osservatorio_immagino_copertina

Rapporto Osservatorio Immagino: il cibo veg conquista gli italiani

in Alimentazione|Ambiente|Food|Lifestyle|Salute
Rapporto Osservatorio Immagino: il cibo veg conquista gli italiani ultima modifica: 2018-02-27T08:00:43+00:00 da Maria Rita Corda
da

Gli italiani iniziano ad apprezzare il cibo vegetariano e vegano, da Nord a Sud aumentano gli acquisti. Lo rivela il secondo report dell’Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy, pubblicato recentemente. Le vendite dei prodotti alimentari cosiddetti “veg” sono aumentate del 10,5% dal giugno 2016 allo stesso mese del 2017. Anche al Sud Italia il trend è in crescita mentre nel Nord e nel Centro è già radicato.

Etichette, simboli e consumatore consapevole

Osservatorio Immagino

 “Le etichette dei prodotti raccontano i consumi degli italiani.” Inizia con questa frase il rapporto dell’Osservatorio Immagino che mostra una panoramica delle spese degli abitanti dell’Italia. Popolazione più consapevole sulle scelte di acquisto? Forse sì! Grazie alle nuove tecnologie digitali l’utente può entrare in contatto con una mole considerevole di informazioni.

Il consumatore è in grado, quindi di comprendere meglio da cosa è composto il bagnoschiuma che usa per farsi la doccia, il cibo che ha mangiato per cena e il detersivo con cui laverà l’intimo del suo bimbo appena nato. Il packaging non è più solo uno strumento per contenere il prodotto, per renderlo accattivante agli occhi del potenziale cliente, ma è anche un modo per informare e lo fa attraverso le etichette. Questi simboli non descrivono solo la composizione dell’articolo, ma certificano la provenienza delle sue materie prime, il rispetto degli standard ambientali, se sono cruelty free, lactose free, Made in Italy o bio.

Osservatorio Immagino

Negli ultimi anni, il consumatore non è solo attratto dal prezzo, una delle 4 “P” storiche del marketing mix, ma anche da cosa c’è dentro e dietro quel prodotto che ha in mano e sta per mettere nel suo carrello.

“Veggie” e biologico, vendite in aumento

Il cibo dedicato a vegetariani e vegani è sempre più presente nelle case degli italiani. Come emerge dal Rapporto dell’Osservatorio Immagino “analizzando le performance per zone geografiche, si nota come l’attenzione per il vegetale sia un fenomeno trasversale, partito prima e più consolidato nell’Italia Nord-Orientale, radicato al Nord-Ovest e al Centro ma che ora sta conquistando anche il Sud, dov’è meno importante ma dove cresce con la maggiore velocità (+13,4% nel periodo analizzato). L’espansione del mondo “veg” si deve quasi esclusivamente all’intensità dell’offerta: l’85% dell’incremento delle vendite registrato nell’anno terminato a giugno 2017 è dovuto alle vendite di nuovi prodotti, per di più realizzate non in promozione. Sul fronte dell’ampliamento dell’offerta ha agito la sinergia tra due fattori concomitanti: da un lato l’innovazione di prodotto, che ha ampliato l’assortimento a scaffale sia nella drogheria che nei freschi e nei surgelati, e dall’altro la valorizzazione in chiave “veg” di alimenti più tradizionali, sulle cui etichette è stata comunicata questa caratteristica. Tra i lanci, quelli con il maggior impatto sono stati le zuppe e i secondi piatti pronti freschi sostitutivi delle proteine animali, che sono stati accolti molto positivamente e hanno saputo intercettare una domanda forte dei consumatori.”

Osservatorio Immagino

Le coppie under 35 senza figli e i single sono più attenti all’ambiente

Il report mette in luce un altro aspetto che riguarda principalmente i single e le coppie al di sotto dei 35 anni senza figli. Queste due categorie sarebbero più attente ai temi quali: rispetto dell’ambiente, stile di vita vegetariano o vegano, uso di prodotti cruelty free e sensibili verso le intolleranze alimentari.
Con la nascita dei figli, le preferenze di acquisto subiscono delle variazioni in quanto buona parte del budget viene speso per la cura del piccolo. “La ricerca di un’alimentazione il più possibile “naturale” e semplice, li porta a preferire gli alimenti “senza additivi”, “senza coloranti”, “senza conservanti”, “senza zuccheri aggiunti” e “con pochi zuccheri”. Il focus sulle necessità nutrizionali dei figli piccoli non distoglie, comunque, i giovani genitori dalla vicinanza ai valori di fondo della loro generazione improntati all’ecologia: anche nel budget di spesa delle nuove famiglie trovano ampio spazio i prodotti green, quelli biologici, i “cruelty free”, e i prodotti biodegradabili o confezionati in plastica riciclata.”

Osservatorio Immagino

Ecco una curiosità che viene presentata all’interno del report: i prodotti in cui è presente lo zenzero hanno raddoppiato le vendite nel giro di un anno con un +108,4%. Questo alimento è inserito come ingrediente anche nelle tisane, negli yogurt, nei succhi di frutta e nelle zuppe. Nonostante questo ottimo risultato, è doveroso dire che sono le mandorle l’alimento salutare più diffuso nel mercato italiano.

Dal rapporto si evince un’Italia più sensibile e attenta rispetto al passato a ciò che mangia e che usa nella sua vita. Alla fine il prezzo conta, ma la salute viene prima di tutto… e non solo quella umana.

Rapporto Osservatorio Immagino: il cibo veg conquista gli italiani ultima modifica: 2018-02-27T08:00:43+00:00 da Maria Rita Corda
Tags:
Rapporto Osservatorio Immagino: il cibo veg conquista gli italiani ultima modifica: 2018-02-27T08:00:43+00:00 da Maria Rita Corda

Nata a Genova, vive in Sardegna ma con lo sguardo rivolto verso il mondo. È una comunicatrice specializzata in marketing delle energie rinnovabili. Da qualche anno racconta con entusiasmo i progetti, le novità e le best practice sostenibili italiane e internazionali. Ama la natura, pratica yoga e crede in un futuro a basso impatto ambientale

2 Commenti

  1. Lo sfruttamento delle popolazioni povere che sono costrette a lavorare per pochi dollari i prodotti alimentari come soia, avocado, anacardi richiesti dai vegani è etico e corretto?
    Lo sfruttamento dei territori che vengono trasformati da foreste a campi di coltivazione intensiva di soia, mandorle, quinoa sono etici e corretti?
    Forse i vegani dovrebbero informarsi meglio……

  2. I’mnew to LEDS , I have a 600 W! My question is, the two switches, veg and bloom,can I use those in veg? I know I can use both switches in flowering, but it would make sense to me to have a full spectrum in veg? Can someone guide me on this?

Rispondi a bjackson Annulla risposta

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Alimentazione

Go to Top