Fonte: pagina FB "Visit Qatar"

Qatar: la perla eco-friendly del Golfo Persico tra smart cities e sviluppo sostenibile

in Ambiente|Biodiversità|Viaggi
Qatar: la perla eco-friendly del Golfo Persico tra smart cities e sviluppo sostenibile ultima modifica: 2018-04-02T08:00:14+00:00 da GreenElle
da

Ancora poco nota come meta turistica, il Qatar sta emergendo per il suo crescente impegno a favore della tutela dell’ambiente e dello sviluppo eco-sostenibile.

Il Qatar, esteso a nord del Golfo Persico, è un Paese ancora poco toccato dalle principali rotte del turismo.

Non è popolare come altre località arabe, quali Abu Dhabi e Dubai, ma merita attenzione anche per la sua notevole sensibilità in tema di ambiente ed eco-sostenibilità.

Oltre al fascino della sua modernità, infatti, ha destato interesse il suo impegno nel ratificare accordi internazionali per la protezione dell’ambiente, della biodiversità e dell’ozonosfera.

Qatar: la sua capitale è Doha
Qatar: a Doha, la capitale, si può ammirare lo skyline di grattacieli e palazzi moderni e il suk.

Nel centro della capitale Doha sono stati investiti molti fondi per il Msheireb. Si tratta del  primo progetto di ristrutturazione urbana in ottica ecologica.

Questo grande progetto prevede di far rivivere la parte più antica della città. Ciò grazie all’adozione dei più innovativi criteri di bio-edilizia e all’uso di tecnologie sostenibili. Il tutto nel rispetto del patrimonio storico e culturale tradizionale dell’emirato.

Qatar National Vision 2030

Questo importante documento è un altro impegno dell’emirato verso una politica eco-sostenibile.

Si tratta di un piano d’azione per favorire lo sviluppo delle fonti di energia rinnovabili. Si mira così al graduale superamento dell’utilizzo dei combustibili fossili.

Entro il 2022 si punta a raggiungere l’obiettivo del 2% di rinnovabili attraverso investimenti pari a circa 160 miliardi  di dollari nel fotovoltaico.

Tra le prerogative di questo piano nazionale vi è anche la necessità di preservare l’ecosistema desertico e di favorire una rigenerazione delle città in ottica green.

Qatar: il piano nazionale punta a rendere il Paese in grado di raggiungere uno sviluppo sostenibile.
Qatar: il piano nazionale punta a rendere il Paese in grado di raggiungere uno sviluppo sostenibile entro il 2030.

Qatar: Lusail City

A 15 km dalla capitale Doha è ancora in costruzione la città più eco-sostenibile del Pianeta. La eco-metropoli Lusail City è parte di un progetto visionario che punta ad ospitare oltre 250 mila abitanti in circa 38 km quadrati di superficie. La prima città ecologica al 100% prevede accorgimenti utili a ridurre l’impatto sull’ambiente.

Uno dei fiori all’occhiello di questa innovativa smart city è la drastica riduzione dello spreco di acqua. Grazie a un efficiente sistema di razionalizzazione e recupero dell’acqua si cercherà di riutilizzare le risorse idriche e far tesoro delle ridotte precipitazioni.

Nel Paese prevale, infatti, un clima desertico, con inverni miti ed estati calde e afose. Le temperature durante i mesi estivi possono raggiungere e superare i 40°.

Verrà, inoltre, costruita anche una barriera corallina artificiale. Numerosi saranno gli spazi dedicati al verde. Si tenderà a preferire le vegetazioni locali, tipiche delle aree desertiche e del vicino Oriente, con un occhio di riguardo alla biodiversità.

Gli edifici saranno realizzati in modo da bloccare le tempeste di sabbia e ridurre l’impatto dei periodici forti venti.

Nel progetto di questa smart city ci si propone di favorire anche la mobilità sostenibile. In particolare, con la realizzazione di 67 km di piste ciclabili e strade pedonali che percorrono l’intera città.

Oltre al sistema di raccolta differenziata dei rifiuti, si prevede una strategia alternativa nota come Pneumatic Waste Collection (PWC).

Questo sistema consta di una rete sotterranea di tubi sottovuoto che aspireranno i rifiuti conducendoli all’impianto di raccolta. Al momento si prevede la differenziazione tra rifiuti umidi e secchi con una notevole riduzione nella circolazione degli appositi mezzi di raccolta.

Le aspettative su questa città del futuro sono molto alte. Gli occhi saranno puntati sul Qatar soprattutto nel 2022, quando l’emirato arabo ospiterà i Mondiali di calcio.

Qatar: la perla eco-friendly del Golfo Persico tra smart cities e sviluppo sostenibile ultima modifica: 2018-04-02T08:00:14+00:00 da GreenElle
Tags:
Qatar: la perla eco-friendly del Golfo Persico tra smart cities e sviluppo sostenibile ultima modifica: 2018-04-02T08:00:14+00:00 da GreenElle

Vive a Roma ma mantiene saldo il legame con il suo sud. Appassionata di scrittura sul web, si interessa a tutto ciò che ruota intorno al mondo 'verde': dall'alimentazione cruelty-free alla mobilità sostenibile, dalla cosmetica ai rimedi naturali, il tutto nell'ottica del benessere per l'uomo e l'ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top