentario narrato da Iggy Pop cala il sipario sulla 21esima edizione di CinemAmbiente ultima modifica: 2018-06-04T08:00:46+00:00 da Alberto Pinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Cinema

Go to Top