albero campagna

Quando i monumenti sono alberi: è nato l’elenco nazionale degli alberi monumentali d’Italia

in Abitare|Agricoltura|Ambiente|Natura
Quando i monumenti sono alberi: è nato l’elenco nazionale degli alberi monumentali d’Italia ultima modifica: 2018-01-18T08:00:42+00:00 da Mariangela Campo
da

Anno 2018. Nel mondo esistono decine, anzi centinaia di elenchi per tutti i gusti: quello sui sistemi di numerazione, l’elenco sugli Stati del mondo, la lista delle religioni maggiori e minori, quella delle lingue nazionali e dei dialetti.

Ci sono elenchi sugli alfabeti, sulle razze di animali, sui social network esistenti al mondo.

Ma ancora non c’era un elenco degli alberi. Parliamo all’imperfetto perché adesso c’è anche questo: l’elenco nazionale degli alberi monumentali d’Italia.

alberi filari
E’ nato l’elenco degli alberi monumentali d’Italia

L’elenco nazionale degli Alberi Monumentali d’Italia

Questa lista è nata per valorizzare un patrimonio naturale che effettivamente esiste in Italia e che non viene valorizzato come dovrebbe.

A rendere ufficiale l’elenco è stato il ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. A tal proposito, il ministro alle politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, ha detto: «Questo primo elenco rappresenta uno strumento utile per diffondere la conoscenza di un patrimonio naturale e culturale collettivo di inestimabile valore. Gli alberi monumentali hanno un forte valore identitario per molte comunità, e per questo vogliamo promuovere e valorizzare la loro conoscenza tra i cittadini».

ciliegio secolare
Un ciliegio secolare in Brianza, Lombardia

Composizione e suddivisione dell’elenco

L’elenco nazionale degli alberi monumentali è composto da 2.407 alberi che differiscono dagli altri per determinate caratteristiche, quali l’età, le dimensioni, la morfologia della pianta, la rarità della specie e l’essere habitat prediletto per determinate specie di uccelli.

Inoltre, la lista degli alberi monumentali d’Italia è suddivisa per Regioni: le caratteristiche prese in considerazione per questa valutazione sono state: la rilevanza storica, culturale e religiosa che questi alberi hanno in determinati contesti territoriali regionali.

Gli alberi contenuti nell’elenco appartengono a specie sia locali sia straniere, e si compongono sia di individui singoli, sia di filari, gruppi e alberature che si sono radicati nel tempo in territori agricoli o urbani.

ulivo secolare
Un ulivo secolare

Un elenco frutto di collaborazione

Chi ha stilato l’elenco, quindi, ha valutato non solo le caratteristiche biologiche, ma anche quelle ambientali, storiche e paesaggistiche in cui il singolo albero o il singolo gruppo di alberi è nato o è stato trapiantato e si è radicato.

L’elenco nazionale degli alberi deriva da una intensa attività di catalogazione realizzata dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, dalle Regioni e Province autonome e dai Comuni.

Alle istituzioni si sono aggiunti, per il supporto scientifico, il Centro di ricerca per l’agrobiologia e la pedologia del CREA (Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria), e per le attività di segnalazione Enti parco, istituti scolastici, professionisti agronomi e forestali, associazioni ambientaliste e cittadini.

L’elenco degli alberi monumentali d’Italia si può consultare qui.

Quando i monumenti sono alberi: è nato l’elenco nazionale degli alberi monumentali d’Italia ultima modifica: 2018-01-18T08:00:42+00:00 da Mariangela Campo
Tags:
Quando i monumenti sono alberi: è nato l’elenco nazionale degli alberi monumentali d’Italia ultima modifica: 2018-01-18T08:00:42+00:00 da Mariangela Campo

Classe 1981, siciliana di origini e lombarda di adozione. È giornalista pubblicista, scrive per diverse testate online, svolge dei laboratori di giornalismo digitale nelle scuole medie ed elementari. Ha due bambini che le hanno insegnato a vivere green e a voler diffondere le buone pratiche della sostenibilità ovunque, soprattutto attraverso la scrittura. Ha studiato lettere, specializzandosi in scienze linguistiche italiane, perché è sempre stata convinta che solo imparando a parlare e a scrivere correttamente si possono diffondere messaggi che non si fraintendano. Ama leggere storie ai suoi figli e scovare sempre nuovi libri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Abitare

Go to Top