Sorgenti del burro: a CinemAmbiente una storia di resistenza tra le Alpi biellesi

in Cinema|Cultura|Decrescita|Natura
Sorgenti del burro: a CinemAmbiente una storia di resistenza tra le Alpi biellesi ultima modifica: 2018-06-01T13:29:23+00:00 da Evelyn Baleani
da

Siamo nell’Alpe Muanda, tra le cime del Biellese, in un alpeggio a oltre 1400 metri di altitudine. Qui, circondate dalla natura e da un’atmosfera lontana dai ritmi incessanti della contemporaneità, vivono Renata e Tiziana, una madre e sua figlia. La loro giornata inizia con la raccolta della panna, la pulizia della stalla e la produzione del burro artigianale, sostenuta da Slow Food. Durante i lunghi pomeriggi estivi, la figlia pascola gli animali, mentre la madre lavora il latte, traendo il sostentamento per la famiglia.

Sorgenti del burroA raccontare la storia di queste due donne a loro modo eroiche, perché protagoniste di un percorso di vita “diverso”, è il documentario italiano Sorgenti del burro, diretto dal regista Manuele Cecconello e nato dalla collaborazione con il fotografo Andrea Taglier.

Sorgenti del burro: alle radici della produzione del burro

Come il titolo stesso evidenzia, il film vuole immergersi nelle radici della produzione artigianale del burro, narrando di gesti, di antichi saperi e di tradizioni che, seppur messi in pericolo dai processi industriali contemporanei, riescono a essere tramandati nel tempo.

Sorgenti del burroQuella di Renata e Tiziana, delle loro mucche, del loro alpeggio, ha tutti i tratti di una storia di resistenza e di fusione con la natura, nel pieno rispetto dei suoi tempi.

Un’armonia che si riscontra nelle scelte stilistiche del documentario, dove l’assenza di dialoghi lascia spazio ai suoni della natura: lo scorrere dell’acqua, simbolo di vita per eccellenza, i campanacci delle mucche, l’abbaiare dei cani, il vento che si muove tra i fili d’erba. E, in chiusura, il canto suggestivo di un coro montano.

Attraverso le immagini, venate di poesia, gli spettatori sono accompagnati in una riflessione spontanea sull’impegno di mantenere intatte civiltà antiche, scegliendo cammini di vita nel segno della decrescita, itinerari che sono certamente più faticosi, ma che con ogni probabilità rappresentano l’unico futuro possibile.

Non manca nel documentario un messaggio politico, come confermato in un’intervista dalle stesse parole del regista Cecconello: “È come se dal latte emergesse la panna di chi resiste. Un gesto davvero politico, in una società che si è appiattita sulla TV e sul conformismo. Sì, questo film e quello che fa questa famiglia sono una forma di resistenza.

Sorgenti del burroSorgenti del burro sarà proiettato a Torino lunedì 4 giugno 2018, alle ore 22.15, presso il Cinema Massimo, nell’ambito del Festival CinemAmbiente, a cui partecipa nella sezione Concorso Documentari Italiani. Seguirà un incontro con il regista.

Sorgenti del burro: a CinemAmbiente una storia di resistenza tra le Alpi biellesi ultima modifica: 2018-06-01T13:29:23+00:00 da Evelyn Baleani
Tags:
Sorgenti del burro: a CinemAmbiente una storia di resistenza tra le Alpi biellesi ultima modifica: 2018-06-01T13:29:23+00:00 da Evelyn Baleani

Web Content Editor freelance. Si occupa di contenuti per i media (TV e Web) dal 2000. Dopo aver lavorato per alcuni anni in redazioni di società di produzione televisiva e Web Agency, ha deciso di spiccare il volo con un’attività tutta sua. Le sue più grandi passioni oltre l'ambiente? Il Web, la scrittura e la Spagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Cinema

Go to Top